I peli incarniti e come prevenirli con alcuni consigli

· 13 Marzo 2019
Il modo migliore per prevenire la comparsa dei peli incarniti è semplicemente non depilarsi. Questo perché la peluria corporea compie importanti funzioni di protezione della pelle. Nel caso però vogliate comunque farlo, prendete alcune precauzioni.

I peli incarniti sono quelli che rasiamo o che togliamo con le pinzette, ma che poi crescono di nuovo sottopelle. Quando questo succede, di solito il problema è accompagnato da infiammazione e dolore. Compaiono anche dei piccoli rigonfiamenti al posto del punto in cui il pelo cresceva prima di ritirarsi.

Questo problema può colpire chiunque si depili. Non importa che usiate un rasoio, la pinzetta o la ceretta. Sebbene i peli incarniti non comportino alcun grave rischio, causano però parecchi fastidi a chi si depila.

I peli incarniti, inoltre, sono più frequenti tra gli uomini afroamericani che si radono la barba. Tuttavia, nessuno è esente da questo problema. Oltretutto, possono comparire sul viso, sul cuoio capelluto, sotto le ascelle, sul pube o sulle gambe.

Perché compaiono i peli incarniti?

Pelo infiammato
La struttura del bulbo pilifero gioca un ruolo essenziale nella comparsa dei peli incarniti.

I fattori che influiscono maggiormente sulla comparsa dei peli incarniti sono la struttura del pelo stesso e la direzione in cui cresce.

Ci sono bulbi piliferi curvi, da cui nascono peli arricciati. Questo aspetto contribuisce a far sì che il pelo rientri nella pelle, dopo essere stato tagliato.

Quando inizia a crescere di nuovo, lo fa, quindi, verso l’interno della pelle. Alcuni di questi peli, inoltre, crescono con una punta particolarmente affilata dopo essere stati rasi.

Questo succede in particolare se arrivano poco idratati al momento della depilazione.

Inoltre, le probabilità che compaiano peli incarniti aumentano quando si procede alla depilazione con pinzette.

Queste lasciano di solito “frammenti” di pelo che crescono verso l’interno della pelle. Inoltre, c’è un maggior pericolo che i peli crescano incarniti se si tende la pelle per depilarla.

Potrebbe interessarvi: Rimedi naturali per trattare la pseudofollicolite

Il metodo migliore di prevenzione

Il modo migliore per prevenire il problema dei peli incarniti è evitare di depilarsi. Gli esseri umani, infatti, hanno una peluria lungo tutta la superficie del corpo, eccetto sulle piante dei piedi e sui palmi delle mani, oltre che nelle mucose.

La sua funzione è quella di proteggere la pelle; i peli, insomma, non sono lì per puro capriccio.

Infatti, proteggono da polvere, sporcizia, raggi solari e irritazioni causate dal vento. Ma giocano anche un ruolo importante di difesa dai batteri e da altri microrganismi. Inoltre, esercitano una funzione isolante, contribuendo a regolare la temperatura.

Donna si rade con il rasoio
La depilazione altera la naturale crescita del pelo e aumenta le probabilità che si incarni.

D’altra parte, i peli assorbono anche il sudore, affinché non causi irritazioni alla pelle. La depilazione coinvolge la crescita naturale dei peli e per questo motivo evitarla sarebbe il modo migliore per prevenire complicazioni.

Potrebbe interessarvi: Peli sul viso: ridurne la comparsa con 4 ricette naturali

Metodi per prevenire i peli incarniti

Se non volete rinunciare alla depilazione, prendete almeno alcune misure preventive per ridurre le probabilità che si presentino i fastidiosi peli incarniti. I metodi consigliati sono i seguenti:

  • Eseguite regolarmente un’esfoliazione. Fate in modo che i pori si mantengano puliti e date alla pelle l’idratazione di cui ha bisogno. Questo accorgimento facilita la depilazione e fa sì che dia risultati più puliti.
  • Mantenete una buona idratazione. Quando non si beve acqua a sufficienza, la pelle si indurisce a diventa secca. Questo rende difficile ai peli attraversarla durante il loro processo di crescita.
  • Preparate la pelle. Prima della depilazione, si consiglia di inumidire la pelle con acqua calda. Questo contribuirà a fare in modo che i pori si aprano e ridurrà il rischio di comparsa dei peli incarniti.
  • Inumidite la pelle. Una buona idea è quella di applicare un gel o una crema idratante prima di depilarsi. In questo modo, lubrificherete la pelle e ammorbidirete i peli.
  • La lametta giusta. La cosa migliore è non usare lo stesso rasoio per più di tre volte. Infatti, le sue lame diventeranno man mano meno affilate e potrebbero danneggiare la pelle. Non ci sono prove che indichino di preferire la rasatura a doppia lama rispetto a quella a lama singola. Ognuno di noi dovrebbe provare e valutare la più efficace.

Inoltre:

  • La giusta frequenza. L’ideale sarebbe radersi tutti i giorni per prevenire i peli incarniti. Se non è possibile, è meglio farlo più spesso possibile.
  • Eseguite la rasatura nel modo corretto. Il modo giusto è radere nello stesso senso in cui cresce il pelo. In questo modo, altereremo di meno la naturale direzione del pelo in fase di crescita.
  • Non tendete la pelle. Si dovrebbe evitare di mantenere tesa la pelle durante la depilazione, perché farlo fa in modo che rilasciandola il pelo si ritiri e, quindi, si incarnisca.
  • Giusta detersione. Ogni volta che passate la lametta, dovete risciacquarla. A conclusione, inoltre, bisogna risciacquare a fondo la pelle depilata, per poi applicare una lozione delicata.
  • Zaballos, P., Ara, M., Rodero, J., Grasa, M. P., Agurruza, J. M., Carapeto, F. J., & Seral, C. (2002). Foliculitis postdepilación por Mycobacterium chelonae. Actas Dermo-Sifiliográficas, 93(4), 259-262.