Godere di buona salute e bruciare grassi con la papaya

· 27 settembre 2014

La papaya è sempre stata ritenuta il frutto ideale per avere una salute di ferro: sotto il sapore dolce e il colore attraente, nasconde nella sua meravigliosa polpa un componente chiamato papaina, capace di apportare grandi benefici al nostro organismo. Ma non solo: è anche un’ottima alleata per perdere peso. Volete scoprire come?

La papaya è un frutto tropicale conosciuto in tutto il mondo ed è per questo molto facile da trovare in vendita per poter godere dei suoi benefici. È diuretica e antiossidante, contiene una grande quantità di fibre vegetali e pochissime calorie. Apporta, inoltre, una buona quantità di vitamine A, B, C, calcio, ferro e fosforo. Come se non bastasse, la papaya aiuta anche a perdere peso e combatte la cellulite. Oggi vi spieghiamo come riuscirci.

I benefici della papaya per perdere peso

Papaya2

Non è sempre facile scegliere a quale tipo di dieta affidarci per perdere peso. È importante orientarsi verso un’alimentazione che non solo ci permetta di dimagrire, ma che si prenda anche cura della nostra salute. Di fronte a qualsiasi dubbio possiamo consultare un medico o un nutrizionista. La dieta della papaya è una dieta restrittiva: questo significa che per due giorni dovremo seguire un’alimentazione molto rigida, che finirà il terzo giorno. In questo modo la papaya avrà due effetti: disintossicare il nostro organismo e farci bruciare grassi.

Bisogna segnalare inoltre che la papaya è molto indicata per chi soffre di problemi digestivi come diarrea, flatulenze, stitichezza, gastrite, ecc., così come per i problemi della pelle e persino per l’acne, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti. Un vero miracolo, senza dubbio; e tutto grazie al fatto che, secondo il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie, grazie alla papaina riusciamo a beneficiare di tutti questi principi terapeutici.

Come perdere peso con la papaya

papaya

Questa dieta deve essere seguita per due giorni alla settimana. L’ideale sarebbe continuarla per due o tre mesi: in questo modo oltre a perdere peso riuscirete a disintossicare il vostro organismo e a prendervi cura di tutto l’apparato digerente. Vale la pena di provarci per 48 ore, seguendo i passi che vi indicheremo ora.

Colazione

Cercate sempre delle papaye non troppo mature. La dieta inizia dalla colazione. L’ideale in questi due giorni è prendere o un bicchiere di soia o di avena, con due cucchiaini di germe di grano o di un altro cereale. In questo modo avrete un corretto apporto di fibra. Poi mangiate un’insalata di papaya: prendete un frutto di misure medie, sbucciatelo e tagliatelo a cubetti. È un modo sano e nutriente di iniziare la giornata.

Pranzo

  • Per pranzare preparate un’insalata di riso integrale. Potete cuocerlo con del brodo di verdure, per poi accompagnarlo con un pomodoro a cubetti, un po’ di spinaci, qualche oliva, un dente d’aglio e il succo di mezzo limone. Dopo il riso integrale, bevete il succo di una papaya.
  • Nel secondo giorno di dieta, per pranzo potete preparare una melanzana al forno e un’insalata piccola di spinaci, condita con olio di oliva e qualche pezzetto di barbabietola. Poi bevete il succo della papaya.

Merenda

Per merenda potete preparare un frullato con il succo di mezza papaya e due fette di ananas. Pulitele bene e mettetele nel frullatore per ottenere un miscuglio omogeneo.

Cena

  • Per cena preparatevi una tazza di brodo di verdure: per farlo potete usare della cipolla, del sedano e del succo di limone. Per dessert, naturalmente, tagliate a cubetti una papaya.
  • Nel secondo giorno di dieta potete preparare un paio di carciofi. Cuoceteli bene e conditeli con un po’ di aceto e sale. Potete accompagnarli con una fetta di pane integrale con un po’ di olio d’oliva. Per concludere la cena, servitevi una papaya a pezzetti.

I benefici dei semi di papaya per dimagrire

papaya3

Forse vi sorprenderà, ma anche i semi della papaya hanno delle incredibili proprietà per la salute:

  • Si prendono cura dei nostri reni in caso di insufficienza renale;
  • Eliminano tossine e possibili parassiti dall’intestino;
  • Proteggono il nostro fegato, soprattutto se soffriamo di cirrosi;
  • Si prendono cura del tratto digestivo, perché hanno proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

I semi di papaya, inoltre, hanno la capacità di evitare che il corpo assorba i grassi oppure che lo faccia in eccesso: vale a dire che agiscono come regolatori. Come trarne beneficio, quindi? Come si possono consumare i semi di papaya? È molto facile e avete diverse opzioni: c’è chi preferisce tritarli e chi invece li ingerisce interi. L’ideale è prendere tra gli 8 e i 10 semi a colazione, potete tritarli in modo che sia più facile. Se li unite ad un bicchiere di succo di pompelmo, la combinazione sarà ancora più efficace.

Ricordate, quindi: la dieta della papaya può essere realizzata per due giorni alla settimana, per due o tre mesi. Potete invece consumare semi di papaya a colazione per quindi giorni di seguito e poi riposare per altri quindici, come preferite.

Guarda anche