Come incentivare l’amore per la lettura nei bambini?

12 marzo 2018
Dobbiamo considerare l'amore per la lettura come un'eredità, dunque dobbiamo dare l'esempio ai nostri figli affinché anche loro imparino ad amare i libri

L’amore per i libri è un’abitudine che deve essere coltivata sin da bambini. Per questo motivo, oggi scopriamo alcuni modi di incentivare l’amore per la lettura nei nostri figli persino prima che inizino a parlare.  

La lettura stimola l’immaginazione e la creatività, inoltre permette di acquisire lessico e migliora le nostre abilità di scrittura.

Leggete: Migliorare la creatività: una sfida possibile  

Incentivare l’amore per la lettura nei bambini non è complicato, ma sono necessarie alcune strategie da mettere in atto ogni giorno e nelle quali i genitori svolgono un ruolo determinante.

Incentivare l’amore per la lettura è possibile dando l’esempio

mamma e figlia leggono un libro sul tappeto

Non possiamo pretendere di incentivare l’amore per la lettura nei nostri figli se noi per primi non abbiamo l’abitudine di leggere. Ricordiamo che i bambini imitano tutto quello che fanno gli adulti 

Se ci risulta complicato leggere, possiamo iniziare poco per volta: leggere ai piccoli una storia prima di addormentarsi o in qualsiasi altro momento della giornata.

Questo avvicinerà noi e i bambini ai libri, familiarizzando con essi e vedendoli come strumenti molto divertenti.

Per ottenere le ripercussioni che desideriamo nei più piccoli di casa, è indispensabile iniziare il prima possibile a incentivare l’amore per la lettura.

Scoprite: Educare non significa creare, ma aiutare il bambino a credere in se stesso

Vi sono libri adatti per i bambini che presentano molte illustrazioni e altri interattivi che gli permetteranno di interagire e prendere familiarità con essi.

Tuttavia, ricordiamo che noi stessi dobbiamo provare a leggere un po’ di più. Se i nostri figli non ci vedono mai con un libro in mano, come possiamo pretendere che lo facciano loro?

Lasciamo scegliere ai bambini

Bambino che legge sul divano

I genitori a volte vogliono avere voce in capitolo come se solo loro potessero scegliere, sapere e determinare quello che è meglio per i loro figli.

Tuttavia, perché non chiedere loro cosa vogliono? Cosa gli piacerebbe leggere? Quale titolo gli risulta più interessante?  

Dobbiamo tenere in grande considerazione la loro scelta, poiché quello che vogliamo è che i più piccoli si interessino alla lettura e che tenere un libro tra le mani non gli risulti “strano”.

Se la scelta dei bambini non ci convince, possiamo giungere ad un accordo. Un libro lo scegliamo noi, quello successivo il bambino e così via.

In questo modo, i bambini saranno più motivati; non dimentichiamo che la lettura deve essere un’attività piacevole.

Leggete: Per educare bambini buoni, bisogna renderli felici  

Se i più piccoli non leggono quello che gli interessa davvero, vedranno la lettura come un’imposizione, dunque cercheranno di non farlo.

Non desideriamo che leggera abbia connotazioni negative per loro, bensì tutto il contrario. Quindi, che ne dite di iniziare a prendere in considerazione i loro desideri e le loro richieste?

L’importanza di creare un’abitudine

Papà e figlia con libro

Creare abitudini è importante soprattutto per incentivare l’amore per la lettura nei bambini, ma anche in altri ambiti della nostra vita.

Possiamo leggere con i bambini prima di dormire, dopo i pasti o in qualsiasi altro momento della giornata. L’importante è farlo ogni giorno.

In questo modo, riusciremo a incentivare l’amore per la lettura in modo efficace e alla svelta, riuscendo a far comprendere ai più piccoli quanto è importante creare delle abitudini.

Le abitudini non sono che un modo di organizzarsi, di strutturare ogni giornata e che tutto questo dia risultati a lungo termine. Sappiamo già che quanto prima si inizia, meglio è. Iniziamo subito?

Incentivare l’amore per la lettura è un grande insegnamento che possiamo offrire ai più piccoli. Molte volte noi stessi ci inventiamo delle scuse per non leggere affermando di non avere tempo quando, in realtà, consideriamo la lettura una perdita dello stesso.

Quando in casa ci sono dei bambini, possiamo recuperare una delle abitudini che apporta maggiori benefici e che spesso accantoniamo.

Guarda anche