Sindrome da fatica cronica: che cos’è e come trattarla.

16 ottobre 2014
Per evitare la fatica cronica è importante rispettare gli orari, tanto di lavoro come di relax, dormire un numero di ore sufficienti e praticare attività fisica.

La sindrome da fatica cronica, SFC (o CFS, nella sigla inglese), è una malattia frequente e molto diffusa ai nostri giorni. La persona che ne soffre si sente sempre affaticata o stanca, non riesce a realizzare le attività quotidiane con normalità e, a prescindere dal numero di ore in cui dorme, ha sempre sonno. Questa condizione può protrarsi per periodi lunghi ed è molto debilitante per la salute. In questo articolo vogliamo farvi scoprire qualcosa in più sulla sindrome da fatica cronica.

Sintomi e cause della fatica cronica

Tra i sintomi più frequenti della sindrome da fatica cronica possiamo trovare:

  • fatica
  • mal di testa costante
  • mal di gola 
  • dolore muscolare generale
  • aree del corpo sensibili al tatto (come le ascelle o il collo)
  • gangli linfatici infiammati
  • dolore alle articolazioni
  • gonfiore o arrossamento della pelle senza aver sofferto colpi
  • perdita della memoria
  • difficoltà a memorizzare cose
  • disturbi del sonno 
  • stanchezza estrema già appena alzati
  • mancanza di forza di volontà
  • sonno eccessivo
  • disturbi alimentari 

fatica-cronica

Ad oggi, nessuno studio è riuscito a determinare quali sono le cause che portano alla comparsa della sindrome da fatica cronica. Si può però affermare che questa è legata a un sistema immunitario debilitato, a virus, stress, ansia o tensione nervosa eccessiva, un carico di lavoro pesante per molto tempo, pressioni di diverso tipo, problemi dell’alimentazione (mancanza di vitamine, ferro, proteine) e depressione.

La SFC può essere difficile da diagnosticare visto che in alcuni casi i medici non la considerano una malattia, ma piuttosto un insieme di sintomi. Il primo passo da compiere è consultare uno specialista e, se possibile, realizzare un’analisi del sangue completa per determinare se c’è una mancanza di qualche elemento nutritivo nell’organismo.

Le principali funzioni dei trattamenti per curare la fatica cronica sono due: da un lato alleviare i sintomi e dall’altro aumentare le difese immunitarie.

Alimenti contro la fatica cronica

Le opzioni naturali per trattare la sindrome da fatica cronica sono:

  • Zenzero: ha proprietà antivirali molto utili per il trattamento di questa malattia. Si consiglia di consumare ogni giorno un infuso preparato con un cucchiaino di radice di zenzero in una tazza d’acqua.

zenzero

  • Maca: la maca ha molti benefici per migliorare il sistema immunitario ed evitare la fatica o la stanchezza. Ha anche proprietà ricostituenti. Consumate un cucchiaino di maca in polvere la mattina a colazione, insieme a del formaggio spalmabile, a una fetta biscottata, un po’ di latte, ecc.
  • Semi di canapa: sono eccellenti per il loro contenuto di magnesio. Mangiatene una manciata nei pasti, in insalate, zuppe, brodi, salse, ecc.
  • Polline: è conosciuto come il rivitalizzante per eccellenza. È consigliabile per migliorare le prestazioni fisiche e anche per ottenere altri benefici, come aumentare la fertilità. Potete mischiarlo con del propoli o del miele per aumentare le sue proprietà per il sistema immunitario. Consumatene un cucchiaino a digiuno ogni giorno.
  • Brodo di gallina: si prepara con le zampe di gallina, per sfruttare le virtù di due componenti chiamati carnosina e anserina. Entrambi migliorano le difese e aiutano a regolarizzare lo stato d’animo. Per questo viene usato da secoli per curare la fatica, sia fisica che mentale. Bisogna consumarne una tazza o un piatto ogni giorno per quattro settimane.

ricetta-riso-con-brodo

Rimedi naturali e popolari per la fatica cronica

  • Versate due cucchiai di astragalus in una tazza con acqua bollente. Coprite e lasciate raffreddare. Bevete due volte al giorno. È indicata per rinforzare il sistema immunitario quando è debilitato.
  • Mettete a bollire due cucchiai di echinacea e una tazza d’acqua. Togliete da fuoco e lasciate raffreddare. Bevete una tazza ogni giorno per quattro settimane al massimo. Non consumatela in gravidanza. Serve per rinforzare le difese.
  • Frullate una tazza di latte di soia con un cucchiaio di arachidi. Bevete questo mix ogni giorno. È una fonte di energia naturale, ma dovete evitarla se siete in sovrappeso o soffrite di obesità, perché è abbastanza calorica.

benefici-del-latte-di-soia

  • Versate due cucchiai di gingko biloba in una tazza di acqua bollente. Coprite e lasciate raffreddare. Bevete una tazza al giorno per aumentare l’irrorazione di sangue del cervello, evitando gli episodi di perdita della memoria o di poca capacità di concentrazione.
  • In un vasetto chiuso ermeticamente lasciate macerare per 10 giorni due grammi di corteccia di cannella, un chiodo di garofano e la scorza di un limone. Poi aggiungete 400 grammi di miele e un litro d’acqua. Fate bollire finché la quantità non si sarà dimezzata. Aspettate finché non si raffredda completamente prima di consumarlo.
  • Fate bollire per 10 minuti un cucchiaio di cannella in polvere, uno di radice di zenzero, otto semi di cardamomo, un cucchiaio di miele, due di maca e un litro d’acqua. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Bevetene una tazza di mattina e un’altra a mezzogiorno. È uno dei migliori ricostituenti per i pazienti che soffrono di fatica cronica.

cannella

  • Versate due carote e una mela nel frullatore per ottenere un succo. Mischiate in un recipiente a parte un cucchiaino di polline, uno di miele e un altro di rosmarino fino a formare un impasto. Aggiungete al frullato. Versate un cucchiaio di germe di mais e un altro di lievito di birra, e bevetelo tutte le mattine.

Raccomandazioni per evitare la fatica cronica

  • Recatevi dal medico non appena iniziate a sentire diversi sintomi o questi diventano più frequenti del normale
  • Cercate di dividere il tempo del lavoro da quello del riposo
  • Realizzate dell’esercizio fisico in modo graduale, iniziando con un giorno alla settimana fino ad arrivare a tre.
  • Evitate il consumo di alcol o bibite con caffeina (caffè, Coca Cola, ecc.)
  • Diminuite lo stress il più possibile attraverso yoga, meditazione, massaggi, ecc.
  • Dormite 8 ore al giorno

fatica

Guarda anche