L'avena per la salute: 10 fantastici benefici

L'avena possiede numerose proprietà benefiche per la salute. Consumata regolarmente, permette di controllare colesterolo e glicemia e proteggere il cuore.
L'avena per la salute: 10 fantastici benefici

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2021

In molti consigliano di consumare l’avena per migliorare la propria salute. Perché? L’avena è tra i cereali più completi, deliziosi e sani che potete trovare in commercio.

A livello mondiale è uno dei più consumati, infatti vanta un alto valore nutrizionale ed energetico, per questo è l’ingrediente alla base dell’alimentazione  di molte civiltà e culture.

L’avena è comunemente conosciuta come “la regina dei cereali” perché contiene più proteine, vitamine, carboidrati e nutrienti rispetto a tutte le altre varietà di cereali.

La cosa migliore è che è possibile consumare avena tutto l’anno, infatti è sempre disponibile e ad un prezzo economico. Volete conoscere i motivi per cui vale la pena consumare avena tutti i giorni?

Continuate a leggere l’articolo per saperne di più!

L’avena per trattare diversi disturbi:

1. Controllare il colesterolo

L’avena contiene un composto chiamato Beta-glucano (fibra) che, secondo i ricercatori, è di grande beneficio per le persone che hanno problemi di colesterolo alto.

Aggiungere l’avena tra gli ingredienti della colazione di tutti i giorni può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

2. È antiossidante

schema del cuore con vene e arterie

L’avena possiede anche proprietà antiossidanti che contribuiscono a combattere i radicali liberi legati al colesterolo cattivo. Questa proprietà è davvero importante anche per prevenire le malattie cardiovascolari.

3. L’avena per rinforzare il sistema immunitario

Il Beta-glucano dell’avena aiuta a migliorare la risposta del sistema immunitario in presenza di virus e batteri responsabili delle infezioni.

Consumare tutti i giorni una porzione di avena aiuta a rafforzare il sistema immunitario e quindi a proteggere il nostro corpo da agenti patogeni.

4. Aiuta a combattere il diabete

l'avena per combattere il diabete

Le persone che consumano avena regolarmente sono meno propense a sviluppare il diabete di tipo II.

La fibra solubile dell’avena può aiutare le persone diabetiche perché stimola la digestione dell’amido, regolando i livelli di zucchero, in particolare dopo l’ingestione degli alimenti.

5. Migliora la digestione

Il consumo di avena aiuta a migliorare la digestione, infatti la fibra è ideale per favorire il transito intestinale ed evitare problemi come la stitichezza.

La fibra insolubile dell’avena, inoltre, aiuta a ridurre gli acidi biliari e a diminuirne la capacità tossica.

6. Dà una sensazione di sazietà

fiocchi di avena

Uno dei motivi per cui si raccomanda di consumare avena a colazione è perché è un alimento che offre una sensazione di sazietà più a lungo, quindi impedisce di mangiare di continuo.

Questo beneficio è legato ai carboidrati complessi, conosciuti anche come carboidrati a lento assorbimento.

7. Magiare l’avena per prevenire i tumori

L’avena contiene lignani e fitoestrogeni, due sostanze fondamentali nella prevenzione di alcuni tipi di cancro.

Per questo motivo, si raccomanda il consumo di avena specialmente alle donne in menopausa, infatti alcuni studi hanno riscontrato che l’avena è molto importante per ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno.

8. Aiuta a combattere l’asma

L’avena ha anche un’azione espettorante, quindi è di grande aiuto per le persone che soffrono di tosse e bronchite. Gli studi hanno rivelato che aumentare il consumo di cereali integrali come l’avena può ridurre fino al 50% il rischio di asma, soprattutto nei bambini.

Lo studio includeva anche il pesce e la fibra dei cereali, di conseguenza ne è risultato che il consumo di cereali e di pesce può ridurre del 50% il rischio di avere problemi di asma e dell’80% il rischio di restringimento delle vie respiratorie nei bronchi.

9. Consumare l’avena per proteggere il cuore

l'avena per proteggere il cuore

L’avena contiene lignani, dei fitochimici presenti anche in altre varietà di cereali, che vengono sintetizzati grazie alla flora intestinale e possono proteggere il cuore da diverse malattie.

10. È diuretica

Il consumo di avena aiuta ad eliminare l’acido urico ed aumenta la quantità di urina grazie al silicio che contiene.

L’avena è quindi molto utile per combattere la gotta e altre malattie legate alla ritenzione idrica.

Come consumare l’avena per colazione?

Anche se l’avena può essere consumata in molti modi a colazione, noi di Vivere più Sani vi proponiamo una semplice ricetta per godere di tutte le proprietà dell’avena e cominciare la giornata carichi di energie.

