Genitori tossici: scoprite se lo siete anche voi

8 Ottobre 2019
Essere genitori è un'arte. Crescere i propri figli richiede tempo, apprendimento e non è mai esente dal commettere errori. Per tale ragione, è importante conoscere i comportamenti che rischiano di renderci dei genitori tossici.

Coloro che hanno figli tendono spesso a sottolineare di non essere affatto genitori tossici. La verità, nel bene e nel male, è che nessuno nasce già genitore. Diventarlo richiede un processo di apprendimento, come per tutto nella vita.

Essere genitori implica una buona dose di leadership, per guidare e aiutare i propri figli a sviluppare una forte personalità e a diventare persone per bene. La sfida consiste nel riuscirci senza intaccare la loro individualità e la loro salute emotiva.

Per tale ragione, è importante imparare a riconoscere le principali caratteristiche dei cosiddetti genitori tossici. Solo così, poteremo scoprire se lo siamo anche noi.

Caratteristiche dei genitori tossici

1. Fanno spesso affermazioni negative

I genitori tossici rivolgono spesso ai figli frasi negative, come ad esempio: “Non sei bravo”, “I soldi non crescono sugli alberi” o “Non combinerai mai nulla nella vita”. Questo genere di affermazioni diventano credenze negative che passano di generazione in generazione, causando un danno emotivo importante nel bambino.

Leggete anche: Genitori e figli: errori da non commettere

2. I genitori tossici tentano di raggiungere i loro obiettivi e sogni attraverso i figli

Madre che parla con la figlia

I genitori tossici spesso proiettano sui figli i propri sogni, obiettivi e tutto quello che non sono riusciti a ottenere nella vita. In questo modo, fanno di tutto (inconsciamente) affinché siano i figli a realizzarli per loro.

3. Svalutano i propri figli

Quando i genitori tossici parlano con i figli, di solito concludono la conversazione con una frase negativa o svalutante. A lungo termine, questa potrebbe trasformare l’immagine che i bambini hanno di se stessi. Offendere i vostri figli, fa di voi dei genitori tossici.

4. Hanno un atteggiamento egoistico

Madre arrabbiata

I genitori egoisti sono spesso causa di sofferenza per i figli, in quanto pensano solo a se stessi e si preoccupano poco dei loro bisogni. La priorità del genitore tossico è prima di tutto se stesso, mettendo i figli in secondo piano. Ciò può ovviamente influire sull’autostima e portare anche alla depressione.

Può interessarvi anche: Voti scolastici: guida per genitori

5. I genitori tossici spingono i figli verso un determinato percorso di studi

Molti ragazzi seguono corsi di studio come economia, medicina o ingegneria, senza avere un reale interesse per il percorso di studi in questione. Con il tempo, si rendono conto di aver studiato quello che i loro genitori volevano studiare da giovani, ma che non hanno potuto studiare. Ogni persona deve poter costruire la propria vita in base ai propri sogni.

6. Sono troppo autoritari

Genitori ipercritici

Esistono genitori inflessibili e poco tolleranti che diventano subito aggressivi. I genitori che esercitano troppa autorità fanno stare male i figli, senza badare ai loro sentimenti. In seguito a ciò, una volta raggiunta l’età adulta diventeranno persone meno allegre e spontanee.

7. I genitori tossici sono troppo critici

I genitori critici raramente gioiscono dei risultati dei propri figli. Non si rendono conto che li rimproverano tutto il tempo, aumentando e rafforzando in tal modo i comportamenti negativi. Criticano, giudicano, censurano e condannano tutte le azioni dei figli. In questo modo, i figli si mettono sulla difensiva, rispondendo con ostilità e sfiducia.

8. Sono iperprotettivi

Madre orgogliosa del figlio

È giusto proteggere i propri figli dai pericoli e dalle cattive influenze. Un genitore diventa tossico quando questa protezione diventa eccessiva. Per esempio, quando non permette ai figli di andare in bici per paura che abbiano un incidente.

Oppure non li fa andare a una festa perché ci sono persone che potrebbero avere una cattiva influenza su di loro. È normale che i genitori desiderino il meglio per i propri figli, ma bisogna lasciarli liberi di fare le proprie scelte, così come di assumersi la responsabilità dei propri errori.

9. Hanno cattive abitudini

Quando i genitori hanno uno stile di vita poco sano, è molto probabile che anche i figli erediteranno le stesse abitudini, con le conseguenze che ne derivano. Per esempio, se da piccoli vengono nutriti con un’alimentazione poco equilibrata, i bambini tenderanno a essere in sovrappeso.

Conclusioni

Si può affermare che i figli sono lo specchio dei genitori, la loro proiezione più fedele. La cosa migliore da fare, pertanto, è educarli con il massimo rispetto, senza commettere alcun tipo di abuso e cercando di essere i migliori genitori possibili.

Se ci accorgiamo che stiamo limitando i nostri figli in qualche modo e non permettiamo loro di svilupparsi in modo pieno, vuol dire che stiamo agendo come genitori tossici.

David Stoop and James Masteller (1997-02-10). Forgiving Our Parents, Forgiving Ourselves: Healing Adult Children of Dysfunctional Families.

Lynne Namka, “Selfishness and Narcissism in Family Relationships

The Narcissistic Family: Diagnosis and Treatment – Stephanie Donaldson-Pressman and Robert Pressman,

Wikihow: “Cómo identificar a los padres tóxicos”

Karen Young: “Stronger for the Breaks – How to Heal from a Toxic Parent” en web.