Mal di testa: 10 alimenti che possono favorirne la comparsa

8 aprile 2016
Sapete che sia il sale che le farine raffinate possono favorire l'insorgere di cefalee? Il sale provoca ritenzione idrica, che può trasformarsi in infiammazione, e le farine contengono glutine

Il mal di testa è un sintomo che si manifesta in diverse patologie, ma può essere provocato anche da fattori come lo stress, l’uso prolungato di dispositivi elettronici o una cattiva alimentazione.

Quest’ultima è una delle cause che più colpisce l’attenzione degli studiosi, dal momento che si ritiene che più del 30% dei casi di emicrania siano riconducibili ai cibi e alle bevande che alterano le funzioni dell’organismo.

Anche se le ricerche per dimostrare la relazione tra mal di testa e alimentazione sono ancora insufficienti, un gran numero di esperti indicano certi alimenti como possibili responsabili della comparsa di questo fastidioso sintomo.

Il consumo frequente di tali alimenti, unito a situazioni di stress o a cambiamenti ormonali, sono una delle ragioni per cui il tasso della popolazione che soffre di mal di testa raggiunge addirittura l’80%.

Con questi dati alla mano, e consci del fatto che tutti siamo potenzialmente a rischio, è importante conoscere quali sono quegli alimenti che possono favorire il mal di testa. In questo modo sarà più facile evitarne il consumo, soprattutto quando ci si trova a vivere determinate situazioni che, già di per sé, sono causa di mal di testa.

Ecco a voi una lista dei dieci alimenti “responsabili”.

1. Formaggi

formaggi

Se il mal di testa vi colpisce varie volte alla settimana, la cosa migliore che potete fare è smettere di consumare formaggi duri e troppo fermentati.

Anche se mangiandoli una volta ogni tanto non succede nulla, sarebbe meglio cercare di non mangiare questi tipi di formaggio, per evitare fastidiosi mal di testa.

La ragione per cui questo alimento causa tale malessere è dovuta alla sua alta concentrazione di certi composti azotati, chiamate ammine biogene.

Non perdetevi il nostro articolo sull’intolleranza al lattosio, che potete leggere qui

2. Cioccolato

Il cioccolato fondente è un alimento salutare che, se assunto con moderazione, può essere un’ottimo alleato per il cervello e la pelle.

Tuttavia, a causa del suo alto contenuto di grassi, il suo consumo potrebbe risultare inappropriato per coloro i quali soffrono di cefalee.

Questo alimento infatti possiede una grande concentrazione di tirammina, una molecola che nel nostro organismo causa vasocostrizione.

3. Bibite a base di cola

2 bicchieri di coca cola

Le bibite a base di cola non solo aumentano il rischio di soffrire di obesità o di problemi ossei, ma possono anche causare forti mal di testa.

Queste bevande, infatti, contengono feniletilammina, un alcaloide che agisce sul cervello e favorisce la comparsa di questo malessere.

4. Insaccati e salumi

Gli insaccati, i salumi e gli alimenti processati a livello industriale sono soliti contenere nitriti e nitrati, sostanze conservanti che mantengono in buono stato tali prodotti, ma che sono stati messi in relazione con la comparsa di emicranie e mal di testa.

Oltre a ciò, è anche stato provato che tali sostanze, se sottomesse ad alte temperature, possono essere cancerogene.

5. Farine

farina di grano

Le farine raffinate, e anche gli altri alimenti che contengono glutine, possono essere responsabili della comparsa del mal di testa, dovuto alla presenza di determinati elementi infiammatori.

È pertanto consigliabile evitarne il consumo e optare per prodotti a base di farine integrali.

6. Gelato

Un buon gelato cremoso è davvero piacevole, perché stimola i neurotrasmettitori che causano felicità.

Tuttavia, questo dolce alimento può causare l’effetto contrario, soprattutto in quelle persone propense ad avere mal di testa o a soffrire di emicranie.

Dal momento che contiene grassi e che si tratta di un alimento freddo, agisce sul sistema nervoso fino al punto di provocare dolore: questo accade perché esercita sul cervello tanto un’azione vasodilatatrice quanto una vasocostrittrice.

7. Fichi in scatola

I fichi in scatola possono sembrare un alimento sano, tuttavia non si tratta di un cibo adatto per chi soffre di emicranie.

Il loro alto contenuto di tirammina stimola i vasi sanguigni del cervello e aumenta le possibilità di sviluppare un attacco di cefalea.

8. Sale

saliera e sale

Gli alimenti ad alto contenuto di sale non sono dannosi solo per la pressione arteriosa, ma causano anche frequenti cefalee ed emicranie.

Questo accade poiché sono alimenti che provocano una grande ritenzione di liquidi nei tessuti del corpo, un disturbo, questo, che causa dei gravi scompensi nei processi infiammatori dell’organismo.

Volete sapere come liberare il vostro corpo dal sale accumulato? Scopritelo qui leggendo il nostro articolo!

9. Cibo cinese

Il cibo cinese è delizioso, oltre ad essere perfetto per le occasioni speciali; tuttavia quando si soffre di attacchi frequenti di emicranie o cefalee, sarebbe opportuno evitare questo tipo di cucina.

La maggior parte dei piatti cinesi, infatti, viene preparato con glutammato monosodico e altre spezie che incrementano la pressione della testa, causando una dilatazione delle papille gustative e aumentando l’attività cerebrale che provoca il dolore.

10. Pesce in scatola

pesce in scatola

Il pesce in scatola contiene un’alta concentrazione di ammine biogene come, ad esempio, l’istamina o la feniletilammina, che se si accumula in eccesso nell’organismo può causare forti mal di testa.

Come abbiamo già detto al principio, il mal di testa può essere causato da diversi fattori. Tuttavia, è conveniente evitare, per quanto possibile, tutti questi alimenti, per ridurre il rischio di una emicrania o di una cefalea.

Guarda anche