Il finocchio: rimedio per curare fegato e reni

5 febbraio 2016
Il finocchio può migliorare la digestione e prevenire la comparsa di gas. Possedendo proprietà depurative e diuretiche, inoltre, contrasta la ritenzione idrica

Questo dato vi sembrerà curioso: i romani attribuivano al finocchio proprietà magiche e curative, e quest’idea rimase addirittura fino allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, quando ai soldati venivano messe ghirlande con fiori e finocchio per augurare loro buona fortuna.

Al giorno d’oggi, questa pianta dall’intenso aroma di anice continua ad essere molto comune nella medicina naturale, oltre ad essere molto utilizzata in cucina. Il suo beneficio principale riguarda la cura del fegato e dei reni.

Oggi nel nostro spazio vogliamo parlarvi delle grandi bontà del finocchio. Volete saperne di più?

Il finocchio: un alimento nutrizionale e curativo

Il finocchio è un bulbo bianco con gambi verdi e fiori gialli. C’è chi utilizza solo i semi, ma in realtà si può trarre beneficio da tutto il finocchio, preparando infusi, zuppe, insalate oppure salse.

Sono conservati testi antichi in cui si legge che più di 3000 anni fa il finocchio veniva valorizzato come rimedio curativo. Gli egizi lo apprezzavano, alla pari dei greci, dei romani e degli indiani, soprattutto per le sue proprietà depurative, spasmodiche e carminative.

Leggete anche 8 alimenti per depurare il fegato

Vi piacerebbe sapere qual è la sua composizione nutrizionale? Prendete nota, perché di certo vi sorprenderà:

  • Vitamine del gruppo B (B3, B6 e B9 o acido folico)
  • Provitamina A
  • Vitamina C
  • Potassio
  • Fosforo
  • Ferro
  • Calcio
  • Magnesio

Il finocchio: un tonico per i reni ed il fegato

finocchio

Potremmo dire che il finocchio prima di ogni cosa è un depurativo naturale. Possiede un potente effetto diuretico, motivo per il quale molta gente lo utilizza soprattutto per preparare infusi o frullati depurativi.

I suoi principi attivi si trovano soprattutto nei suoi oli essenziali, molto ricchi di anetolo ed antiossidanti molto potenti che aiutano a trattare problemi di fegato grasso o qualsiasi infiammazione.

Le principali virtù del finocchio per prendersi cura della salute epatica e renale sono le seguenti:

  • Il finocchio facilita la digestione, evita la formazione di gas e migliora il corretto assorbimento dei nutrienti.
  • Essendo un bulbo molto ricco di vitamina C, rafforza il sistema immunitario ed ottimizza le funzioni epatiche.
  • Sapevate che il finocchio contiene molto ferro? È molto utile nel caso in cui si soffra di anemia o di qualche affezione ai reni.
  • Il finocchio è disintossicante e favorisce l’eliminazione delle tossine tramite l’urina; al tempo stesso, evita la ritenzione idrica.
  • È ideale in caso di qualsiasi infezione urinaria.
  • È molto utile per abbassare la febbre.
  • Questo bulbo così apprezzato nella medicina naturale aiuta anche a ridurre il colesterolo cattivo o LDL.
  • Il finocchio presenta anche proprietà calmanti che possono agire come analgesici molto blandi. Utile in caso di dolori addominali associati alle mestruazioni, ad esempio.

Ricette al finocchio per proteggere fegato e reni

insalata rucola pera finocchio

Insalata di rucola, pera e finocchio

Ingredienti

  • 2 cucchiai di finocchio tagliato a fettine molto sottili (20 gr)
  • Un mazzetto di rucola
  • 1 pera
  • 1 cucchiaio di miele (25 gr)
  • Il succo di mezzo limone
  • Un filo di olio extra vergine d’oliva
  • Un pugno di pinoli
  • 10 uve passe

Utensili

  • Un coltello
  • Una padella
  • Una ciotola per insalata

Procedimento

  • Inizieremo lavando bene le foglie di rucola, per poi fare lo stesso con il finocchio e tagliarlo a fettine, più sottili possibili.
  • Lavate la pera e tagliatela a metà. In seguito, tagliatela a fettine. Quello che farete con la pera sarà caramellarla; a tale scopo, prendete una padella e mettete un cucchiaio di miele.
  • Una volta caldo, lasciate cadere le fettine di pera in modo da prendere il sapore. Togliete dal fuoco.
  • Prendete la ciotola per insalate e mettete la rucola, il finocchio, l’uva passa, i pinoli e le pere caramellate.
  • Condite con un po’ di succo di limone ed olio d’oliva, a gusto.

Infuso di finocchio per proteggere il fegato

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di semi di finocchio (5 gr)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Preparazione

  • Questo infuso è molto semplice da preparare. Avrete bisogno dei semi del finocchio che potete trovare in erboristeria, dove possono assicurarvi che la coltivazione è stata biologica e che potrete godere di tutti i loro benefici.
  • Iniziate facendo bollire il bicchiere d’acqua, per poi aggiungere 5 grammi di semi di finocchio. Lasciate in infusione per 15 o 20 minuti; in seguito, lasciate riposare altri 10 minuti.
  • Trascorso questo tempo, filtrate il tutto.

Per ottenere un’adeguata depurazione dell’organismo ed ottimizzare il funzionamento di fegato e reni, dovreste bere 3 tazze al giorno per 3 giorni di seguito.

La prima tazza potete berla a colazione e le altre due 15 minuti dopo i pasti. In questo modo, faciliterete la digestione ed eliminerete le tossine.

Potete optare per questo trattamento due volte al mese o quando ritenete opportuno.

Guarda anche