8 alimenti che provocano cattivo odore corporeo

19 maggio 2018
Sapevate che alcuni alimenti possono causare cattivo odore del corpo perché l’organismo non li assimila nel modo adeguato? Per risolvere questo problema dobbiamo ridurne il consumo.

Ci sono volte in cui notate di avere un cattivo odore corporeo e non sapete da cosa dipenda? Prestate attenzione perché, forse, è causato dal tipo di alimentazione che state seguendo.

Una prova di quanto detto sono questi 8 alimenti che possono essere responsabili della formazione di cattivo odore corporeo.

1. Pomodoro

Pomodori

Secondo lo scienziato britannico Charles Stewart esiste una relazione tra il cattivo odore del corpo e i pomodori. L’aroma di olio degli steli dei pomodori è molto simile a quello del sudore.

Perché succede ? L’odore del sudore si deve ai carotenoidi e i terpeni presenti anche nei pomodori.

Per questo c’è una relazione diretta tra la quantità di pomodori che consumiamo, così come di tutti gli alimenti che contengono terpeni, e l’aumento dell’odore durante la traspirazione.

Consigliamo di leggere anche: Usi cosmetici del pomodoro: efficaci ed economici

2. Latticini

Anche se non si direbbe, buona parte della popolazione del sudest asiatico e gli indigeni degli Stati Uniti sono intolleranti al lattosio, dal momento che non hanno l’enzima lattasi.

Per quanto riguarda il resto della popolazione, anche se non sono privi di questo enzima, possono assumerlo per evitare la formazione di gas, gonfiore e flatulenza.

Quando diventiamo intolleranti al latte, dopo averlo consumato, il sudore presenta uno strano odore di cavolo.

Se il vostro metabolismo non è in grado di digerire la leucina, la isoleucina e la valina, che si trovano nei latticini, i fluidi biologici umani acquisiscono un odore di sciroppo d’acero.

Se vi capita di farci caso, chissà non sia il sintomo di una intolleranza al lattosio.

3. Alcuni pesci

Tonno crudo

Alcuni pesci possono provocare un cattivo odore corporeo e non perché li si è toccati con le mani mentre li si cucinava.

Il pesce è ricco di vitamina A però alcuni, come le trote o il tonno, contengono colina (vitamina B4), che aggiunge all’odore umano un sentore di pesce.

Questo può essere l’effetto che deriva dalla possibilità che alcune persone sviluppino la “sindrome dell’odore di pesce”: trimetilaminuria. Si tratta di un fastidio per cui è necessario intervenire con una dieta speciale.

4. Alcuni tipi di cavolo

Tanto i broccoli come il cavolfiore o il cavolo cappuccio, sono ricchi di potassio e antiossidanti, però contengono anche una gran quantità di zolfo. Questa sostanza può far sì che, sudando, emaniamo un odore sgradevole.

Questo succede perché lo zolfo si dissocia in sostanze diverse che causano l’odore sgradevole che può durare anche parecchie ore. Può anche generare flatulenza.

Per evitarlo dovrete soltanto limitare le quantità assunte nella vostra alimentazione normale.

5. Muesli

Muesli con yogurt e mirtilli

Dentro il muesli ci sono prodotti come i cereali di grano, crusca, frutta secca e avena.

Sono alimenti che aiutano a migliorare il transito gastrointestinale e contengono molti nutrienti, però se se ne consuma in eccesso, possono favorire la formazione di gas.

Per evitarlo è consigliabile bere liquidi, dato che in questo modo si limiteranno gli effetti negativi legati all’assunzione di quantità eccessive di fibre.

6. Aglio e cipolla

Tanto l’aglio come la cipolla e il peperoncino sono alimenti che servono per accumulare sostanze che poi si eliminano attraverso il sudore e i polmoni.

Tutto questo fa sì che aumenti la percezione del loro odore nel corpo e nella bocca.

Di certo, questi due alimenti vanno evitati in cene o pranzi di lavoro, durante appuntamenti romantici, ecc. dal momento che, alla fine, provocano un alito pesante.

Consigliamo di leggere anche: Cipolla, aglio e limone: i 3 alimenti più potenti

7. Asparagi

piatto con asparagi

Gli asparagi posseggono poche calorie ma sono ricchi di saponina e cumarina. La saponina è utile per le persone con sclerosi o per quelle che soffrono di ulcera peptica.

D’altra parte, la cumarina ha effetti positivi sul sistema cardiovascolare. Inoltre, gli asparagi sono un ottimo antiossidante e un potente afrodisiaco.

Ma non mancano gli svantaggi.

L’asparago può cambiare l’odore del sudore e dell’urina. Questo deriva, in parte, dal gas metantiolo che si produce durante la digestione e che partecipa attivamente alla formazione di gas nell’intestino.

8. Carne rossa

La carne rossa ha un alto contenuto di ferro, fosforo, zinco, vitamine e creatina. Ma è anche un alimento che si digerisce lentamente e che l’intestino assorbe con difficoltà.

Se mangiate carne rossa più di due volte la settimana, noterete un impatto negativo sul vostro odore corporeo.

Guarda anche