Igiene intima maschile: come prendersene cura?

21 Aprile 2021
Una corretta igiene intima maschile riduce il rischio di infezioni, odori e altri fastidiosi disturbi. A quali aspetti bisogna prestare attenzione? Ne parliamo in questo articolo.

L’igiene personale garantisce benessere e comfort. Varie parti del corpo richiedono una pulizia accurata, tra queste i genitali per via del coinvolgimento nell’attività sessuale e dell’espulsione dell’urina. Vi invitiamo a leggere alcuni consigli per prendervi cura della igiene intima maschile.

I genitali tendono ad accumulare umidità a causa della loro funzione e dello stretto contatto con gli indumenti. Tuttavia, in molti casi non si prestano essi le giuste attenzioni.

Ciò può dipende da ignoranza, disattenzione o inconsapevolezza dei problemi che un’igiene intima inadeguata può scatenare. Ogni piega dell’area in questione deve essere pulita a fondo, poiché è proprio in questi punti che si accumula più sporcizia.

Importanza dell’igiene intima maschile

L’igiene intima maschile è determinante per la salute dei genitali e del resto del corpo. Quest’area è sottoposta a sudore, urina e liquido seminale, che tendono a lasciare residui in diverse parti del pene.

Di conseguenza, possono comparire cattivi odori, prurito, bruciore e altri sintomi fastidiosi. Oltre a ciò, a causa della presenza di batteri e altri microrganismi patogeni, si corre anche un alto rischio di infezioni.

In aggiunta, intorno alla testa del pene si accumula una sostanza nota come smegma. Agisce come lubrificante durante i rapporti sessuali, ma deve essere pulita bene durante la doccia quotidiana per evitare inconvenienti.

In caso contrario, lo smegma si accumula assieme a cellule morte, residui di grasso e altre sostanze che provocano cattivi odori, punti bianchi alla base del glande e infezioni che causano gonfiore.

Fare la doccia.
Una corretta igiene dei genitali maschili è fondamentale per prevenire la crescita di agenti patogeni nelle parti intime.

Continuate a leggere: 5 abitudini di igiene intima che non sono sane

Consigli per prendersi cura della zona intima maschile

Sebbene i genitali possano essere vulnerabili allo sviluppo di infezioni dovute alla sudorazione, all’accumulo di sostanze estranee e alla possibile concentrazione di micosi, il tutto può essere evitato grazie a una corretta igiene intima. Ma in cosa consiste esattamente?

1. Lavarsi tutti i giorni con acqua e sapone

L’acqua e il sapone permettono di eliminare i residui che si sono depositati sui genitali. Oltre a igienizzare il prepuzio, l’asta e i testicoli, la pelle del pene dovrebbe essere tirata leggermente indietro per insaponare e pulire l’intera area del glande.

Non è necessario usare una spugna, perché potrebbe lesionare il pene. La pulizia deve essere effettuata anche nell’inguine per evitare che il sudore si accumuli.

2. Asciugarsi bene con un asciugamano pulito per una corretta igiene intima maschile

La zona intima maschile va asciugata accuratamente, con un asciugamano pulito, in quanto non devono rimanere zone umide che facilitino l’accumulo di funghi e batteri.

Si consiglia di usare un asciugamano solo per le parti intime, diverso da quello del resto del corpo. In questo modo, non sarà già umido quando andrete ad asciugare i genitali.

3. Lavarsi dopo i rapporti sessuali

Il lavaggio con acqua e sapone è fondamentale dopo il rapporto sessuale, in quanto consente di eliminare residui di liquido seminale o batteri che possono essersi trasferiti durante lo scambio di fluidi con il partner.

4. Pulire l’area dopo aver urinato

Dopo la minzione, è necessario asciugare il pene con carta igienica per prevenire l’umidità o l’accumulo di sostanze che favoriscono la proliferazione dei batteri.

5. Indossare abiti di cotone puliti e comodi per una corretta igiene intima maschile

Cambiare ogni giorno la biancheria intima è fondamentale alla pari delle altre misure di igiene intima maschile. Evitate il contatto con indumenti che accumulano sporco o sudore.

Oltre a ciò, si consiglia di indossare indumenti comodi e in cotone per prevenire un’eccessiva sudorazione.

6. Evitare l’uso di prodotti inutili

Acqua e sapone neutro sono sufficienti per pulire efficacemente l’intera area intima. Prodotti come spray o profumi non devono essere applicati ai genitali, poiché possono provocare arrossamenti e irritazioni.

Uomo usa spray sulle mani.
Non è necessario applicare profumi o altri prodotti irritanti sulla zona intima maschile.

Problemi associati a una scarsa igiene intima maschile

Se non prestate la giusta attenzione all’igiene intima, prima o poi potreste andare incontro a diversi problemi. Nelle righe che seguono descriviamo in dettaglio i principali disturbi legati all’incuria in questa area.

Prurito e cattivo odore

Questi sintomi sono un chiaro indizio di scarsa igiene intima. A causa di ciò, ci si potrebbe sentire a disagio per gran parte della giornata e non inclini a trascorrere piacevoli momenti intimi con il proprio partner.

Rossore e gonfiore

Indicano la presenza di accumuli di sporcizia e che alcuni microrganismi, come i batteri, stanno aderendo alle pieghe umide dei genitali.

Possono anche essere una reazione avversa causata da un trattamento inadeguato o dall’uso di prodotti contenenti sostanze chimiche.

Balanite

È una malattia che provoca infiammazione del glande del pene. Si verifica a causa della mancata rimozione delle sostanze accumulate, che favoriscono lo sviluppo di batteri responsabili dell’infezione. I sintomi comprendono irritazione, prurito, bruciore, secrezione maleodorante ed eruzioni cutanee sul glande.

Postite

Questa condizione provoca l’infiammazione del prepuzio del pene. È dovuta a cattive abitudini igieniche responsabili dell’accumulo di microrganismi patogeni sulla pelle. I sintomi includono una forte irritazione che può causare dolore durante la minzione.

Balanopostite

Si verifica a causa dell’infiammazione contemporanea del glande e del prepuzio. Questa patologia unisce i sintomi della balanite e della postite, il che può rendere impossibile tirare indietro il prepuzio.

Scoprite: Biancheria per una migliore salute intima

L’igiene intima maschile, un’abitudine per la salute

È essenziale prendersi cura dell’igiene intima per godere di buona salute e proteggere il partner da malattie a trasmissione sessuale. A tale scopo, la routine di pulizia deve essere eseguita ogni giorno con costanza, dedizione e consapevolezza.

Ricordate di essere delicati per evitare dolorosi sfregamenti e lesioni. Infine, se si presentano sintomi associati a lesioni o possibili infezioni, è essenziale consultare uno specialista.

  • Bonet R. Garrote A. Higiene íntima masculina y femenina [Internet]. (S.L): Dermofarmacia; 2010 [citado 16 de marzo de 2021]
  • Chung JM, Park CS, Lee SD. Microbiology of smegma: Prospective comparative control study. Investig Clin Urol. 2019;60(2):127-132. doi:10.4111/icu.2019.60.2.127
  • Araiza J. Montes de Oca G. Ponce Olivera R. Bonifaz A. Balanitis y balanopostitis candidósica.
    Comunicación de 20 casos [Internet]. México: Dermatología Rev Mex; 2011 [citado 16 de marzo de 2021]