Olio di tanaceto blu: usi cosmetici e medicinali

L'olio di tanaceto blu gode di grande prestigio nel mondo dell'estetica e della medicina naturopatica. Tuttavia, non ci sono ancora dati sufficienti sull'efficacia o sui possibili rischi di questa sostanza.
Olio di tanaceto blu: usi cosmetici e medicinali

Ultimo aggiornamento: 08 dicembre, 2021

L’olio di tanaceto blu è utilizzato a fini cosmetici e medicinali. Era già conosciuto nei tempi antichi, ma ancora oggi non ci sono molte prove scientifiche a sostegno delle sue proprietà.

Nonostante ciò, ha suscitato un forte interesse negli ultimi anni. Chi lo usa dice che è ottimo come prodotto antiacne e che rallenta l’invecchiamento cutaneo.

L’olio di tanaceto blu, estratto dal fiore omonimo, si può trovare puro o insieme ad altri ingredienti in prodotti come sieri, oli per il viso e maschere esfolianti.

Che cos’è l’olio di tanaceto blu?

Proviene da una pianta il cui nome scientifico è Tanacetum annuum. È anche conosciuto come blue tansy, tanaceto marocchino o camomilla marocchina ed è originaria del bacino mediterraneo.

Contrariamente al nome, ha fiori gialli e le foglie ricoperte da una fine peluria bianca. Non è facile da trovare ed è per questo che di solito l’olio essenziale è piuttosto costoso.

È anche importante notare che l’olio di tanaceto blu non è lo stesso del comune olio di tanaceto. La pianta appartiene alla famiglia della camomilla e contiene camazulene, un composto dalle proprietà lenitive e antiossidanti. Ha un profumo di erbe dolce e terroso.

L’olio di tanaceto blu ha un caratteristico colore blu scuro. Se viene distillato con vapore, acquisisce un vivido tono blu. Il suo aroma è una miscela di erbe e canfora, con note di cuore alte. La fragranza è leggermente dolce.

Per realizzare questo olio essenziale vengono utilizzati fiori e foglie fresche della pianta. Questi sono sottoposti a un processo di distillazione a vapore. La sostanza diventa blu solo dopo che l’estrazione e la distillazione sono state completate.

Oltre al camazulene, l’olio essenziale contiene guaiolo e guaiazulene, due composti che aiutano a ridurre le irritazioni. Nella sua composizione sono stati anche isolati 3,6-diidrocamamazulene, a-felandrene, b-eudesmolo, b-mircene sabinene.

Infuso di camomilla.
Sebbene appartenga alla stessa famiglia della camomilla, non deve essere confusa con essa.

Benefici dell’olio di tanaceto blu

L’olio di tanaceto blu sembra avere proprietà antinfiammatorie, antistaminiche (antiallergiche), antipruriginose (combatte il prurito), flebotoniche (tonifica i vasi sanguigni), sedative e calmanti.

Contro l’infiammazione

L’olio di tanaceto blu ha due componenti a cui vengono attribuite proprietà antinfiammatorie: sabinene e canfora. Anche il camazulene può avere questo effetto. Tuttavia, non ci sono ancora ricerche sufficienti per sostenere o negare che questi elementi miscelati nell’olio conservino o aumentino l’effetto contro l’infiammazione.

Idrata la pelle

Molti prodotti cosmetici idratanti contengono questo tipo di olio. Si ritiene che sia efficace nel ridurre la secchezza della pelle e nell’aggiungere umidità. C’è anche chi lo usa per curare le ustioni, anche se non ci sono dati scientifici a sostegno di questo uso.

Aiuta a ridurre l’acne

L’olio di tanaceto blu può aiutare a combattere gli sfoghi di acne e altri segni di infiammazione o irritazione legati alla malattia. Gli oli essenziali sono generalmente sconsigliati per questo scopo, ma questo in particolare potrebbe essere efficace.

Effetto calmante

Uno dei componenti più abbondanti di questo olio essenziale è la canfora. Questa sostanza ha un effetto calmante se inalata, favorisce il rilassamento e aiuta a ridurre gli stati di stress.

Ripara la pelle danneggiata

È possibile che questo composto applicato sulla pelle agisca come fattore di guarigione naturale. Contiene diversi antiossidanti, quindi potrebbe aiutare a ridurre le rughe d’espressione e le rughe tipiche dell’invecchiamento.

