Fiori di Bach: tutto quello che c’è da sapere

1 agosto 2018
Una delle qualità dei fiori di Bach è che non presentano effetti collaterali né controindicazioni, dunque sono indicati per persone di qualsiasi età

Molti di noi avranno un amico, un familiare o un conoscente che ci avrà parlato dei fiori di Bach e di quanto gli hanno fatto bene per migliorare un problema emotivo. Queste essenze floreali sono sempre più popolari grazie alla loro efficacia e perché non causano effetti collaterali.

Imparate in questo articolo le nozioni basilari sulla terapia a base di fiori di Bach per equilibrare in modo naturale il corpo, la mente e le emozioni.

Chi era il Dottor Bach?

Fiori di Bach e boccetta

I fiori di Bach sono le essenze floreali scoperte dal Dottor Edward Bach, un esperto di salute con numerosi titoli accademici. Era batteriologo, medico e patologo.

Si impegnò anche a scoprire una cura naturale che ogni persona avrebbe potuto realizzare in casa, con la propria famiglia e in modo semplice.

Si dedicò a trovare, pianta dopo pianta, rimedi volti a trattare i disturbi dell’umore più frequenti.

Fra gli anni ’20 e ’30 del secolo scorso, Bach scoprì che alcune piante possono aiutarci a superare disturbi come:

  • Paura
  • Diffidenza
  • Ira
  • Timidezza
  • Depressione
  • Isolamento
  • Apatia

Volete saperne di più? Leggete: 8 consigli per combattere la tristezza e lo sconforto

Cosa sono i fiori di Bach?

Fiori di Bach e contagocce

I fiori di Bach sono 38 essenze floreali che vengono elaborate mediante diversi metodi (tinture, infusioni, macerazioni) per estrarne le proprietà energetiche.

Le loro proprietà curative agiscono a un profondo livello emotivo.

Il loro grande vantaggio è che non presentano controindicazioni. Possono essere assunte da qualsiasi persona e a qualsiasi età, persino dalle donne in gravidanza o in allattamento.

Quando assumere i fiori di Bach

Fiori di Bach su tavolo

Anche se ognuno di noi deve impegnarsi a migliorare i propri punti deboli, talvolta possiamo avere un blocco che ci costa molto più del normale superare.

I fiori di Bach possono essere molto utili in situazioni di stress, fasi di cambiamento, lutto, depressione, ecc.

Le 38 essenze si dividono in diversi gruppi. Questi possono aiutarci a comprendere meglio gli ambiti di trattamento a cui fanno riferimento:

  • Paura: si relaziona anche agli incubi, alle fobie, alla mancanza di autocontrollo o alle preoccupazioni eccessive.
  • Incertezza: include la mancanza di fiducia, lo sconforto, la depressione o l’indecisione.
  • Disinteresse: relazionato a periodi di stanchezza, confusione mentale, apatia o difficoltà di apprendimento.
  • Solitudine: il senso di solitudine non sempre si verifica nelle persone sole. A volte possiamo essere circondati dai nostri cari e, tuttavia, sentirci soli.
  • Eccessiva influenza da parte degli altri: persone che non esprimono i propri sentimenti, che non sanno mettere limiti o che hanno difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti.
  • Sconforto e disperazione: stati di eccessivo rigore verso se stessi, rigidità, senso di colpa, angoscia o risentimento.
  • Preoccupazione eccessiva per gli altri: riguarda anche con una certa intolleranza, ricatti emotivi, nervosismo, ecc.

Per trovare i fiori di Bach di cui abbiamo bisogno, si consiglia di consultare un terapeuta floreale o di studiarli uno per uno.

Consultate questo articolo: Fiori di Bach per le persone sotto pressione

Come assumere i fiori di Bach?

Contagocce

  • I fiori di Bach possono essere assunti in modo individuale oppure combinandoli. Possiamo mescolare fino a un massimo di 7 essenze alla volta.
  • Si prendono 4 gocce sotto la lingua, 4 volte al giorno.
  • Il trattamento deve durare almeno 21 giorni. L’ideale è avere pazienza e continuare a prenderli per osservare a mano a mano maggiori cambiamenti.

Con il tempo è possibile dover cambiare le essenze.

I fiori di Bach si preparano con una base di alcol come conservante. Tuttavia, è possibile conservarli anche con l’aceto. Potete acquistarli in erboristeria e in farmacia.

Il Rescue Remedy o Rimedio d’Emergenza

Bach ha inventato un’unica combinazione di diverse essenze che ha chiamato Rescue Remedy, ovvero un rimedio d’emergenza.

Questo mix ha intende trattare crisi improvvise e, pertanto, viene usato come soluzione temporanea o momentanea.

È ideale per apportare serenità e calma in caso di crisi di nervi, incidenti, malattie repentine, incubi, ecc.

Guarda anche