Mini giardino in casa: consigli per crearne uno

27 Novembre 2019
Avere un giardino da curare allontana lo stress e aiuta a godersi momenti di pace e tranquillità. Inoltre, è un buon modo per migliorare la qualità dell'aria che circola in casa.

Un mini giardino è un esercizio di creatività, organizzazione e relax. È un piccolo pezzo di natura dentro casa che può essere usato a scopo decorativo.

Nonostante la semplicità di assemblaggio, che ci permette di focalizzare l’attenzione esclusivamente sulla progettazione e la disposizione di ciascuno degli elementi, otteniamo grandi benefici a livello psico-emotivo. In poche parole: creare un mini giardino è un’attività estremamente semplice, ma efficace per il nostro benessere.

È dimostrato che il giardinaggio, oltre a conferire bellezza all’ambiente domestico, contribuisce al benessere mentale. E occorre sottolineare uno dei vantaggi più importanti: le piante aiutano a purificare l’aria di casa, rendendola più pulita e benefica per la nostra salute.

Per iniziare

In genere, chi decide di creare un mini giardino a casa, di solito è spinto da uno o più dei seguenti motivi:

  • Vorrebbe un giardino, ma non ha sufficiente spazio a disposizione o una casa con uno spazio esterno.
  • È interessato alla coltivazione dei bonsai e affini.
  • Non sa come prendersi cura delle piante, ma vuole provare.
  • È attratto del regno vegetale.
  • Ha bisogno di rilassarsi.

Primi passi

Nella creazione di un mini giardino, bisogna tenere in considerazione il tempo da dedicargli, giacché non tutte le piante richiedono le stesse cure; alcune hanno bisogno di attenzione più spesso mentre altre, meno ne ricevono meglio è.

Succulente per mini giardino

Chiarito quanto sopra, passiamo alla parte più divertente: scegliete le piante che più vi piacciono. In secondo luogo, dobbiamo individuare il luogo in cui le posizioneremo e se intendiamo lasciarle o meno nel contenitore con il quale le abbiamo acquistate.

Nel caso in cui desiderassimo sostituire il contenitore con qualcosa di esteticamente più valido, sarà necessario tenere conto alle esigenze della pianta. Ad esempio, alcune specie richiedono una buona ventilazione e pertanto, saranno necessario praticare dei fori nel vaso. Altre potrebbero aver bisogno di più luce e quindi si dovrà scegliere un contenitore trasparente, e così via.

Ovviamente, la tipologia di mini giardino sarà condizionata dalla specie scelta. Ebbene, le specie vegetali più appropriate per un mini giardino sono quelle che non necessitano di troppa luce, irrigazione e che tollerano le alte temperature; ovvero le piante grasse e i cactus.

Creazione del mini giardino

Per realizzare un mini giardino, avete bisogno dei seguenti materiali:

  • Ghiaia o sassolini.
  • Terriccio o pacciame.
  • Carbone vegetale o attivo.
  • Muschio o pietre decorative (facoltativo).

Riempite il vaso con della ghiaia per 2 – 3 cm. Questo eviterà che l’acqua stagnante entri in contatto con le radici.

Potete aggiungere uno strato di muschio che funga da spugna per assorbire l’acqua ed evitare che il terriccio filtri attraverso la ghiaia.

Mescolate il terriccio o il concime con il carbone vegetale: questo materiale organico faciliterà il drenaggio e aiuterà le radici a crescere. Aggiungete uno strato di questo composto per un quarto o un terzo del contenitore.

Togliete le piante che avete scelto dai loro contenitori e metteteli nel vostro vaso. Scavate un buco abbastanza profondo per introdurvi le radici. Lasciate uno spazio di almeno 10 cm tra una pianta e l’altra.

Volete saperne di più? Leggete anche: Come coltivare l’ananas in casa

Amici che si divertono a fare giardinaggio

Occorre sottolineare l’importanza di terriccio da utilizzare per le piante, affinché il nostro progetto prosperi bisogno e abbia un bell’aspetto.

Decorazione e manutenzione

Una volta piantate le piante, coprite la superficie con del muschio o, se preferite, con delle pietre decorative. Eviteranno la crescita di erbacce.

Infine, annaffiate la pianta con acqua fino a bagnare la ghiaia sul fondo. La frequenza con cui annaffiare le piante dipende dalla varietà scelta, ma in genere il terriccio dovrebbe sempre rimanere umido.

Annaffiate il vostro giardino la mattina presto o la sera, non durante le ore di sole intenso. Una volta terminato, trasferite il vostro mini giardino in una zona ben illuminata, ma non alla luce diretta del sole.

Vi consigliamo di leggere anche: Come far crescere lo zenzero in casa

Mini giardino o orto?

Mini giardino in vaso

Se vogliamo creare una doppia funzione per il nostro mini giardino, possiamo coltivarlo come se fosse un piccolo orto, con piante come coriandolo, prezzemolo e menta piperita, ad esempio.

Possiamo anche abbinare delle piante decorative alle erbe medicinali o aromatiche. E se lo desideriamo, possiamo aggiungere accessori come figure, case, ponti e altre strutture in miniatura. Lasciate spazio alla vostra immaginazione! Oggi possiamo creare un mini giardino e domani, magari, un giardino verticale.