Le misure preventive contro il COVID-19

20 Marzo 2020
Le misure preventive più efficaci contro il COVID-19 sono lavarsi le mani e tenersi lontani dalle fonti di contagio. In caso di dubbio, le persone che pensano di avere i sintomi dell'infezione devono mettersi in contatto con il personale sanitario attraverso i numeri di telefono predisposti.

Stiamo assistendo a un’epidemia mondiale (pandemia) di Coronavirus, identificata anche come COVID-19. Da dicembre 2019, quando sono stati rilevati i primi casi in Cina, il virus si è diffuso rapidamente e a livello globale, motivo per cui è di estrema importanza conoscere le misure preventive contro il COVID-19.

La popolazione è davvero spaventata dalla situazione. Sono molte le persone che si sono rifugiate a casa per paura del contagio, così come in molti escono per strada indossando mascherine protettive. Il COVID-19 sta suscitando paura e preoccupazione e, in molti paesi, come il nostro, i protocolli di quarantena sono già in fase di attuazione.

Tuttavia, le informazioni su questo virus sono state travisate. È sempre più difficile discernere tra mito e realtà riguardo all’infezione. Le misure preventive, il tempo di incubazione, la forma di contagio, tutto è stato contaminato da false credenze.

Il Coronavirus 2019 è un virus che viene trasmesso attraverso lo stretto contatto fra persone e veicolato da goccioline respiratorie, che si producono tossendo o starnutendo. In questo articolo spieghiamo le misure preventive per evitare il contagio da COVID-19.

Misure preventive contro il COVID-19

Evitare le zone di contagio

Sebbene il virus sia sempre più diffuso in tutto il mondo, ci sono aree con una percentuale di casi molto più elevata di altre. Sono le cosiddette aree a rischio, dove esistono maggiore probabilità di essere contagiati. Ad esempio, nel nostro paese, le regioni del nord, e la Lombardia in particolare,  sono considerate aree a rischio.

L’idea è tenersi alla larga dalle persone contagiate. Anche se sembra semplice, non lo è. Il COVID-19 ha un periodo di incubazione da 2 a 11 giorni, con una media di 6 giorni. Inoltre, i servizi sanitari iniziano a saturarsi, e non è così semplice sottoporsi al tampone per ottenere la diagnosi.

Tutto questo rende praticamente inevitabile avere contatti con persone che non sono consapevoli di essere infette. Tuttavia, si raccomanda di non stare con persone che presentano i sintomi del contagio (tosse, febbre, mancanza d’aria), anche se la loro infezione non è stata confermata.

Inoltre, sarebbe saggio non andare in luoghi dove c’è una grande concentrazione di persone. Tutte queste misure, tuttavia, come la cancellazione di eventi o attività lavorative, devono essere rispettate da tutta la popolazione.

Ragazza con sintomi del COVID-19
La prima raccomandazione è di evitare le persone che presentano sintomi dell’infezione COVID-19.

Mantenere la distanza di sicurezza

Gli scienziati affermano che il virus può viaggiare a circa un metro di distanza. Si consiglia pertanto di rimanere ad almeno un metro di distanza dalle altre persone se si manifestano sintomi. Anche in Italia, questa misura è stata standardizzata.

Potrebbe interessarvi anche: Raccomandazioni per prevenire l’infezione da Coronavirus

Lavarsi spesso le mani tra le misure preventive contro il Covid-19

Lavarsi le mani è una delle misure preventive più elementari per qualsiasi infezione. Questa semplice azione è particolarmente importante dopo essere andati in bagno, aver starnutito o tossito. E, logicamente, se siamo stati in contatto con qualsiasi persona contagiata. Sebbene acqua e sapone siano sufficienti, è possibile utilizzare anche prodotti disinfettanti.

Quando starnutiamo o tossiamo, è essenziale coprire naso e bocca. Preferibilmente, dovrebbe essere fatto con un fazzoletto usa e getta. Anche in questo caso, subito dopo dobbiamo lavarci le mani.

Lavarsi le mani per rallentare il contagio del COVID-19
Il lavaggio delle mani è imposto come pratica continua a causa della possibilità di contagio con COVID-19.

Leggete anche: Sintomi di coronavirus, quali sono?

Contattare i servizi di emergenza

Se siete stati a contatto con una persona contagiata e accusate i sintomi della malattia, non esitate a contattare i servizi di emergenza. I campanelli di allarme sono tosse, starnuti frequenti, respiro corto e febbre.

Tenete tuttavia presente che il livello d’allarme è molto alto oggi. I servizi sanitari stanno iniziando a saturarsi ed è essenziale consultare i numeri d’emergenza solo se avete davvero il sospetto di essere infetti.

Non ci sono precauzioni speciali per la manipolazione degli alimenti o il trattamento degli animali. Tuttavia, è importante restare informati sulle novità riguardanti il COVID-19, poiché ogni giorno vengono diramate nuove misure e raccomandazioni.

Le migliori misure preventive contro il COVID-19

Come spiegato in questo articolo, le misure migliori sono lavarsi le mani con frequenza e stare lontani dai focolai dell’infezione. Se individuiamo una persona con sintomi, come la tosse per esempio, l’ideale è mantenersi a distanza di sicurezza, ovvero ad almeno un metro di distanza.

Non esitate a consultare il medico se mostrate i sintomi della malattia. Allo stesso modo, se sospettate di esservi infetti, imponetevi un auto-isolamento per evitare di contagiare altre persone.