Malattie cardiache più comuni e i loro sintomi

24 Novembre 2020
Le malattie cardiache sono patologie molto gravi che mettono in pericolo la vita di chi ne soffre. In questo articolo descriviamo le più diffuse al fine di riconoscerle tempestivamente.

Le patologie a carico di cuore e vasi sanguigni prendono il nome di malattie cardiache. Sono molto diffuse e rappresentano la principale causa di morte in diversi paesi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 30% dei decessi registrarti nel 2017 sono stati provocati da patologie cardiovascolari. Una qualsiasi malattia che alteri il funzionamento del cuore genera sempre una notevole preoccupazione, ecco perché descriviamo le più diffuse e i loro sintomi principali.

Le 6 malattie cardiache più comuni

1. Ipertensione arteriosa

Tra le malattie cardiache più diffuse troviamo l’ipertensione arteriosa o pressione arteriosa alta. In condizioni normali, il sangue esercita una forza specifica sulle pareti dei vasi sanguigni, che prende il nome di pressione arteriosa.

In diverse situazioni, questa pressione può diventare così elevata da causare danni agli organi. Ciò può dipendere da un aumento del volume del sangue in circolo oppure da una riduzione del diametro delle arterie.

Secondo i dati forniti dalla European Society of Cardiology, si parla di ipertensione quando la pressione sistolica è superiore ai 140 mmHg o la pressione diastolica supera i 90 mmHg. Per fortuna, questa patologia è di facile diagnosi e il suo trattamento è piuttosto accessibile.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Ipertensione arteriosa: le bevande che la aggravano

Sintomi

Questa patologia non presenta una sintomatologia specifica, dunque molte persone non sanno di soffrirne. Quando i valori della pressione sono elevati, tuttavia, si manifestano alcuni sintomi. Tra questi, mal di testa, nausea, difficoltà respiratoria e fuoriuscita di sangue dal naso.

Ciò nonostante, questi sintomi non sono specifici dell’ipertensione, motivo per cui raramente vengono associati a un quadro di pressione arteriosa alta.

Sintomi di malattie cardiache e angina pectoris.
Il dolore al petto è un sintomo comune a diverse malattie cardiache.

2. Cardiopatia coronarica tra le malattie cardiache più comuni

La cardiopatia coronarica è una malattia che colpisce le arterie responsabili dell’irrorazione sanguigna del cuore. La potenza dei vasi sanguigni si riduce per diverse cause, generando un apporto insufficiente di ossigeno al muscolo cardiaco.

Le placche aterosclerotiche sono tra le cause principali del ridotto diametro arterioso. Si tratta di accumuli di grasso lungo le pareti delle arterie che possono staccarsi e ostruire il vaso sanguigno.

Una delle complicazioni più frequenti di questa malattia è l’infarto acuto del miocardio, che si verifica quando l’arteria è completamente ostruita, condizione che impedisce l’adeguato apporto di sangue. Le cellule non ricevano ossigeno a sufficienza e muoiano nel giro di pochi minuti.

Sintomi

Il sintomo principale della cardiopatia coronarica è il dolore al petto. Nella maggior parte dei casi compare in seguito a intensa attività fisica, è localizzato al centro del torace, ha carattere costrittivo e tende a scomparire dopo alcuni minuti di riposo. Oltre al dolore al petto, alcuni pazienti possono presentare i seguenti sintomi:

  • Affaticamento.
  • Difficoltà respiratoria.
  • Debolezza corporea.
  • Mal di testa.
  • Nausea.

3. Insufficienza cardiaca

Tra le malattie cardiache più gravi troviamo l’insufficienza cardiaca. Si tratta di una condizione clinica per cui il cuore non riesce a pompare il sangue, ovvero una bassa gittata cardiaca.

In presenza di insufficienza cardiaca, il cuore è molto debole e non riesce a contrarsi correttamente. Questo fenomeno può essere causato da una grande varietà di alterazioni strutturali o funzionali: si tratta infatti della fase finale di alcune patologie cardiovascolari.

