Cosa succede mettendo la cannella nelle piante?

· 25 maggio 2017
Oltre a ridurre la proliferazione di funghi e a prevenire i parassiti, la cannella in polvere può anche essere molto utile per rendere più veloce l'attecchimento delle talee

La cannella è una spezia proveniente dallo Sri Lanka. Grazie alle sue molteplici proprietà, scientificamente provate, trova impiego in numerosi rimedi per la salute e la bellezza.

Il suo uso in cucina, inoltre, per insaporire cibi dolci e salati, è molto diffuso poiché il suo aroma sa conquistare tutti i palati. Questa spezia è anche in grado di apportare grandi benefici nei trattamenti contro il colesterolo e il diabete.

Tuttavia, oggi nel nostro articolo vogliamo parlarvi del suo impiego nell’ambito del giardinaggio, un uso oggigiorno ancora poco conosciuto. La versatilità di questa spezia, che viene estratta da un albero dallo stesso nome, può essere un grande alleato quando si tratta della cura delle nostre piante.

L’uso della cannella nel giardinaggio

La cannella in polvere può essere usata, quando facciamo giardinaggio, per trattare diversi problemi che possono colpire le nostre piante. La sua applicazione sulle piante può avere risultati sorprendenti.

In quanto antimicotico naturale, è in grado di uccidere funghi e insetti, protegge le plantule e aiuta a stimolare la guarigione di foglie e radici rovinate. Inoltre, è un prodotto naturale, sano ed economico, che lo rende un rimedio ideale per il giardino.

Leggete anche: Bevanda alla curcuma, cannella e miele per stimolare la funzione cerebrale

1. Tiene alla larga gli insetti

La cannella è una spezia utile e gradevole per gli esseri umani, ma non per gli insetti. Se notiamo che le nostre plantule sono state prese di mira da formiche o zanzare, dunque, non dobbiamo disperare: basterà un pizzico di cannella per allontanarle.

Per mantenere lontani questi parassiti, non dovremo far altro che spargere un po’ di cannella sulla terra intorno alla pianta o nelle aree dove gli insetti indesiderati si sono depositati.

2. Elimina i funghi

Anche i funghi sono acerrimi nemici delle piante. Se ci accorgiamo che ci sono tracce di muffa e funghi sulle nostre piante, basterà aggiungere un po’ di cannella in polvere per impedirne la crescita e la proliferazione.

Se i funghi sono molto aggressivi, sarà necessario rimuoverli dalla pianta. Se hanno attaccato la terra, a volte è sufficiente cambiarla e sostituire anche il vaso.

Tuttavia, se i funghi hanno raggiunto la pianta, dovremo aggiungere un po’ di cannella per impedire la proliferazione dei parassiti indesiderati.

Allo stesso modo, se sono presenti sulla terra, basterà aggiungere un po’ di cannella in polvere per notare il rapido miglioramento della pianta.

3. Elimina le malattie

Quando coltiviamo frutta o verdura, l’ultima cosa che vorremmo vedere sono le nostre plantule minacciate da qualche malattia che ne impedirebbe la crescita e la fruttificazione.

I semi o le plantule possono ammalarsi e marcire a causa della presenza di funghi e anche delle cattive condizioni del suolo.

Per combattere questo problema ed evitarne le disastrose conseguenze, basta aggiungere della cannella in polvere al fertilizzante o alla terra su cui sono stati piantati gli alberi.

4. Cannella per le talee

Se abbiamo delle talee da piantare, esiste un’alternativa ai prodotti chimici che di solito si usano in questi casi per stimolare gli ormoni radicanti.

Non dovremo far altro che aggiungere della cannella in polvere sul fusto delle talee che vogliamo piantare.

La cannella è la soluzione ideale, oltre che economica, giacché non sarà necessario acquistare costosi prodotti chimici per stimolare la crescita delle radici delle nostre talee.

Se stiamo piantando le nostre piante per talea e notiamo che sorgono alcuni problemi di giardinaggio che ci impediscono di ottenere buoni risultati, ecco la ricetta di un potente fungicida che ha come ingrediente principale la cannella.

Ingredienti

  • Mezzo litro di acqua
  • Un paio di aspirine schiacciate
  • Un cucchiaio di cannella in polvere (10 g)

Preparazione e modo d’uso

  • Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola.
  • Far riposare per dodici ore.
  • Trascorso questo tempo, filtrare e passare il liquido ad un altro contenitore.
  • Immergere le talee nel liquido risultante per un paio d’ore.
  • Piantare le talee come d’abitudine.

L’aspirina agisce come un acceleratore dell’attecchimento e la cannella come antimicotico. Se è avanzato del liquido, dovremo buttarlo, perché non si conserva a lungo.

Non perdetevi questo articolo: Le piccole gioie dell’orto in balcone: consigli creativi per contadini di città

5. Risana le “ferite” delle piante

Se abbiamo potato più del necessario oppure abbiamo spezzato qualche pianta togliendo le erbacce, possiamo rimediare e curare le “ferite” che abbiamo provocato, applicando su di esse un po’ di cannella in polvere.

Questo eviterà che la pianta si ammali o resti danneggiata e, allo stesso tempo, la aiuteremo a guarire più velocemente.

Tutti questi usi della cannella sono fantastici trucchi da utilizzare in giardino. Senza contare che si tratta di una scelta totalmente naturale, che per di più lascia un profumo molto gradevole.

Non esitate a provarlo sulle vostre piante: potrete notare come crescono molto più sane e più forti.

Assicuratevi che nella vostra dispensa non manchi la cannella per potervi prendere cura delle vostre piante in modo sano e profumato!

Guarda anche