Litigi tra fratelli e come affrontarli al meglio

· 31 Marzo 2019
A prescindere da quale sia la causa dei litigi tra fratelli è molto importante insegnare sin da piccoli che il rispetto reciproco non deve mai mancare.

Scoprire dell’arrivo di un fratellino potrebbe disorientare anche i bambini che lo hanno chiesto ai genitori. Tutto ciò che fino a quel momento era la normalità cambierà con l’arrivo del nuovo bambino. Tra questi cambiamenti ci sono i litigi tra fratelli.

I bambini possono avere vari motivi per rivaleggiare. Si presentano nuove situazioni, come condividere il tempo e l’amore dei genitori, i giocattoli e anche la cameretta.

Indipendentemente dalla differenza d’età, si presenteranno senz’altro litigi tra fratelli. Sarà nostra responsabilità esercitare il ruolo di genitore, mediatore o arbitro. Non sarà facile, ma si potrà aiutare il bambino a capire che un nuovo fratellino è l’amico ideale che si eredita dai genitori.

Litigi tra fratelli

Da un lato, è normale che i bambini litighino tra loro, è una dimostrazione del loro carattere e della loro figura nella famiglia.

I bambini gridano, fanno i capricci e contestano qualsiasi cosa perché dentro di loro si risveglia un istinto che troviamo nel regno animale di preservare il territorio e farsi notare all’interno “del branco”. In questo caso, la famiglia.

I litigi tra fratelli sono comuni, è così. Spetta a noi stabilire dei limiti affinché i bambini si rendano conto che l’ambiente familiare deve essere armonico, evitando così che diventino adulti conflittuali. A tale scopo, può essere utile seguire le seguenti raccomandazioni.

Consigli per affrontare i litigi tra fratelli

1. Il rispetto come primo limite

Bambini che litigano

Bisogna insegnare ai bambini che il rispetto è fondamentale. Deve essere il primo valore all’interno della famiglia e ancor di più tra fratelli.

In nessun modo deve mancare il rispetto verso il prossimo con offese dirette verso la sua persona, le sue caratteristiche o condizioni fisiche, tanto meno arrivare alla violenza.

Nel momento in cui si interrompe un litigio tra fratelli, si lascia ben chiara l’importanza del rispetto. È necessario essere decisi: i bambini hanno bisogno di capire che il rispetto è importante e che è un limite che non deve mai essere oltrepassato, non importa quanto siano arrabbiati con il fratellino.

2. La riflessione e le scuse

Nel momento in cui si interrompe un litigio, è necessario mettere in evidenza quanto accaduto. Invece di concentrarci su cosa ha scatenato il litigio, proviamo a stabilire una connessione emotiva tra di loro.

Se bisticciano per un giocattolo, dobbiamo mostrare loro l’importanza di condividere con il fratello. Poi devono chiedersi scusa e perdonarsi reciprocamente a prescindere da quanto sia grande “l’offesa”. Nessun litigio può essere così grande da non potersi perdonare.

Vedi anche: Stress infantile: quando a causarlo sono i genitori

3. Invitarli a risolvere il problema

È importante offrire strumenti ai bambini affinché possano risolvere i conflitti. Nel caso dei fratelli, è ancora più necessario capire che i disaccordi devono essere risolti senza oltrepassare i limiti del rispetto e dell’uso della violenza.

Il dialogo e l’accordo sono le chiavi per appianare i contrasti. Se la situazione sfugge di mano, prima di aggredirsi, devono chiedere aiuto ai genitori o un altro adulto di fiducia.

Stabilire dei limiti chiari permetterà ai bambini di sviluppare le loro capacità per risolvere i problemi anche in altri aspetti della loro vita, generando rapporti migliori con amici, maestri e familiari.

4. Immedesimarsi con l’altro

5 colazioni adatte ai bambini

Nel processo di riflessione, è importante insegnare al bambino il valore dell’empatia o “mettersi nei panni altrui”. Ciò è fondamentale per capire la posizione del fratello, come si è sentito, come ha influito su di lui. Questo è il miglior percorso per evitare conflitti futuri.

La domanda chiave da rivolgergli è: “Come ti sentiresti se al posto di tuo fratello ci fossi stato tu?”. Questo esercizio è utile per molte altre occasioni future della vita dei figli.

5. Creare spazi familiari per affrontare i litigi tra fratelli

Uno degli strumenti più vantaggiosi per affrontare i litigi tra fratelli è generare degli spazi di ricreazione e svago in famiglia. Questi momenti permettono ai bambini di rilassarsi e creano un ambiente di unità e condivisione tra loro e i genitori.

Forse all’inizio si possono incontrare qualche difficoltà o sorgeranno delle discussioni. Separarli e conversare riporterà la calma.

6. Pazienza e ancora più pazienza

Per trascorrere una vita felice assieme ai propri figli, sono necessarie grandi dosi di calma e pazienza di fronte ai litigi. Senza dubbio ci saranno momenti di sfinimento o addirittura di dubbio sulle proprie abilità di genitore.

Tuttavia, non perdete la calma. Tutto passerà e andrà bene. Quando sembra che la pazienza sta finendo, fermatevi e aggiungetene una dose extra. E qualora vi sentiste sopraffatti da queste situazioni, non esitate a chiedere aiuto a uno specialista in psicologia.

L’esempio dei genitori è fondamentale

Affinché la relazione tra i figli possa essere sana, i genitori devono equilibrare e dedicare la stessa quantità d’amore, attenzioni e tempo a ogni figlio. È fondamentale non creare differenze tra di loro.

Le distinzioni che qualche genitore potrebbe creare indeboliscono e incrinano la buona relazione familiare. Questo può generare antagonismo e competitività che i figli possono trascinarsi fino all’età adulta.

Tutti i bambini sono uguali in una cosa: mamma e papà sono al centro del loro mondo. Dobbiamo smettere di pensare che solo perché un figlio è più grande dell’altro ha bisogno di meno amore e affetto di quanto era abituato a ricevere.

Potrebbe anche interessarti: Gli effetti delle liti domestiche sui bambini

Considerazioni finali

I litigi tra fratelli sono naturali fino a un certo punto:

  1. Sono un meccanismo per contrassegnare il proprio ruolo nella famiglia.
  2. Aiutano a sviluppare la personalità.
  3. Aiutano a imparare a controllare le proprie emozioni.
  4. Rafforzano l’autostima.

Ma solo sotto la guida attenta dei genitori.

I litigi tra fratelli possono essere estenuanti. Tuttavia, il giusto orientamento aiuterà i figli a trovare la soluzione migliore per risolvere i loro attriti.

Tutti coloro che hanno fratelli o sorelle sanno quanto è importante. Lo si può apprezzare anche tra le risate che nascono nel ricordare le “grandi litigate” fatte da bambini.

Ai genitori spetta il compito di insegnare ai figli ad apprezzare la straordinaria benedizione di fare affidamento su uno o più fratelli o sorelle.

  • Hodges, L. S., Gushiken, R. A., García, J., Ferrer, M., Croft, P., Cimiano Quintana, A., … Martín, J. L. (2008). Dealing with Jealousy/Que Hacer Con Los Celos. Aula de Infantil. https://doi.org/10.1174/021037001316949275
  • Research Gate. (2018). The Development of Sibling Jealousy. researchgate.net/publication/229953994_The_Development_of_Sibling_Jealousy
  • NCBI. (2014). Sibling Relationships and Influences in Childhood and Adolescence. ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3956653/