Questa malattia può colpire un solo ventricolo oppure il cuore nella sua totalità. Purtroppo è una condizione irreversibile. Ciò nonostante, è possibile migliorare la situazione con l’assunzione di alcuni farmaci e introducendo dei cambiamenti nello stile di vita.

Sintomi

La sintomatologia dell’insufficienza cardiaca può variare in base alle cavità interessate. Quando interessa il ventricolo destro, i sintomi saranno a carattere respiratorio:

  • Difficoltà respiratoria.
  • Incapacità di respirare quando si è sdraiati.
  • Tosse con espettorazione di colore rosa chiaro.
  • Dispnea parossistica notturna.

Se invece interessa il ventricolo sinistro, si presenteranno sintomi sistemici, tra i quali i seguenti:

  • Infiammazione degli arti inferiori.
  • Affaticamento.
  • Aumento patologico della pressione venosa giugulare.
  • Ascite.

4. Cardiopatia congenita tra le malattie cardiache più diffuse

Le cardiopatie congenite rappresentano la causa più comune di malattia cardiaca infantile. Si tratta di difetti strutturali riconducibili alla gravidanza, per l’esattezza durante la formazione del cuore del feto. Non si tratta di un’unica alterazione, bensì di un insieme di alterazioni.

È purtroppo impossibile identificare una causa specifica dal momento che esistono numerose condizioni in grado di compromettere la formazione del cuore. Grazie ai progressi compiuti in ambito scientifico, il tasso di sopravvivenza dei bambini che ne sono affetti è aumentata significativamente e quasi tutti riescono a raggiungere l’età adulta.

Vi consigliamo di leggere anche: Cardiopatia congenita: che cos’è?

Sintomi

La sintomatologia si presenta generalmente durante i primi giorni successivi al parto. Comprende: respirazione accelerata, labbra viola, difficoltà ad alimentarsi e problemi della crescita.

Alcune persone nate con una malformazione congenita raggiungono l’età adulta con episodi di aritmie, difficoltà respiratorie, colorazione bluastra della pelle, affaticamento e infiammazione agli arti inferiori.

5. Cardiopatia reumatica

Esistono diverse malattie sistemiche che possono colpire il cuore; un esempio è costituito dalla febbre reumatica. Si tratta di una malattia cardiaca causata da un ceppo di stafilococchi che attacca il tessuto connettivo, provocando una reazione autoimmune.

Colpisce così il muscolo e le valvole cardiache, provocando un grave danno che prende il nome di cardiopatia reumatica. Nei casi più gravi si verifica una grave insufficienza cardiaca e possibile decesso.

Sintomi

La diagnosi di questa malattia si basa sulla storia clinica del paziente e sulla presenza di specifici anticorpi nel sangue. I sintomi principali di cardiopatia reumatica sono i seguenti:

  • Febbre che non supera i 38,5°C.
  • Dolori muscolari e articolari.
  • Debolezza generalizzata.
  • Vomito.
  • Artrite.

6. Miocardiopatie tra le malattie cardiache più comuni

Intervento a cuore aperto.
Alcune malattie cardiache, come le cardiopatie congenite, vengono trattate chirurgicamente.

Le miocardiopatie modificano la forma e la distribuzione delle cellule che formano il cuore, che risulta alterato.

Le forme di miocardiopatia più comuni sono dilatativa, ipertrofica e restrittiva. Nella prima, i ventricoli si dilatano, nella seconda le pareti ventricolari si ingrossano. Infine, in quella restrittiva il ventricolo è irrigidito a causa di un’infiltrazione di tessuto connettivo.

Sintomi

In un primo momento le cardiomiopatie possono essere asintomatiche, ma durante la fase finale sarà presente una bassa gittata cardiaca; di conseguenza, i sintomi saranno simili a quelli di un’insufficienza cardiaca. Tra questi ricordiamo:

  • Difficoltà respiratoria successiva all’attività fisica.
  • Infiammazione degli arti inferiori.
  • Affaticamento.
  • Palpitazioni.
  • Nausee e svenimenti.

