Lasciar andare il passato, perdonare e voltare pagina

· 6 Agosto 2016
Non lasciate che il passato vi impedisca di andare avanti. Imparate a considerare gli errori come una parte fondamentale del vostro percorso di crescita e di apprendimento

Il passato a volte grava su di noi fino al punto di non lasciarci vivere il presente in pace e in armonia. Questo capita quando ci è successo qualcosa che blocca e paralizza, impedendoci di andare avanti. È facile, a parole, affermare che dobbiamo lasciar andare il passato se vogliamo continuare il nostro cammino.

Quando, però, risulta così faticoso, quando non avviene in modo naturale, significa che c’è un problema di fondo da risolvere.

Abbiamo commesso degli errori? Impariamo a fare meglio

Uno dei principali ostacoli al lasciar andare il passato è rappresentato dagli errori commessi. Il peso che esercitano sulla nostra coscienza per non aver agito bene, per aver fatto ciò che in realtà andava contro i nostri principi e la nostra volontà, ci attanaglia e non ci dà pace.

ragazza triste con testa appoggiata al muro

Sappiamo che la maggior parte degli errori può essere risolta; ma che succede con quegli errori che sembrano essere irrimediabili? La soluzione è semplice: dobbiamo imparare da essi. Dobbiamo comprendere che anche dalle situazioni peggiori è possibile trarre un insegnamento.

Non abbiate, dunque, paura degli errori, anche di quelli che vi pesano sulla coscienza. In caso contrario non riuscirete ad andare avanti ancorandovi a un passato che, in ogni caso, non si può più cambiare! Guardate al futuro, perché non potete tornare indietro e modificare ciò che ormai è stato fatto.

Leggete anche: Private di potere tutto quello che turba la vostra mente

Aiuta lamentarci degli errori che abbiamo commesso? Naturalmente no.  Sbagliare è umano e ci dà la possibilità di imparare, mostrandoci che nessuno è perfetto. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che gli errori hanno anche un aspetto positivo. È proprio grazie a essi che cresciamo e impariamo.

Non rinunciate alla felicità

Non è sempre vero che i bei tempi andati sono migliori di quelli odierni. Anzi, è probabile che il nostro passato comprenda episodi e circostanze tristi e buie che ancora oggi ricordiamo. Nonostante tutto, l’importante è comprendere che ormai è acqua passata e non possiamo vivere ancorati al tempo che fu. Il nostro presente è qui e adesso.

lasciar andare il passato- donna con velieri sui capelli e pesci

Sono molte le persone che non riescono a lasciar andare il passato e a condurre una vita felice proprio per la loro incapacità di voltare pagina. È normale tornare con la memoria a eventi o a circostanze del passato. È, tuttavia, un viaggio che va fatto solo per imparare: comprendere perché è successo e ricordare cosa ci ha insegnato.

Perdonare, perdonarci è indispensabile per lasciar andare il passato

Per riuscire a cogliere un insegnamento positivo dai nostri errori, dobbiamo imparare a perdonare e anche a perdonarci. Il rancore, infatti, lungi dall’essere vantaggioso, occupa i nostri pensieri e ci distrae dalla felicità che dovremmo goderci nel presente. È fondamentale, quindi, abbandonare quello che è fonte di rancore.

Non basta solo perdonare gli altri. Dobbiamo imparare anche a perdonare i nostri errori. In questo modo ci leveremo un enorme peso dalla coscienza.

Per far ciò, è necessario offrirci l’opportunità di cambiare pagina, senza per questo negarci la possibilità di voltarci indietro ogni tanto. L’importante è che sia solo uno sguardo e che ci faccia avanzare di un passo verso la felicità.

Il momento di lasciar andare il passato è adesso

lasciar andare il passato rappresentato da donna e barbagianni

Vi siete mai chiesti in cosa consista la dipendenza? Dipendere da qualcuno, ad esempio, per paura di rimanere soli, magari perché in passato abbiamo vissuto esperienze traumatiche e abbiamo sofferto un abbandono. Nel caso del nostro passato, a volte, succede lo stesso: sviluppiamo verso di esso una dipendenza.

Il modo per combattere e sconfiggere la dipendenza dal passato è comprendere che, proprio come il suo nome indica, ormai è trascorso e, pertanto, non si può cambiare. Vivere legati al passato, rimuginando di continuo, ci renderà apatici e tristi, incapaci di andare avanti e superare i limiti che noi stessi ci siamo creati.

Se non siamo in grado di lasciar andare il passato, non riusciamo a proseguire. Restarvi ancorati è come vivere legati a una corda che noi stessi abbiamo annodato e che, quindi, solo noi possiamo sciogliere. E il momento di farlo è arrivato. È adesso.

Non andatevene senza prima aver letto: Codipendenza: legami che fanno male

Concentrarsi sul presente per lasciar andare il passato

Impariamo a guardare il passato con occhio critico: ciò che abbiamo fatto bene, gli errori che abbiamo commesso, quello che ci è accaduto. Perdoniamo chi ci ha fatto del male e concentriamoci finalmente sul nostro presente, prestando attenzione agli aspetti che vogliamo cambiare rispetto al passato: è molto importante compiere questo passo e agire di conseguenza.

lasciar andare il passato - ragazza di spalle con corona di fiori

A tutti capita di viaggiare con la mente a episodi e situazioni del passato: l’importante è saper ritornare al presente, poiché la realtà in cui viviamo è qui e adesso. Viviamo nel presente e camminiamo verso il futuro.

Non lasciatevi attanagliare da un passato che ormai è finito, soprattutto se porta con sé aspetti che vi fanno soffrire. Oggi avete la possibilità di cambiare: oggi avete l’opportunità di essere felici.