Antimicotico e antibatterico

Potrebbe aiutare ad eliminare batteri e funghi, ma come negli altri casi, non ci sono studi che confermino questo utilizzo.

Sollievo dai dolori muscolari

Un massaggio con questo olio essenziale potrebbe essere efficace nel ridurre il dolore causato da nevralgie, artriti o tendiniti. Può anche contribuire alla gestione del dolore in generale.

L’utilizzo consigliato è insieme ad un olio vettore, che può essere arancia o incenso. In ogni caso, non è chiaro se sia l’olio stesso ad essere responsabile dell’effetto o siano i massaggi ad alleviare le contratture.

Repellente contro gli insetti

Mescolato con acqua e diffuso attraverso uno spray, l’olio di tanaceto blu aiuta a tenere lontano gli insetti. È un’opzione naturale per chi preferisce evitare insetticidi e prodotti chimici.

Come usare l’olio di tanaceto blu

Esistono 3 modi per utilizzare l’olio di tanaceto blu e beneficiare delle sue proprietà: in crema o olio vettore, in un diffusore o in formula spray.

1. In crema o olio vettore

L’olio di tanaceto blu non deve essere utilizzato allo stato puro, ma diluito in un’altra sostanza. Si consiglia di mettere da 1 a 2 gocce di questo olio nella crema idratante o nel detergente prima di applicarlo. Un’altra opzione è combinarla con olio di cocco o di jojoba e poi applicare sulla pelle.

2. In un diffusore

Questo olio ha un aroma molto gradevole ed è per questo che è molto adeguato usarlo in un diffusore. L’inalazione genererebbe una sensazione di calma e tranquillità. Tuttavia, ci sono persone che possono soffrire di una reazione allergica, quindi non è consigliabile utilizzarlo in luoghi affollati o poco ventilati.

Diffusore con olio di tanaceto blu.
L’uso con un diffusore è simile a quello utilizzato con altri oli. Si deve usare cautela con le persone soggette ad allergie.

3. In uno spray

Basta aggiungere 4 millilitri di olio di tanaceto blu a 100 grammi di acqua e mettete la miscela in un flacone spray. In questa modalità viene solitamente utilizzato, aneddoticamente, come antinfiammatorio.

Possibili rischi ed effetti collaterali dell’olio di tanaceto blu

Quasi tutti gli oli essenziali hanno componenti tossici, quindi non dovrebbero essere ingeriti in nessun caso. Né dovrebbero essere applicati direttamente sulla pelle senza prima diluirli in una crema, acqua o altro olio.

L’uso di olio di tanaceto blu non è raccomandato alle donne incinte o che allattano, bambini piccoli o persone con epilessia. Gli effetti che può causare in questi casi sono sconosciuti.

È molto importante acquistare l’olio di tanaceto blu e non il comune olio di tanaceto. Quest’ultimo contiene sostanze nocive per la salute che dovrebbero essere evitate. È meglio fare un patch test prima di applicarlo.

Esistono altri oli essenziali che possono sostituire l’olio di tanaceto blu. Tra questi ci sono quelli di camomilla romana, lavanda, incenso, artemisia, rosmarino, bergamotto e maggiorana.

Inutile dire che sono ancora necessarie ulteriori ricerche per confermare le proprietà dell’olio di tanaceto blu. Pertanto, la cosa migliore da fare è parlare con il medico prima di usare questa sostanza.

This might interest you...
Oli essenziali per la pelle: 10 modi per renderla più bella
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Oli essenziali per la pelle: 10 modi per renderla più bella

Grazie ai loro deliziosi aromi e alle loro proprietà cosmetiche, gli oli essenziali sono degli incredibili alleati per la pelle.



  • Barrero, A. F., Sa, J. F., Barro, A., & Rami, A. (1992). Biomimetic cyclizations of a germacranolide from Tanacetum annuum. Phytochemistry, 31(1), 332-335.
  • Fernández Pérez, H. (2021). Programa de educación para la salud: mejora de los brotes de acné en la adolescencia.
  • Zaim, A., Benjelloun, M., El Harchli, E. H., Farah, A., Meni Mahzoum, A., Alaoui Mhamdi, M., & El Ghadraoui, L. (2015). Chemical Composition And Acridicid Properties Of The Moroccan Tanacetum Annuum L. Essential Oils. Res Invent: Int J Engineer Sci, 5, 13-19.
  • Ananieva, Lyudmila. Aceites esenciales para su salud y belleza: Segunda parte. Tektime, 2018.