Le malattie cardiache più comuni sono destinate a peggiorare con il tempo

I sintomi principali delle alterazioni cardiovascolari consistono in difficoltà respiratoria, aritmie e infiammazione degli arti inferiori. Qualora si presentino, è assolutamente necessario rivolgersi subito al medico, soprattutto se non sono riconducibili a nessuna probabile causa alternativa.

D’altra parte, se si soffre di una o più malattie cardiache, bisogna sottoporsi a regolari controlli medici. Questi disturbi sono degenerativi e cronici: possono quindi peggiorare con il trascorrere del tempo.

  • American Heart Association. What is Cardiovascular Disease? [Internet]. www.heart.org. 2017. Available from: https://www.heart.org/en/health-topics/consumer-healthcare/what-is-cardiovascular-disease.
  • Mesa, Isis Laura Vázquez, et al. “Caracterización de la epistaxis.” Revista Cubana de Otorrinolaringología y Cirugía de Cabeza y Cuello 3.2 (2019).
  • Valentín Rodríguez, Aymara. “Cardiopatías congénitas en edad pediátrica, aspectos clínicos y epidemiológicos.” Revista Médica Electrónica 40.4 (2018): 1083-1099.
  • Castro, Sofía Teresa Valdez, Antonella Fanny Montenegro Villavicencio, and Lucía Andrea Jiménez Rivera. “Cardiopatía reumática diagnóstico y tratamiento.” RECIAMUC 3.4 (2019): 41-55.
  • Ciapponi, Agustín, et al. “Carga de enfermedad de la insuficiencia cardiaca en América Latina: revisión sistemática y metanálisis.” Revista Española de Cardiología 69.11 (2016): 1051-1060.
  • Williams B, Mancia G, Spiering W, Rosei E, Azizi M, Burnier M et al. Guía ESC/ESH 2018 sobre el diagnóstico y tratamiento de la hipertensión arterial. Revista Española de Cardiología. 2019;72(2):1-78.
  • Martínez-Paz, E., Gonzalo Barge-Caballero, and María Generosa Crespo-Leiro. “Protocolo diagnóstico de las miocardiopatías genéticas.” Medicine-Programa de Formación Médica Continuada Acreditado 12.43 (2017): 2585-2588.
  • Chen M. Coronary heart disease [Internet]. MedlinePlus Medical Encyclopedia. 2020. Available from: https://medlineplus.gov/ency/article/007115.htm.
  • Sionis A, Sionis Green A, Manito Lorite N, Bueno H, Coca Payeras A, Díaz Molina B et al. Comentarios a la guía ESC 2016 sobre el diagnóstico y tratamiento de la insuficiencia cardíaca aguda y crónica. Revista Española de Cardiología. 2016;69(12):1119-1125.
  • Personal de Mayo Clinic. Enfermedad cardíaca congénita en adultos [Internet]. Mayo Clinic. 2018. Available from: https://www.mayoclinic.org/es-es/diseases-conditions/adult-congenital-heart-disease/symptoms-causes/syc-20355456.
  • Cáceres G, Aceval S, Campos G, Ponce L, Echavarría M. Fiebre Reumática. Revista de Posgrado de la VIa Cátedra de Medicina. 2009;194:14-20.
  • Coll Muñoz, Yanier, Francisco Valladares Carvajal, and Claudio González Rodríguez. “Infarto agudo de miocardio. Actualización de la Guía de Práctica Clínica.” Revista Finlay 6.2 (2016): 170-190.
  • Suboc T. Introducción a la miocardiopatía – Trastornos del corazón y los vasos sanguíneos [Internet]. Manual MSD versión para público general. 2019. Available from: https://www.msdmanuals.com/es-ve/hogar/trastornos-del-coraz%C3%B3n-y-los-vasos-sangu%C3%ADneos/miocardiopat%C3%ADa/introducci%C3%B3n-a-la-miocardiopat%C3%ADa.
  • CURTO, SERGIO, Omar Prats, and MARIO ZELARAYAN. “Mortalidad por enfermedades cardiovasculares: Uruguay, 2009.” Revista Uruguaya de Cardiología 26.3 (2011): 189-196.