Iperodonzia: cause e opzioni di trattamento

2 Dicembre 2019
L'iperodonzia è una condizione che deriva dalla comparsa di denti in eccesso. Si stima che colpisca all'incirca il 3% della popolazione. Quali sono le cause? Quali sono le terapie a disposizione? Ve lo diciamo noi.

La iperodonzia è una condizione clinica in cui la persona sviluppa un numero eccessivo di denti, ben al di sopra del normale (32 denti in una persona adulta e 20 denti nei bambini). Si calcola che colpisca tra il 2 e il 3% della popolazione. Di cosa si tratta esattamente? Ne parliamo in dettaglio in questa sede. Vi parleremo anche delle principali cause e dei trattamenti a disposizione.

Cos’è l’iperodonzia?

L’iperodonzia è un sovrannumero di denti. Questi denti in eccesso che crescono nel cavo orale sono i cosiddetti sovrannumerari. La maggior parte si trova nell’arcata superiore e, nello specifico, nella linea mediana tra canino e canino.

Il più comune è il cosiddetto mesiodens, che si trova tra i due incisivi centrali superiori. In generale, hanno una forma simile a quella dei denti adiacenti, anche se ne esistono di diverso tipo:

  • A forma di perno o di canino.
  • Molariforme: a forma di molare.
Iperdontia problemi multipli
L’iperodonzia è accompagnata da anomalie nella fuoriuscita del dente. Può essere semplice, multipla o associata a diversi sindromi.

La fuoriuscita di questi denti può provocare diversi problemi, perché occupano lo spazio dell’arcata di altri denti oppure perché bloccano l’eruzione. Esistono tre tipologie di iperodonzia:

  • Semplice: vi è un solo dente in eccesso.
  • Molteplice: vi sono diversi denti in eccesso, più difficile da individuare.
  • Associata ad altre sindromi: come la displasia cleido-craneale, la sindrome di Ehler-Danlos o il labbro leporino.

Leggete anche: Ridurre i danni del fumo con 4 vitamine

Cause dell’iperodonzia

Le anomalie nel numero dei denti possono esistere a causa di un difetto conosciuto come ipodontia oppure per un eccesso di denti, chiamato, come abbiamo visto, iperodonzia. Può manifestarsi sia nella dentatura da latte che nella dentatura definitiva. Si parla di iperodonzia quando il numero di denti è superiore a 20 nella dentatura temporanea e a 32 nella dentatura definitiva.

La causa esatta è sconosciuta, ma c’è un componente genetico coinvolto nell’iperodonzia non sindromica. I denti in sovrannumero si formano per iperattività delle cellule embrionali, il che può essere dovuto a cause di diversa natura:

  • Locali: ovvero da infezione, trauma, ecc.
  • Generali: tra queste troviamo quelle scatenate da sindromi

Di solito è riscontrabile negli uomini in un rapporto di 2:1 rispetto alle donne. Allo stesso tempo, è più comune nella dentatura definitiva rispetto a quella da latte.

Come funziona il trattamento di una iperdontia?

La diagnosi di questa patologia viene elaborata a seguito di una radiografia, allo scopo di valutare i germi dentari. Possono presentarsi sintomi clinici, come un ritardo nella fuoriuscita del denti, mal posizionamento dentale, diastemi. La terapia va stabilita a seconda del tipo di sovrannumero e di caso in caso.

Intervento dentistico
L’iperodonzia può essere trattata in diversi modi. Tuttavia, è necessario approfondire ogni caso in particolare.

Estrazione

L’estrazione del dente in eccesso è in genere il tipo di intervento consigliato, allo scopo di evitare possibili problemi dovuti alla fuoriuscita del dente o al posizionamento dello stesso nell’arcata.

Eppure, si rischia che un’estrazione precoce, nel caso dei bambini, possa danneggiare la radice dei denti adiacenti, ancora in fase di formazione. Per questo motivo, bisogna eseguire uno studio del caso per decidere il giusto momento dell’estrazione.

Potrebbe interessarvi: Cura canalare: cos’è e quando si usa?

Ortodonzia

A seguito di estrazione del dente in sovrannumero, è necessario fare ricorso all’ortodonzia per poter armonizzare l’arcata e per conservare lo spazio destinato al dente permanente e che era occupato dal dente in più.

Sostituzione di un altro dente per mezzo dell’agenesia

Alcuni casi di iperodonzia si devono all’assenza di un altro dente, al posto del quale esce un dente che ha una forma poco comune. In questi casi, si utilizzerà il dente in sovrannumero per sostituire il dente mancante, modellandolo mediante una faccetta o una corona dentale.

In sintesi

Quando una persona presenta un numero di denti superiore alla norma, si parla di iperodonzia. Si tratta di una condizione in cui sono state individuate delle componenti genetiche, ma anche altri fattori, come i traumi. Il trattamento dipenderà dalle condizioni di ogni individuo; per questo è necessario eseguire uno studio completo del caso.

  • Demiriz L, Durmuşlar MC, Mısır AF. Prevalence and characteristics of supernumerary teeth: A survey on 7348 people. J Int Soc Prev Community Dent. 2015;5(Suppl 1):S39–S43. doi:10.4103/2231-0762.156151
  • Amini F, Rakhshan V, Jamalzadeh S. Prevalence and Pattern of Accessory Teeth (Hyperdontia) in Permanent Dentition of Iranian Orthodontic Patients. Iran J Public Health. 2013;42(11):1259–1265.
  • Parolia A, Kundabala M, Dahal M, Mohan M, Thomas MS. Management of supernumerary teeth. J Conserv Dent. 2011;14(3):221–224. doi:10.4103/0972-0707.85791
  • Meighani G, Pakdaman A. Diagnosis and management of supernumerary (mesiodens): a review of the literature. J Dent (Tehran). 2010;7(1):41–49.
  • Subasioglu A, Savas S, Kucukyilmaz E, Kesim S, Yagci A, Dundar M. Genetic background of supernumerary teeth. Eur J Dent. 2015;9(1):153–158. doi:10.4103/1305-7456.149670
  • Ata-Ali F, Ata-Ali J, Peñarrocha-Oltra D, Peñarrocha-Diago M. Prevalence, etiology, diagnosis, treatment and complications of supernumerary teeth. J Clin Exp Dent. 2014;6(4):e414–e418. Published 2014 Oct 1. doi:10.4317/jced.51499