Frutta adeguata per trattare il fegato grasso

19 Dicembre 2014
Le fragole ci aiutano a fortificare il nostro sistema immunitario, oltre a depurare il fegato e a disintossicare il corpo. Possiamo anche assumerle sotto forma di succo, tè o frullato.

Il fegato grasso è una malattia piuttosto comune. Vi si incorre quando c’è un accumulo eccessivo di grasso in questo organo, che va a compromettere le sue funzioni di base e a infiammare le sue cellule.

Tuttavia, può essere trattato mediante una dieta adeguata. Vi presentiamo i tipi di frutta che possono esservi d’aiuto per il fegato grasso.

1. Il tamarindo: il frutto che combatte il fegato grasso

Siete a conoscenza delle fantastiche proprietà curative di questo frutto tropicale? Molti studi sono stati condotti al riguardo, dimostrando innanzitutto il suo valore nutrizionale.

Il tamarindo è un favoloso alimento depurativo che migliora la digestione, permette di perdere peso e che grazie al suo contenuto di fibre ed acidi insaturi, aiuta a trattare l’arteriosclerosi.

Inoltre, aiuta a curare il fegato grasso. In che modo? Il tamarindo possiede proprietà protettrici e decongestionanti per il fegato.

È ideale per trattare i problemi biliari poiché permette di svuotare e curare la cistifellea. Depura e regola il colesterolo riducendo il grasso del fegato grasso.

Non esitate, dunque, nell’assaggiare questo meraviglioso frutto, in particolare bevendone un’infuso: 30 gr di foglie secche per litro d’acqua, fino a tre tazze al giorno.

Leggete anche: I migliori infusi in caso di cattiva digestione

2. Il limone: il grande depurativo

Fette di limone in acqua

Bere ogni giorno un bicchiere di acqua minerale e succo di limone è un rimedio perfetto per trattare il fegato grasso.

Si tratta di un potente agente disintossicante, ricco di vitamina C e di alti livelli di acido citrico.

Il grande segreto del succo di limone è che permette di decomporre il cibo nello stomaco, facendo sì che la digestione sia più facile e adeguata.

Tutto ciò è dovuto a questi acidi che stimolano l’attività dello stomaco e che proteggono il fegato.

3. I benefici delle pere

Succo naturale di pera

Siete degli appassionati di pere? Allora siete fortunati. Si tratta di un frutto dai molti nutrienti, è dolce, rinfrescante e utile per trattare molte malattie.

Ciò è dovuto al suo alto contenuto di acqua e alle energie che apporta, essendo un frutto ideale per seguire una dieta e perdere peso.

Inoltre, possiede un alto contenuto di levulosio che la rende un frutto adatto anche alle persone diabetiche.

In aggiunta, contiene anche fibre solubili e insolubili, favorendo l’eliminazione del colesterolo e regolando le funzioni intestinali, oltre a combattere la stitichezza, grazie al contenuto di pectina.

Una curiosità che vogliamo svelarvi è che mangiare due pere al giorno copre il 20% del fabbisogno quotidiano di vitamina C consigliato, circa il 10% di quello di acido folico, e rappresenta un buon apporto di vitamine del gruppo B (B1, B2 e, in minor proporzione, B3 e B6) e vitamina E.

Tutto questo la rende un eccellente protettore del fegato.

Grazie al suo elevato contenuto di acidi organici, combatte il mal di stomaco, aumentando la secrezione degli acidi gastrici e depurando in modo perfetto pancreas e fegato.

Non dimenticate di consumare una pera al giorno, intera o sotto forma di succo (naturale), e vedrete i benefici che apporterà alla salute.

Leggete anche: 8 incredibili benefici delle mele verdi

4. I benefici del succo di melone con semi di papaia

Papaya

Forse conoscete questo semplice rimedio. È ideale per depurare il fegato.

Serve a ridurre l’incidenza dei grassi, permettendo al fegato, che produce la bile, di svolgere correttamente le sue funzioni di base: assorbire i grassi e le vitamine, eliminare le sostanze tossiche e l’eccesso di colesterolo.

Bere questo frullato tutte le sere, per esempio, può aiutare a trattare il fegato grasso. Prendete appunti.

Ingredienti

  • 2 fette di melone
  • 1 bicchiere d’acqua fresca
  • 2 semi di papaia

Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore e, una volta pronto, bevete questo rimedio poco a poco, masticando accuratamente i semi di papaia. Vedrete quanto vi farà bene.

5. Le eccellenti proprietà delle fragole

Acqua di fragole

Oltre ad essere deliziose, le fragole spiccano come rimedio eccellente per depurare il fegato e per disintossicare il corpo.

Contengono fibre e vitamina C, sostanza antiossidante che, inoltre, protegge il corpo rafforzando il sistema immunitario.

In più, i loro acidi organici sono ideali per proteggere il fegato grazie ai loro effetti disinfettanti e antinfiammatori.

Le fragole sono anche ricche d’acqua, evitano la ritenzione idrica, riducono l’ipertensione e l’acido urico.

Contengono potassio, magnesio, ferro, fosforo, iodio e calcio. Quando è stagione, dunque, è perfetto mangiare sette o otto fragole al giorno.

In alternativa potete preparare dei gustosi frullati a base di fragole o addirittura un tè. Se aggiungete anche del succo di limone, otterrete un potente disintossicante.