Se volete bambini rispettosi, trattateli con rispetto

· 8 agosto 2016
I bambini seguono sempre l'esempio degli adulti, quindi se volete che i vostri figli siano rispettosi, ricordate di mantenere un comportamento coerente e di apprezzare il valore del rispetto.

Per diventare persone rispettose è indispensabile essere stati trattati con rispetto durante l’infanzia, nel periodo che marca più profondamente la vita di un essere umano.

Quando si parla di educazione del bambino o di stili educativi, ogni genitore è libero di scegliere l’approccio che più si avvicina ai propri valori.

Tuttavia, l’aspetto che non deve mai passare in secondo piano è la felicità del bambino.

Ci piace pensare che un domani, il bambino sarà un adulto capace di costruire un mondo migliore, più integro e più nobile.

Educare è un atto di responsabilità, è uno dei progetti più importanti da portare a termine. Ciò non significa esserne ossessionati o aspirare ad essere genitori perfetti. Spesso si tratta semplicemente di seguire la voce del cuore.

Oggi vogliamo parlarvi dell’educazione consapevole e rispettosa.

Bambini rispettosi, bambini amati

Quando nasce un bambino sappiamo ben poco di lui. Nel giro di qualche mese o anno, comincia a sviluppare il suo carattere, ma non è detto che questo sia frutto della genetica o la risposta esatta ai nostri “input” educativi.

Leggete anche: Educate i bambini alla felicità, non alla perfezione

Ogni bambino sviluppa la sua identità, fatta di gusti personali, passioni e paure. I figli non sono la copia dei genitori e non abbiamo il diritto di decidere come devono pensare o sentire.

Il nostro compito è accompagnarli durante il processo di crescita con amore e rispetto. Se vogliamo figli rispettosi, la strada giusta è crescere bambini rispettati, amati e apprezzati.

madre-e-padre-abbracciano-figlio

Rispettate il ritmo naturale di sviluppo del bambino

Nel corso degli anni ’90 si è affermata l’importanza della stimolazione precoce. Si tratta senza dubbio di una strategia eccezionale, la chiave per aiutare il bambino con problemi nello sviluppo ad assimilare processi di base.

  • Ebbene, non dobbiamo confondere la stimolazione precoce con “l’accelerazione“. Ci sono genitori che vorrebbero vedere i loro figli leggere in modo fluido già all’età di quattro anni.
  • Oppure genitori che insegnano al figlio di 5 anni a risolvere esercizi di matematica, o che attaccano subito con due lingue straniere; e poi, ci sono le lezioni di danza, musica, calcio…
  • Spesso affrettare i tempi significa allevare bambini già stressati. Lo stress, l’ansia e la pressione di non deludere le nostre aspettative non fanno parte di un’educazione rispettosa.
  • Lasciamo che i bambini crescano a “fuoco lento e con amore”. Lasciamoli giocare, scoprire il mondo con noi, muovere i primi passi, sporcarsi al parco, correre, cadere e rialzarsi.

Leggete anche: L’amore ha senso solo se condiviso

Tutto questo significa stimolare il valore del rispetto nei nostri figli. Sentendosi amati e rispettati, i bambini seguiranno il nostro esempio.

Bimbo-e-bimba-sotto-un-albero

Comprendete i loro sentimenti e aiutateli a incanalare le proprie emozioni

Chi rimprovera il proprio figlio dicendo: “smettila di piangere, che sei grande” oppure “non dire stupidaggini che ora non ho tempo e sono stanco” segna per sempre la sua sfera emotiva.

  • Un’educazione rispettosa comprende un approccio adeguato verso i più piccoli, che consenta al bambino di incanalare le emozioni e all’adulto di capire la sua rabbia, le paure e le ansietà.
  • Il rispetto delle emozioni è un esercizio salutare che aiuta a crescere e di cui i nostri figli ci saranno sempre grati.
  • Se un bambino si sente ascoltato, se percepisce che ogni parola detta ad alta voce verrà ascoltata, crescerà con maggiore sicurezza e maturità.

Educare al rispetto non significa assolutamente non imporre limiti al bambino. Questo è necessario. Proprio come la società ci impone i suoi limiti, anche i più piccoli devono essere capaci di accettare e interiorizzare alcune regole, alcuni doveri.

Educare ai diritti e doveri è una forma di rispetto. Permette al bambino di gestire la frustrazione e di sapere sempre cosa ci si aspetta da lui.

Il bambino che non conosce limiti, li oltrepasserà alla prima occasione e, vedendo come il suo comportamento porta a un risultato negativo, si sentirà frustrato e disorientato.

Non può diventare, pertanto, un bambino rispettoso, perché non gli è stato insegnato a costruire il valore del rispetto.

bambino-e-gatto-affacciati-alla-finestra

Come potete osservare, molte famiglie hanno abbracciato l’educazione al rispetto, perché sanno che amore e rispetto sono fili invisibili che guidano meglio i passi dei loro figli.

Leggete anche: Come educare emotivamente i figli con successo

  • I bambini hanno bisogno di camminare con sicurezza, ma allo stesso tempo devono sentirsi liberi di seguire il proprio ritmo, sapendo fino a dove possono spingersi.

Siate il miglior modello per i vostri figli. Ricordate che, al momento, sono “piccoli apprendisti” della vita e che imparano più dal nostro esempio che da mille parole.

Guarda anche