Dieci sintomi di malattie ai reni che non dovete ignorare

28 aprile 2016
Le malattie renali possono insorgere accompagnate da sintomi poco chiari. Per questo motivo, è importante saperli riconoscere per identificarli in tempo e poter ricevere la diagnosi adeguata

I reni sono gli organi destinati a depurare l’organismo, oltre a regolare la quantità di liquidi presente in esso.

Tra le loro funzioni, si sottolinea la loro capacità di equilibrare molti componenti presenti nel sangue, come ad esempio il sodio, il potassio, il calcio e altri elementi che aiutano a mantenere l’organismo in buona salute.

Tuttavia, come succede ad altre parti del corpo, anche i reni possono soffrire diverse alterazioni che ne limitano il funzionamento e causano gravi malattie.

I dati della National Kidney Foundation rivelano che circa 26 milioni di persone negli stati Uniti presentano danni ai reni di diverso genere. Ciò che preoccupa di più è il fatto che la maggior parte di questi danni è collegata ad abitudini poco sane, come ad esempio uno stile di vita sedentario.

Il maggior problema è che questi disturbi non si manifestano con una sintomatologia evidente, il che rende più difficile la diagnosi e la relativa cura.

Nonostante tutto, però, grazie ad una serie di esami a cui sono stati sottoposti alcuni pazienti, è stato possibile stabilire diversi segnali che potrebbero essere fondamentali nella diagnosi precoce di questo genere di patologie. Vediamo subito di quali sintomi si tratta!

1. Reni e cambiamenti nell’urina

cambiamenti-urina

I reni hanno il compito di produrre l’urina e, per questo motivo, uno dei primi sintomi della malattia si manifesta proprio attraverso un cambiamento nella stessa.

Il bisogno di urinare con più frequenza o con meno frequenza rispetto al normale può indicare qualche problema.

Può anche darsi che l’urina presenti un colore più intenso, accompagnata da un odore molto più forte del solito.

Leggete anche il nostro articolo sul perché trattenere l’urina fa male

2. Ritenzione idrica

Anche se la ritenzione idrica può essere causata da diversi fattori, le malattie ai reni rappresentano una delle cause più frequenti.

Dal momento che i reni fanno fatica a regolare i liquidi con normalità, questi si accumulano e causano infiammazione alle gambe, alle caviglie, al viso e ad altre parti del corpo.

3. Sensazione di stanchezza

stanchezza

Quando i reni hanno difficoltà a lavorare con normalità, esiste una probabilità molto alta di soffrire anche di disturbi legati alla stanchezza, come l’anemia o la fatica.

Questo accade perché il compito dei reni è anche quello di produrre un ormone chiamato eritropoietina, che svolge una funzione fondamentale nella produzione dei globuli rossi, i quali a loro volta sono i responsabili di trasportare ossigeno al sangue.

Se ci sono danni a livello renale, la quantità di questo ormone si riduce e, di conseguenza, influisce anche sull’ossigeno trasportato mediante il flusso sanguigno.

La conseguenza di questo processo è la sensazione di stanchezza mentale e di spossatezza a livello fisico.

4. Prurito

Dal momento che, davanti ad una insufficienza renale, non è possibile eliminare le scorie in modo adeguato, è molto probabile che si manifestino sintomi ricorrenti come, ad esempio, pruriti o irritazione.

Si tratta di solito di un prurito molto fastidioso, che non si può lenire a livello superficiale poiché la sensazione è interna.

5. Alito cattivo

alito-cattivo

Alcune persone, quando presentano problemi ai reni, di solito avvertono un gusto metallico di ammoniaca in bocca.

Questo si deve ad un aumento del livello di urea nel sangue, a causa della riduzione delle funzioni dei reni.

L’urea, a contatto con la saliva, si scompone in ammoniaca e, per questo, genera l’alito cattivo.

6. Nausea e vomito

L’eccesso di sostanze tossiche nel sangue aumenta il livello di azoto ureico nel flusso sanguigno, il che provoca uno stimolo della mucosa gastrointestinale, accompagnato da sintomi come nausea e vomito.

7. Mancanza di fiato

La sensazione di non poter respirare con normalità può essere un ulteriore campanello d’allarme che ci avvisa di un problema ai reni.

Questo succede a causa dell’accumulo di liquidi nei polmoni oppure alla diminuzione dei globuli rossi che trasportano l’ossigeno nel sangue.

Vi consigliamo di leggere il nostro articolo su un elisir medicinale per pulire i polmoni dei fumatori 

8. Capogiri

Se a causa di un disturbo ai reni, compare anemia, è frequente soffrire di costanti capogiri e sensazione di instabilità.

Questo accade perché il cervello non riceve la quantità sufficiente di ossigeno, a causa della diminuzione dei globuli rossi.

9. Mal di schiena apparentemente senza motivo

mal-di-schiena-inspiegabile

Avvertire dolori o sensazione di tensione alla schiena, senza un apparente motivo, è sintomo di una infezione o di una malattia renale non diagnosticata.

Se i reni hanno problemi e non stanno lavorando in modo corretto, è normale sentire dolore, rigidità o infiammazione delle articolazioni.

Se la colica è molto forte e si estende ai lati, verso la regione addominale, è meglio consultare un medico.

10. Singhiozzo e perdita di appetito

Le persone che soffrono di insufficienza renale soffrono spesso di episodi di singhiozzo, anche più volte al giorno. Si tratta di episodi più lunghi rispetto ad un normale singhiozzo e quasi sempre sono accompagnati da una sensazione di pienezza.

Per concludere, è bene ricordare che se in famiglia esistono precedenti di malattie renali, la cosa migliore da fare è sottoporsi ad un check-up medico per verificare se esiste un rischio genetico e, in caso affermativo, come ridurlo.

Guarda anche