Ortodonzia invisibile: che cos’è?

18 Settembre 2019
L'ortodonzia invisibile è una delle tecniche più innovative e offre maggiori vantaggi estetici rispetto alle tecniche di allineamento dentale con gli apparecchi. In cosa consiste?

Viene chiamato ortodonzia invisibile quel trattamento odontoiatrico che impiega apparecchi trasparenti e quasi invisibili a semplice vista. È una tecnica innovativa con vantaggi estetici in più rispetto alla tecnica con apparecchi e fili che coprono gran parte del dente. Vediamo in che cosa consiste e quali sono i vantaggi.

Cosa significa ortodonzia?

L’ortodonzia è una branca dell’odontoiatria. Si occupa dello studio, la prevenzione e il trattamento delle anomalie maxillo-facciali in termini di dimensioni, posizione e forma.

Lo scopo di questa specialità è correggere le alterazioni e ottenere uno stato ottimale di salute della bocca, armonia del sorriso e corretto allineamento dei denti.

L’ortodonzia fa ricorso a diversi dispositivi per la correzione dei denti. I più comuni sono gli apparecchi o placchette, strutture metalliche o di ceramica che vengono fissati sui denti. Al loro interno vengono fatti passare fili o archi di diverso spessore. Questi archi consentono di spostare i denti generando forze di trazione con le placchette.

L’ortodonzia ha fatto molti progressi nel tempo. Oggi è possibile spostare i denti attraverso mascherine che si adattano alla dentatura e che sono praticamente invisibili.

Donna sorridente dal dentista
L’ortodonzia è la disciplina che permette di correggere le alterazioni delle strutture maxillofacciali.

In che cosa consiste l’ortodonzia invisibile?

È un trattamento che prevede l’impiego di mascherine trasparenti o allineatori. Per pianificare questo tipo di intervento, si ricorre a una serie di modelli virtuali in 3D; in questo modo è possibile ottenere una simulazione del movimento dei denti per l’intero trattamento.

Gli allineatori sono mascherine in materiale termoplastico dello spessore di circa 0.5 mm, dunque quasi invisibili. Per raggiungere lo spostamento desiderato, la mascherina è accompagnata da una serie di formine bianche, da applicare sui denti, chiamate attacchi. 

Le mascherine devono essere essere sostituite ogni 10-15 giorni. Il trattamento può durare dai 4 mesi ai 2 anni, a seconda del grado di correzione necessario per ciascun paziente.

È importante sapere che questo trattamento non può risolvere tutti i problemi relativi alla dentatura. È infatti indicata per gli spostamenti di piccola entità, giroversioni, etc. Per gli spostamenti importanti la tecnica consigliata è invece l’apparecchio fisso con placchette.

Vantaggi dell’ortodonzia invisibile

  • È un trattamento altamente estetico.
  • Evita le piaghe o ferite che tendono a produrre gli apparecchi e gli archi con la tecnica ortodontica tradizionale. È quindi un trattamento meno invasivo per il paziente.
  • Permette una maggiore igiene. Le mascherine possono essere rimosse e spazzolate. Poiché l’apparecchio fisso è più difficile da pulire, si tende a produrre un accumulo di placca sulle gengive che può essere causa di gengiviti o infiammazione.
  • Gli allineatori sono costruiti sullo stampo della bocca del paziente. Il trattamento, quindi, è del tutto personalizzato.
  • Consentendo una migliore igiene, espone meno al rischio di carie, gengiviti, macchie bianche, etc.
  • Per i piccoli spostamenti fornisce un risultato identico a quello offerto dall’ortodonzia convenzionale. In alcuni casi può essere addirittura più rapido.

Potrebbe interessarvi anche: Salute dentale: 5 sane abitudini

Apparecchio invisibile
L’ortodonzia invisibile è una tecnica interessante perché offre maggiori vantaggi estetici rispetto all’apparecchio fisso tradizionale.

Svantaggi

  • Le mascherine devono essere indossate almeno 20 ore al giorno per ottenere il risultato sperato. Si possono togliere durante i pasti e per le pratiche di igiene.
  • Devono essere indossate con continuità, altrimenti il trattamento si prolunga o la situazione potrebbe addirittura peggiorare.
  • I pazienti affetti da bruxismo tendono a logorare velocemente le mascherine, che dovranno pertanto essere sostituite con più frequenza.
  • Comporta in genere un costo maggiore rispetto al trattamento con apparecchio fisso.

Scoprite anche: Ascesso dentale: che cos’è e come si cura

Questo trattamento è adatto per adulti e bambini. Occorre sempre tenere presente che l’ortodonzia è un passo successivo alla cura di altre patologie del cavo orale. Vale a dire, prima occorre procedere con trattamenti urgenti come le otturazioni, la pulizia dei denti, l’endodonzia e altro.

In breve

L’ortodonzia invisibile con allineatori è un’innovazione nel ramo dell’odontoiatria. Consente di raggiungere l’obiettivo garantendo al paziente il minimo impatto estetico e il massimo comfort.

Grazie alla simulazione mediante software 3D è possibile essere molto precisi, con un monitoraggio dettagliato delle condizioni del paziente.

  • Anbuselvan GJ, Karthi M, Raja S, Prabhakar K, Mahabob MB. Advancement of orthodontic and craniofacial research sites in the last three decades. J Pharm Bioallied Sci. 2012;4(Suppl 2):S283–S284. doi:10.4103/0975-7406.100273
  • Kumar, K., Bhardwaj, S., & Garg, V. (2018). Invisalign: A Transparent Braces. Journal of Advanced Medical and Dental Sciences Research. https://doi.org/http://dx.doi.org/10.21276/jamdsr
  • AH Ali, S. A., & Miethke, H. R. (2017). Invisalign®, an innovative invisible orthodontic appliance to correct malocclusions: advantages and limitations. Dental Update. https://doi.org/10.12968/denu.2012.39.4.254
  • Malik, O. H., McMullin, A., & Waring, D. T. (2013). Invisible orthodontics part 1: invisalign. Dental Update.
  • McMullin, A., Waring, D. T., & Malik, O. H. (2017). Invisible orthodontics part 2: lingual appliance treatment. Dental Update. https://doi.org/10.12968/denu.2013.40.5.391
  • Waring, D. T., McMullin, A., & Malik, O. H. (2017). Invisible orthodontics part 3: aesthetic orthodontic brackets. Dental Update. https://doi.org/10.12968/denu.2013.40.7.555