Ingredienti

  • ½ tazza di farina di avena integrale
  • 6 mandorle
  • 2 noci
  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • Miele o stevia
  • 1 cucchiaino di uva passa
  • Bevanda vegetale al cocco o alle mandorle

Cosa dovete fare?

  • Riempite a metà un recipiente con una buona quantità di farina di avena integrale. Poi aggiungete un cucchiaio di semi di chia.
  • Mescolate bene i due ingredienti e poi versate la bevanda vegetale che avete scelto fino a coprire il tutto, ma lasciando spazio per aggiungere gli altri ingredienti.
  • Aggiungete gli ingredienti rimanenti, coprite il recipiente e lasciatelo in frigorifero tutta la notte. Il giorno dopo potete aggiungere ancora un po’ di bevanda vegetale.
Potrebbe interessarti ...
Mela verde e avena per un cuore più forte
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Mela verde e avena per un cuore più forte

Forse nella vostra lista della spesa state dimenticando due alimenti salva vita: mela verde e avena. Stiamo esagerando? Niente affatto.



  • Chandalia, M., Garg, A., Lutjohann, D., Von Bergmann, K., Grundy, S. M., & Brinkley, L. J. (2000). Beneficial effects of high dietary fiber intake in patients with type 2 diabetes mellitus. New England Journal of Medicine342(19), 1392-1398. Available at: https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJM200005113421903. Accessed 06/03/2020.
  • DAVIS, J. M., MURPHY, E. A., BROWN, A. S., CARMICHAEL, M. D., GHAFFAR, A., & MAYER, E. P. (2004). Effects of oat β-glucan on innate immunity and infection after exercise stress. Medicine & Science in Sports & Exercise36(8), 1321-1327. Available at: https://journals.lww.com/acsm-msse/Fulltext/2004/08000/Effects_of_Oat___Glucan_on_Innate_Immunity_and.9.aspx. Accessed 06/03/2020.
  • EFSA Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies (NDA). (2010). Scientific Opinion on the substantiation of a health claim related to oat beta glucan and lowering blood cholesterol and reduced risk of (coronary) heart disease pursuant to Article 14 of Regulation (EC) No 1924/2006. EFSA Journal8(12), 1885. Available at: https://doi.org/10.2903/j.efsa.2010.1885. Accessed 06/03/2020.
  • Mackie, A., Rigby, N., Harvey, P., & Bajka, B. (2016). Increasing dietary oat fibre decreases the permeability of intestinal mucus. Journal of functional foods26, 418-427. Available at: https://doi.org/10.1016/j.jff.2016.08.018. Accessed 06/03/2020.
  • MedlinePlus (2019). Antioxidantes. Available at: https://medlineplus.gov/spanish/antioxidants.html. Accessed 06/03/2020.
  • Othman, R. A., Moghadasian, M. H., & Jones, P. J. (2011). Cholesterol-lowering effects of oat β-glucan. Nutrition reviews69(6), 299-309. Available at: https://doi.org/10.1111/j.1753-4887.2011.00401.x. Accessed 06/03/2020.
  • MedlinePlus (2018). Fibra. Available at: https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/002470.htm. Accessed 06/03/2020.
  • Peterson, D. M. (2001). Oat antioxidants. Journal of cereal science33(2), 115-129. Available at: https://doi.org/10.1006/jcrs.2000.0349. Accessed 06/03/2020.
  • Rebello, C. J., O’Neil, C. E., & Greenway, F. L. (2016). Dietary fiber and satiety: the effects of oats on satiety. Nutrition Reviews74(2), 131-147. Available at: https://doi.org/10.1093/nutrit/nuv063. Accessed 06/03/2020.
  • Singh, R., De, S., & Belkheir, A. (2013). Avena sativa (Oat), a potential neutraceutical and therapeutic agent: an overview. Critical reviews in food science and nutrition53(2), 126-144. Available at: https://doi.org/10.1080/10408398.2010.526725. Accessed 06/03/2020.
  • Virtanen, S. M., Kaila, M., Pekkanen, J., Kenward, M. G., Uusitalo, U., Pietinen, P., … & Veijola, R. (2010). Early introduction of oats associated with decreased risk of persistent asthma and early introduction of fish with decreased risk of allergic rhinitis. British journal of nutrition103(2), 266-273. Available at: https://doi.org/10.1017/S0007114509991541. Accessed 06/03/2020.
  • Zhang, X., McGeoch, S. C., Megson, I. L., MacRury, S. M., Johnstone, A. M., Abraham, P., … & Lobley, G. E. (2014). Oat‐enriched diet reduces inflammatory status assessed by circulating cell‐derived microparticle concentrations in type 2 diabetes. Molecular nutrition & food research58(6), 1322-1332. Available at: https://doi.org/10.1002/mnfr.201300820. Accessed 06/03/2020.