L’udito è importante: quando avete fatto l’ultimo controllo?

23 giugno 2017

I regolari controlli dell’udito sono il segreto per godere di un’ottima qualità di vita. L’udito, infatti, è un canale fondamentale per entrare in connessione con il mondo che ci circonda.

Ora, per quanto possa sembrare curioso, non tutti sono informati sull’argomento. Una cosa semplice come il controllo dell’udito una volta l’anno ci consente di trattare in tempo eventuali problemi o anomalie.

Al giorno d’oggi ci sono diversi centri dove poter fare un test dell’udito. I professionisti dell’udito, infatti, sono sempre più numerosi. Spesso offrono controlli gratuiti e in pochi minuti è possibile avere una diagnosi precisa.

È facile e di solito i professionisti utilizzano le ultime tecnologie perché hanno a cuore la salute uditiva dei loro pazienti.

Cari lettori, quand’è stata l’ultima volta che vi siete sottoposti ad un controllo dell’udito? A partire da una certa età è molto importante.

Non dimentichiamo che la perdita dell’udito è uno dei problemi più comuni e anche uno dei più sottovalutati.

Vi invitiamo a cambiare questa abitudine e a prendervi più cura del vostro udito.

Perché fare un controllo dell’udito?

controllo udito

Come abbiamo anticipato all’inizio, l’ideale è sottoporsi ad una visita dell’udito una volta all’anno. Non importa se vi sembra tutto a posto o se credete di sentire alla perfezione.

È essenziale prendersi cura anche della salute delle orecchie per i seguenti motivi:

Vi invitiamo a leggere anche: Come eliminare in modo naturale l’eccesso di cerume nelle orecchie

Una volta all’anno non fa male farsi controllare l’udito, soprattutto a partire dai 50 anni

La perdita della qualità uditiva può manifestarsi dopo aver superato i 50 anni.

Sappiate che l’individuazione precoce di qualsiasi problema uditivo può essere essenziale per un trattamento efficace. A seconda del caso si può trattare il deterioramento della capacità uditiva in molti modi in base alle necessità della singola persona.

La maggior parte di noi va periodicamente dal dentista o dall’oculista. Sappiamo bene che è importante fare dei controlli regolari. Tuttavia, al giorno d’oggi, più della metà delle persone che hanno superato i 50 anni di età non si sottopongono a un test dell’udito.

La perdita dell’udito è il terzo problema di salute più comune al mondo, dopo l’artrosi e l’ipertensione.

Una persona su sei ha problemi di udito

I dati sono chiari. In Europa, il 30% degli uomini e il 20% delle donne in età adulta soffrono una perdita dell’udito piuttosto seria, al punto da compromettere la loro qualità di vita in maniera significativa.

  • Circa 71 milioni di adulti tra i 18 e gli 80 anni registrano una perdita dell’udito di circa 25 dB. È la soglia stabilita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per individuare una menomazione dell’udito.
  • D’altra parte, anche i dati relativi all’America del Nord offrono una chiara immagine della situazione: circa 35 milioni di persone hanno problemi di udito.
  • I paesi sottosviluppati o in via di sviluppo superano queste cifre per motivi evidenti: mancanza di cure mediche, problemi di infezioni, impossibilità di sottoporsi a controlli dell’udito.

Volete saperne di più? Vi consigliamo di leggere anche: Pellicola di idrogel per riparare la cornea e restituire la vista

Come capire se avete un problema di udito?

donna non sente

Come già detto, l’ideale è non aspettare troppo prima di sottoporsi ad una prova dell’udito.

Tuttavia, cercate di fare attenzione a questi aspetti che spesso sono segnali di un problema uditivo:

  • Notate di alzare sempre di più il volume della televisione.
  • Chiedete agli altri di ripetervi le cose perché la prima volta non capite.
  • Fate fatica a seguire il filo di un discorso perché non sentite alcune parole.
  • Le persone con cui parlate vi dicono che alzate molto il tono di voce.
  • A volte fate fatica a parlare al telefono perché non sentite le parole in maniera chiara.

Se vi identificate in queste situazioni, allora non aspettate oltre: rivolgetevi ad un audioprotesista per sottoporvi a una serie di prove e valutare, così, la qualità del vostro udito.

Non vi costa nulla, anzi ne trarrete beneficio, perché tornerete a “connettervi” con la vita e i suoi suoni.

Molti centri specializzati oggi offrono prove dell’udito gratuite. Si comincia sempre con una breve intervista, poi gli audioprotesisti realizzano una serie di test audiometrici. Non si tratta di una prova dolorosa, anzi, consente di avere subito le informazioni necessarie a valutare le condizioni dell’udito.

In caso di problemi d’udito, è possibile ricorrere ad una vasta gamma di soluzioni che sfruttano le tecnologie più avanzate. In genere, il costo dei dispositivi può essere ammortizzato anche con pagamenti rateali.

Prima di andare, leggete anche: Acufeni: cause e trattamento dei fischi nelle orecchie

In conclusione, è necessario che capiate l’importanza di farvi fare dei regolari controlli all’udito, almeno una volta l’anno. È un’abitudine molto semplice, ma che può cambiarvi la vita in vari modi, dunque fatevi aiutare dai professionisti dell’udito.

Guarda anche