Il modo migliore per pulire l’acquario

· 21 maggio 2018
Vi insegniamo alcuni trucchi utili per pulire correttamente l'acquario e così, mantenerlo senza inconvenienti.

In generale, i pesci sono animali domestici che necessitano di poca manutenzione. Hanno solo bisogno di cibo adeguato, acqua pulita e ossigeno. In questa occasione vi mostriamo come pulire l’acquario nel modo giusto per mantenerli sani e tranquilli.

Solitamente, posizioniamo i nostri pesci in un’area ventilata della nostra stanza. Come parte dell’ambiente domestico e per la salute dei vostri pesci, è importante mantenere l’acquario sempre pulito.

L’acqua intrappola le sostanze dall’ambiente che si depositano sulle pareti; inoltre, anche i pesci depositano i loro rifiuti, quindi è importante pulirla frequentemente. Siete pronti per imparare come mantenere i vostri pesci in un ambiente pulito e sano? Continuate a leggere

Di cosa avete bisogno per pulire l’acquario?

acquario in casa

È importante che abbiate tutto pronto prima di iniziare, compresi gli asciugamani, perché è probabile che versiate dell’acqua fuori dall’acquario mentre lo pulite.

Tenete presente che la vostra priorità dovrebbe essere quella di provocare il minor impatto possibile sui pesci. È per questo motivo che l’acqua deve essere rimossa, a poco a poco. Ora, questi sono i materiali che dovete avere a portata di mano per iniziare la pulizia:

  • 1 secchio vuoto
  • Asciugamani puliti
  • 1 sifone per l’acqua
  • 1 raschietto di alghe.
  • Biocondizionatore per acqua.

Leggete anche: 5 idee originali per un mini giardino in casa

Come pulire correttamente l’acquario?

acquario in salotto

Ancora una volta, vi ricordiamo che dobbiamo stare molto attenti a non disturbare i pesci, per non causare loro danni.

  1. Mettete l’asciugamano pulito intorno al vostro acquario, per assorbire tutta la quantità d’acqua che verserete. Mettete più asciugamani intorno se uno è insufficiente.
  2. Con molta attenzione, rimuovete tutti gli ornamenti dalla vasca e puliteli con l’aiuto di una spugna e acqua calda corrente.
  3. Assicuratevi di rimuovere tutte le alghe che potrebbero esserci. Non utilizzate detergenti abrasivi, in quanto possono lasciare residui all’interno dell’ornamento e danneggiare i pesci. Le sostanze chimiche contenute nei detergenti per la pulizia degli utensili sono tossiche per i vostri pesci.
  4. Pulite il vetro interno dell’acquario con un raschietto di alghe. Eseguite movimenti ascendenti e discendenti, lentamente. Per prima cosa, utilizzate la parte più ruvida del raschietto e poi ripassate con la superficie liscia.
  5. Utilizzate la rete per rimuovere lo sporco che si accumula sulla superficie.
  6. Ora procedete a rimuovere parte dell’acqua con il sifone. Posizionate l’estremità più piccola del sifone all’interno dell’acquario e la parte più larga all’interno del secchio vuoto.
  7. Fate movimenti delicati ma veloci, con il sifone all’interno dell’acquario verso il basso e verso l’alto, finché l’acqua inizia a fuoriuscire attraverso di esso. Se ne avete accesso, potete anche utilizzare una piccola pompa che semplifichi il lavoro.
  8. Posizionate il sifone sulla ghiaia sporca, in modo da risucchiare parte di quella sporcizia. Fate attenzione a non succhiare alcuna pietra che possa rimanere bloccata nel sifone.
  9. Quando rimane il 15 o il 20% di acqua nell’acquario, rimuovete il sifone. Non dovete pulire tutta la ghiaia nell’acquario, solo alcune parti.
  10. Reinserite gli ornamenti puliti.
  11. Aggiungete acqua pulita dal rubinetto all’acquario per completare il riempimento della vasca con il biocondizionatore d’acqua. Quando si versa acqua pulita, fate attenzione a farlo lentamente, in un angolo, in modo da non disturbare i pesci.

Vi consigliamo di leggere: 6 tipi di pesce che è meglio non consumare

Consigli per pulire l’acquario

acquario con pesci tropicali

  • Lavate l’acquario almeno una volta alla settimana.
  • Non usate candeggina o detergenti di alcun tipo, poiché potreste avvelenare i pesci.
  • Se vedete che le alghe crescono nella vasca, è necessario pulirla immediatamente.
  • Usate gli utensili per la pulizia del vostro acquario esclusivamente a questo scopo. Altrimenti, potreste introdurre batteri che possono danneggiare i vostri pesci.
  • Ci sono alcuni pesci noti come “pesci pulitori” che mangiano i detriti che galleggiano nell’acqua.
  • Prima di introdurli, assicuratevi che siano compatibili con i pesci già presenti nel vostro acquario.
  • Assicuratevi che la nuova acqua che introducete sia della stessa temperatura di quella che si trova già nella vasca dei pesci, per evitare che i pesci subiscano uno shock termico.
  • È importante essere consapevoli che, più pesci ci sono in un acquario, più velocemente si sporcherà l’acqua.
  • Se avete delle piante, assicuratevi di rimuoverle con attenzione e lavarle bene.
Guarda anche