Disturbo narcisistico di personalità: ecco che cos’è

· 3 Maggio 2019
Mancanza di empatia ed egocentrismo sono solo alcune delle caratteristiche del disturbo narcisistico di personalità, una malattia che ben pochi conoscono.

Il disturbo narcisistico di personalità è una condizione mentale che induce l’individuo ad avere un senso esagerato di egocentrismo, autostima e scarsa empatia per gli altri. Di solito pensa di meritare un trattamento speciale e ha un estremo bisogno di essere sempre al centro dell’attenzione.

Spesso, queste persone hanno carenze nel campo interpersonale, perché concentrano tutta la loro attenzione su se stesse e non si preoccupano di ciò che accade agli altri. Infatti, li accettano solamente quando ratificano le loro arie di grandezza attraverso lusinghe continue.

Tuttavia, dietro la loro maschera di estrema sicurezza, c’è una fragile autostima che può essere disintegrata con la minima critica.

Per questo motivo, tendono a cadere facilmente negli stati depressivi, poiché si sentono infelici e delusi di non essere all’altezza delle aspettative degli altri.

Allo stesso modo, non si sentono soddisfatti delle loro relazioni, creano confronti costanti e credono che nessuno sia al loro livello. Quali sono le sue cause? Come identificare questo problema? In questo articolo vi sveleremo tutto ciò che bisogna sapere sul disturbo narcisistico di personalità.

Le cause del disturbo narcisistico di personalità

Come per altri disturbi mentali, non esiste un’unica causa scatenante. Tuttavia, si ritiene che sia il risultato di una combinazione di fattori neurobiologici, genetici e ambientali.

Considerando tutto ciò, una persona ha un rischio maggiore di soffrirne quando:

  • Ha o ha avuto cattive relazioni familiari, a causa di eccessiva devozione o eccessiva critica.
  • Subisce alterazioni nelle connessioni cerebrali di comportamento e pensiero.
  • Alcuni dei suoi genitori o parenti stretti hanno sofferto del medesimo disturbo.
  • Viene elogiata per il suo aspetto o per “supposte” abilità e talenti.

I sintomi del disturbo narcisistico

I sintomi che permettono di identificare altri disturbi mentali sono vari, così come la gravità con cui si manifestano. Spesso, chi ne soffre è eccessivamente vanitoso, esagera le proprie capacità e guarda gli altri con superiorità, dall’alto in basso.

Altri sintomi includono:

  • Esagerata prepotenza, in qualsiasi situazione.
  • Sentire il ​​bisogno costante di essere ammirati o lodati.
  • Aspettarsi riconoscimenti ben oltre i propri meriti.
  • Esaltare i propri risultati e talenti.
  • Continue fantasie su successo, potere e partner perfetto.
  • Sentirsi superiori agli altri, sulla base di costanti confronti.
  • Ricerca di relazione solo con persone “speciali”, alla propria altezza.
  • Monopolizzazione delle conversazioni.
  • Disprezzo verso coloro che vengono percepiti come “inferiori”.
  • Aspettarsi sempre trattamenti di favore.
  • Approfittare degli altri per un tornaconto personale.
  • Mancanza di empatia.
  • Invidia verso gli altri.
  • Comportamento arrogante.
  • Insistenza per avere solamente le cose migliori, anche senza meritarle.

Leggete anche: Il potere dell’attrazione: 5 trucchi psicologici

Ragazzo con disturbo narcisistico di personalità

Allo stesso modo, una persona con disturbo narcisistico di personalità ha poca tolleranza nei confronti delle critiche e ha difficoltà ad affrontare qualsiasi situazione in cui viene contrariato. Di conseguenza, in tali circostanze verranno mostrati anche altri sintomi. Come, ad esempio:

  • Impazienza e rabbia.
  • Difficoltà ad avere relazioni sociali.
  • Disprezzo e bullismo nei confronti degli altri per dare l’impressione di essere superiori.
  • Difficoltà nel regolare le proprie emozioni e i comportamenti.
  • Depressione per non raggiungere la perfezione.
  • Sentimenti di insicurezza, vergogna e umiliazione.
  • Incapacità di gestire lo stress e adattarsi ai cambiamenti.

Come riconoscere questo problema

La diagnosi del disturbo narcisistico di personalità è spesso complicata. Molti dei suoi sintomi sono simili a quelli di altri disturbi della personalità.

Inoltre, non è escluso che in un solo paziente possano coesistere più problematiche di questo tipo, così che distinguere le sfumature di una in particolare è un compito decisamente ostico.

Al fine di confermare questa malattia mentale, l’operatore sanitario dovrà tenere conto degli indici del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DMS-5). Effettuerà anche un esame fisico per portare a termine una valutazione psicologica più completa.

Scoprite: Persone difficili da affrontare: 8 diverse personalità

Come trattare il disturbo narcisistico di personalità

Donna dallo psicoanalista

È molto difficile che una persona con disturbo narcisistico di personalità accetti di sottoporsi ad un trattamento. A causa del suo comportamento egocentrico, di solito rifiuta l’accettazione di un qualsiasi problema.

Pertanto, non comprende l’utilità di ricevere questo tipo di aiuto.

Tuttavia, se viene realizzata una corretta diagnosi di questo disturbo della personalità e si decide di andare in terapia, il professionista della salute mentale consiglierà diverse sessioni di terapia cognitivo-comportamentale. I suoi obiettivi saranno di:

  • Insegnare a relazionarsi meglio con gli altri.
  • Comprendere le cause dei propri comportamenti.
  • Aiutare a mantenere relazioni personali vere e sane.
  • Rafforzare la capacità di collaborazione di gruppo.
  • Riconoscere e accettare le reali qualità personali, aumentando la tolleranza a critiche e fallimenti.
  • Aumentare la capacità di controllare i sentimenti.
  • Abbandonare il desiderio di raggiungere obiettivi irrealistici.
  • Migliorare l’autostima personale.
  • Controllare le situazioni di stress.

Cure farmacologiche

Non ci sono dei farmaci specifici in grado di trattare il disturbo narcisistico di personalità. Tuttavia, l’uso di ansiolitici o antidepressivi può essere suggerito almeno per controllare i sintomi di ansia e depressione.

Infine, vale la pena ricordare che la condizione può peggiorare o migliorare nel corso degli anni, a seconda della sua causa e dello stile di vita del malato. I maggiori miglioramenti vengono riscontrati quando la persona riesce a stabilire dei rapporti personali sani ed è costante nelle terapie suggerite dallo psicologo.

  • American Psychiatric Association. Narcissistic personality disorder. Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. 5th ed. Arlington, VA: American Psychiatric Publishing. 2013;669-672.
  • NIH.GOV (MEDLINEPLUS). “Trastorno de Personalidad Narcisista”.
  • López-Ibor Aliño, Juan J. & Valdés Miyar, Manuel (dir.) (2002). DSM-IV-TR. Manual diagnóstico y estadístico de los trastornos mentales. Texto revisado. Barcelona: Editorial Masson. ISBN 9788445810873.
  • Millon, Theodore & Davis, Roger D. Trastornos de la personalidad. Más allá del DSM-IV. Primera edición 1998. Reimpresiones 1999 (2), 2000, 2003, 2004. Barcelona: Editorial Masson. ISBN 9788445805183.
  • Grossman, Seth Millon, Carrie Meagher, Sarah,  Ramnath, Rowena. Trastornos de la personalidad en la vida moderna. Primera edición 2001, segunda edición 2006. Barcelona: Editorial Masson & Elsevier. ISBN 9788445815380.