8 motivi per evitare gli alimenti processati

· 3 agosto 2018
L'eccessivo consumo di alimenti processati può causare infiammazioni e l'accumulo di tossine in eccesso nel corpo. È essenziale evitarlo per far sì che non porti alla comparsa di malattie croniche.

I pericoli degli alimenti processati non sono una novità. Sebbene negli ultimi anni sia stato fatto un appello ai consumatori per spingerli a essere consapevoli dei rischi di questi prodotti, il problema esiste ormai da decenni ed è causato dagli interessi dell’industria alimentare.

Anche se è possibile trovare cibo di alta qualità, molti degli alimenti di cui sono pieni i supermercati sono ricchi di sostanze nocive che possono danneggiare la salute. Perché è così importante evitarli?

Anche se sembrano appetitosi e possono essere aggiunti in più modi nella nostra alimentazione, il loro processo di produzione può comportare l’uso di conservanti e additivi chimici dannosi. Inoltre, molti mancano di nutrienti essenziali e contengono troppe calorie. Oggi parliamo di alimenti processati.

Quali sono i pericoli degli alimenti processati?

I cibi processato sono tutti i prodotti alimentari che sono stati sottoposti a un trattamento industriale. Attraverso una serie di processi chimici vengono aggiunte caratteristiche che sono attraenti per il consumatore, come un sapore e una consistenza specifici.

Cibo in scatola

Le aziende che li producono li vendono come “la migliore opzione” per un cibo veloce e soddisfacente. Ciò che però non dicono è che i composti artificiali e processati possono causare effetti indesiderati sul nostro corpo. Quali?

Leggete anche: Cibi potenzialmente cancerogeni contenenti nitrosammine

1. Creano dipendenza

L’interesse dell’industria alimentare è chiaro: guadagnare sempre più denaro. Pertanto, le aziende non hanno problemi nell’usare nei loro prodotti un’ampia varietà di additivi chimici che creano un effetto di dipendenza, il quale fa sì che il loro consumo diventi abituale.

Negli alimenti di origine biologica, i componenti svolgono la funzione di soddisfare la fame. Al contrario, gli alimenti processati stimolano il rilascio di dopamina, una sostanza che fa sentire bene le persone anche se non stanno ricevendo di fatto un nutrimento.

2. Causano obesità

L’obesità è uno dei grandi problemi di salute pubblica dell’era moderna. Molti casi si verificano a causa di problemi genetici, ma la maggior parte ha a che fare con le abitudini alimentari e il consumo di prodotti processati.

Questa varietà di alimenti è ricca di zuccheri, grassi saturi e carboidrati semplici che aumentano la tendenza ad accumulare grasso. Inoltre, contengono sostanze chimiche come il glutammato monosodico e lo sciroppo di mais, entrambi riconducibili al sovrappeso e all’obesità.

3. Influenzano il pH del corpo

Uno dei grandi pericoli dei cibi processati è che non rispettano i principi della combinazione degli alimenti. Per questo motivo non consentono di sfruttare i nutrienti che arrivano al corpo e producono un’acidificazione del sangue che mette a rischio la salute.

Donna stanca

Provocando uno squilibrio nel pH del corpo, causano anche un aumento della presenza di tossine nel sangue e la comparsa di varie malattie legate all’infiammazione. Inoltre, il metabolismo si vede alterato e si incorre in un aumento di peso.

4. Alterano la flora intestinale

L’eccesso di acidi che deriva da questi prodotti di solito altera l’attività dei microrganismi sani che abitano l’intestino. Di conseguenza crea una suscettibilità a malattie digestive e contagiose.

5. Producono depressione e irritabilità

Mentre gli alimenti di origine biologica promuovono il benessere emotivo, il cibo trasformato influisce negativamente sull’umore. Il suo consumo regolare è correlato a crisi di depressione, ansia e irritabilità.

6. Aumentano il rischio di malattie croniche

Gli insaccati e i cibi raffinati rilasciano nel sangue sostanze infiammatorie che possono causare malattie croniche. Dal momento che accelerano il deterioramento cellulare, con il passare del tempo possono comportare patologie come l’artrite reumatoide, l’osteoporosi o il cancro.

7. Influenzano la salute del cuore

Il sistema cardiovascolare può subire gravi conseguenze a causa dei pericoli apportati dai cibi processati. Sebbene alcuni lo trascurino, questi prodotti sono un “cocktail” di sostanze che danneggiano la salute del cuore e la circolazione.

Dolore al petto

La maggior parte dei prodotti raffinati contiene grassi saturi e sodio in eccesso, entrambi responsabili di disturbi come l’ipertensione e l’ipercolesterolemia. Se sono parte della dieta possono causare aterosclerosi o infarto.

8. Producono invecchiamento precoce

Le sostanze chimiche contenute negli alimenti trasformati sono identificate dall’organismo come tossine. Grazie al funzionamento degli organi escretori, molti di questi vengono eliminati, ad esempio attraverso il sudore e le urine.

Il problema è che si accumulano eccessivamente nel corpo, dal momento che molti di questi prodotti vengono consumati regolarmente. Pertanto, queste particelle deteriorano le cellule e accelerano il processo di invecchiamento.

Vi interesserà leggere: 6 abitudini per evitare l’invecchiamento prematuro della pelle

Quali sono gli alimenti trasformati più comuni?

Come abbiamo detto, il mercato è invaso da questo tipo di cibo. Tenendo ben presenti i pericoli del consumarli, è essenziale identificarli per limitarne il più possibile l’assunzione. Di seguito condividiamo una piccola lista dei più comuni:

  • Insaccati e affettati
  • Cereali in scatola
  • Pane e prodotti da forno industriali
  • Cibo in scatola
  • Salse e condimenti industriali
  • Bibite e bevande gassate
  • Snack salati e fritti
  • Popcorn

Conoscevate tutti i pericoli degli alimenti processati? Come potete vedere sono molto dannosi per il nostro organismo. Cercate di limitarne al massimo l’assunzione e optate invece per alimenti di origine biologica.

Guarda anche