Frutta da evitare per dimagrire

Non tutta la frutta è indicata per perdere peso o mantenere una figura snella. Ci sono molti frutti che contengono grandi quantità di zucchero, per questo vi presentiamo quelli da mangiare con moderazione e quelli a cui non c'è bisogno di rinunciare.
Frutta da evitare per dimagrire
Elisa Morales Lupayante

Revisionato e approvato da la pedagoga in educazione fisica e nutrizionista Elisa Morales Lupayante.

Scritto da Equipo Editorial

Ultimo aggiornamento: 04 gennaio, 2023

Sappiamo tutti quanto sia difficile mantenersi in forma. Forse è più semplice di quanto pensiate e ciò che dovete fare è seguire un programma alimentare nel quale non siano presenti determinati alimenti. Vi presentiamo la frutta da evitare per dimagrire.

Se seguite questi consigli, potrete raggiungere in modo veloce ed efficace gli obiettivi che avete in mente.

Ecco a seguire la frutta da evitare per dimagrire.

Frutta da evitare per dimagrire

1. Avocado vs frutti di bosco

Avocado

Sebbene l’avocado sia considerato un ottimo frutto con cui apportare grassi sani all’organismo e per eliminare il grasso accumulato e nocivo, la verità è che non bisogna mangiarne troppo.

Consumato in grandi quantità, può essere controproducente.

Questo si deve al suo alto apporto calorico, poiché contiene circa 200 kCal. Si consiglia, dunque, di assumerlo in quantità ridotte.

Potete sostituirlo con una manciata di frutti di bosco, ad esempio nelle insalate.

Si tratta di una delle migliori opzioni per bruciare i grassi, accelerare il metabolismo e ridurre l’appetito.

Tutto grazie alle loro proprietà antiossidanti che puliscono l’organismo dalle sostanze tossiche ed evitano l’accumulo di grasso.

2. Pera vs cocomero e melone

Uno dei vantaggi offerti dal cocomero e dal melone è il loro alto contenuto di acqua e fibra, che aiutano a digerire molto bene tutto gli altri alimenti che decidiamo di assumere nel corso della giornata.

Per questo motivo, si consiglia di consumarli preferibilmente a colazione, mescolandoli in una gustosa macedonia o, se preferite, facendone un frullato senza aggiungere zucchero.

Anche la pera contiene una buona quantità di fibre, ma gli esperti consigliano di non consumarne in grandi quantità perché tende a causare costipazione.

3. Albicocca vs fragole

Albicocche

Le albicocche sono frutti molto nutrienti che contengono alte percentuali di vitamine e apportano numerosi benefici al corpo.

Tuttavia, rientrano nella lista della frutta da evitare per dimagrire. Un eccessivo consumo di albicocche, infatti, è correlato a tutta una serie di complicazioni.

In particolare fate attenzione al torsolo, perché contiene una sostanza chimica naturale chiamata amigdalina.

Se consumata in dosi elevate, questa sostanza si attacca facilmente alle pareti dello stomaco.

In un secondo momento, il corpo si occupa della sua decomposizione e a questo punto appare la nausea.

È preferibile optare per le fragole, frutti a basso contenuto di zucchero e molto più digeribili.

Inoltre, donano un’infinità di antiossidanti che aiutano a ottenere la silhouette che tanto desideriamo.

4. Uva vs mele

Se volete eliminare i grassi o perdere alcuni chili di troppo, consumare una mela almeno 3 o 4 volte alla settimana vi aiuterà a raggiungere questo obiettivo.

Si tratta di alimento altamente digestivo grazie al suo contenuto di fibre e fornisce poche calorie, a malapena 100 kCal.

L’uva, invece, è tra la frutta da evitare per dimagrire, poiché ha un succo piuttosto calorico e ricco di zucchero.

Assunta in eccesso, inoltre, può rovinare lo smalto dei denti e i semi possono alterare il funzionamento intestinale.

5. Banana vs pompelmo

Banane

Per perdere peso in fretta, si consiglia includere il pompelmo nella propria dieta, poiché è un frutto con maggiori proprietà rispetto alla banana.

Le banane, invece, appartengono alla categoria degli alimenti che vengono digeriti più lentamente e apporta una percentuale calorica superiore rispetto al pompelmo.

Bisogna tenere a mente che sebbene questi alimenti rientrino nella lista della frutta da evitare per dimagrire, non significa che debbano essere eliminati del tutto.

Tutti i frutti contengono una certa percentuale di grassi e zuccheri, il segreto è consumarli nelle quantità adeguate.

Seguire una dieta equilibrata e fare sport è fondamentale per ottenere i risultati sperati.

Potrebbe interessarti ...
12 abitudini notturne che mettono a rischio il peso forma
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
12 abitudini notturne che mettono a rischio il peso forma

Prendiamo nota di queste abitudini notturne che credevamo innocue e che, invece, mettono a rischio il nostro peso forma e ci fanno ingrassare.

Immagini per gentile concessione di © wikiHow.com

Potrebbe interessarti ...
Oli e grassi naturali che fanno bene alla dieta
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Oli e grassi naturali che fanno bene alla dieta

I grassi non vanno mai esclusi totalmente dalla dieta. Scopriamo quali alimenti ricchi di oli e grassi naturali fanno bene alla salute.



  • Better Health Chanel. Alcohol and weight gain. Department of Health. Victoria State Government. Noviembre 2017.
  • Dhaka V, Gulia N, et al. Trans fats-soruces, health risk and alternative approach. A review. Journal of Food Science and Technology. Octubre 2011. 48 (5): 534-41.
  • International Agency for Research on Cancer (IARC). IARC Monographes evaluate consumption of read meat and processed meat. World Health Organization. Octubre 2015.
  • Harvard T. H. Chan. Added Sugar. Harvard School of Public Health.
  • Malik V. S, Pan A, et al. Sugar-sweetened beverages and weight gain in children and adults: a systematic review and meta-analysis. American Journal of Clinical Nutrition. Octubre 2013. 98 (4): 1084-102.
  • National Institutes of Health. Eating highly processed foods linked to weight gain. U. S. Department of Health and Human Services. Marzo 2019.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.