Non bere acqua a sufficienza: quali conseguenze?

9 Novembre 2016
Oltre a dissetare, l’acqua ci aiuta a mantenere il cervello attivo, lubrifica i muscoli e favorisce l’eliminazione delle tossine dall’organismo.  

L’acqua è un liquido fondamentale per la nostra vita, perché il corpo ne ha bisogno per portare a termine processi chimici quali l’assorbimento dei principi nutritivi degli alimenti o l’eliminazione delle tossine. Per tutti questi motivi, non bere acqua a sufficienza danneggia l’organismo.

Tuttavia, la maggior parte delle persone tende a non bere acqua a sufficienza e, con il passare del tempo, ciò causa diversi problemi di salute. Sebbene l’organismo sia in grado di depurarsi da solo, la mancanza d’acqua può complicare notevolmente questo compito e, a sua volta, provocare un aumento nei livelli di tossine.

Di conseguenza, aumenterà il livello di infiammazione, il rischio di malattie croniche e si manifestano alcuni sintomi che compromettono la nostra qualità di vita. In generale si consiglia di bere almeno due litri d’acqua, inclusa quella proveniente da succhi, frutta, zuppe, ecc.

Ingerire meno della quantità d’acqua raccomandata provoca disidratazione e alcune reazioni che si manifestano sia a livello interno che esterno. 

Dato che in molti ancora non conoscono tali effetti, di seguito condivideremo nel dettaglio le conseguenze di una cattiva idratazione.

Prestate attenzione!

Non bere acqua a sufficienza: rischi digestivi

Problemi digestivi

Le difficoltà di digestione sono una delle prime manifestazioni di disidratazione del corpo.

Il 98% dello strato della mucosa gastrica è composto da acqua e, quando diminuisce, l’acido può intaccare il rivestimento e provocare indigestione, pirosi e stitichezza.

Dolori articolari

Si stima che circa l’80% della composizione della cartilagine che protegge le articolazioni sia formata da acqua. Per questo motivo, quando non se ne assume la quantità necessaria, le articolazioni vengono compromesse in modo diretto.

Una persona con disidratazione cronica ha più del 60% di rischio di soffrire di artrosi o altri disturbi infiammatori.

Tale condizione può anche compromettere i dischi della colonna vertebrale provocando la cosiddetta ernia del disco.

Secchezza di bocca e pelle

Non bere acqua causa disidratazione

A livello estetico la disidratazione è molto evidente. Il delicato strato che ricopre la bocca diventa secco e, non ricevendo acqua a sufficienza, può screpolarsi.

Allo stesso tempo, la pelle presenta alterazioni nella sua normale produzione di oli e, di conseguenza, apparirà opaca e secca.

Anche se i prodotti topici contribuiscono a contrastare la disidratazione, è importante idratarsi dall’interno per risolvere efficacemente il problema.

Leggete anche: 9 alimenti per prendersi cura della pelle

Bassi livelli di energia

Il 90% del plasma sanguigno è composto da acqua e se i livelli di tale liquido sono troppo bassi, il cuore ha difficoltà a pompare il sangue e a somministrare l’ossigeno a ogni cellula del corpo.

Per questo motivo, i livelli di energia diminuiscono e si verificano problemi nel raggiungimento di un buon rendimento fisico e mentale.

Non bere acqua a sufficienza comporta problemi ai reni

Problemi ai reni

Dato che i reni sono gli organi che hanno il compito di filtrare le tossine e produrre urina, una parte molto importante della loro salute dipende dall’acqua.

Chi non ne assume a sufficienza presenta alti livelli di tossine nel sangue e tende a soffrire di ritenzione idrica e infiammazione.

Inoltre sono più soggetti alle infezioni del tratto urinario e al rischio di calcoli renali.

Deficit nella circolazione sanguigna

La circolazione sanguigna rallenta a causa della disidratazione e, con il tempo, il sangue può essere trattenuto e formare varici.

Mantenere sotto controllo questa condizione è molto importante, perché a lungo termine, non bere acqua può aumentare il rischio di pressione arteriosa alta, attacchi cardiaci e infarti cerebrovascolari.

Diminuzione della massa corporea

Ragazza fa vedere i muscoli

I muscoli hanno bisogno di acqua per assorbire correttamente i nutrienti e per mantenersi forti. Un organismo disidratato, tuttavia, perde massa muscolare e, allo stesso tempo, diventa più flaccido. Di conseguenza, è maggiormente sottoposto al rischio di lesioni.

È importante aumentare l’assunzione di liquidi tutti i giorni, soprattutto in caso di allenamento ad alta intensità. Ciò manterrà gli elettroliti a livelli adeguati, compenserà la perdita di liquidi ed eviterà future infiammazioni.

Non perdetevi: I migliori rimedi naturali per le infiammazioni

Aumento del rischio di depressione

Non bere acqua a sufficienza danneggia anche la salute emotiva. La sua carenza nel tessuto cerebrale fa aumentare i livelli di cortisolo e ciò, oltre a causare stress, può condurre a forti episodi di depressione.

Maggiore sensazione di fame

Donna cerca cibo in frigo

La mancanza di liquidi nell’organismo fa aumentare la sensazione di fame, e questo ci porta ad assumere più calorie di quanto ne abbiamo bisogno.

Durante la giornata sentiremo il bisogno continuo di andare verso il frigorifero e di scegliere alimenti che contengono liquidi. Il problema è che a causa della mancanza d’acqua, tali alimenti impiegano più tempo ad essere digeriti e possono provocare un aumento di peso.

Quanta acqua assumete durante il giorno? Ora che conoscete alcuni effetti della disidratazione, cercate di bere la quantità d’acqua giornaliera raccomandata per mantenervi in salute.

  • Caramia, G., Pompilio, A., Ciuccarelli, F., & Moretti, V. (2003). Disidratazione e reidratazione. Attualità ed interventi terapeutici. Progress in Nutrition.
  • Jéquier, E., & Constant, F. (2010). Water as an essential nutrient: The physiological basis of hydration. European Journal of Clinical Nutrition. https://doi.org/10.1038/ejcn.2009.111
  • Department of Human Services Victoria. (2014). Water – a vital nutrient. Better Health Channel.