Orientamento sessuale: 5 tipi

Conoscere i diversi orientamenti sessuali può aiutarci ad accettare e a vivere al meglio la nostra sessualità, oltre a non giudicare quella degli altri. Scoprite tutto quello che c'è da sapere.
Orientamento sessuale: 5 tipi

Ultimo aggiornamento: 29 gennaio, 2021

Conoscere i diversi tipi di orientamento sessuale è importante per comprendere meglio il proprio e rispettare quello altrui. Sessualità e affettività sono sfere fondamentali per lo sviluppo dell’essere umano. Instaurare legami, a diversi livelli, è essenziale per la buona salute fisica e psicologica dell’individuo.

Avere un rapporto sano con la propria sessualità è essenziale. E ciò è possibile non solo essendo consapevoli di quello che ci piace, ci smuove dentro e risveglia il nostro desiderio, ma anche accettandolo ed esprimendolo in modo naturale.

I miti e i tabù che per secoli hanno riguardato il sesso possono ancora rappresentare una difficoltà in tal senso. Motivo per cui, è importante disporre di informazioni chiare e attendibili al riguardo. Vediamo nel dettaglio i 5 tipi di orientamento sessuale oggetto di questo articolo.

Cosa si intende per orientamento sessuale?

È bene chiarire prima di tutto cosa si intende per orientamento sessuale, in quanto questo termine è spesso confuso con altri concetti collegati. Possiamo definirlo come l’attrazione fisica, psicologica o emotiva che si prova verso un determinato gruppo della popolazione. Si tratta, pertanto, di una preferenza stabile e duratura rispetto alle persone con le quali desideriamo legarci romanticamente, emotivamente o sessualmente.

È necessario differenziare tale termine da altri come quello di “identità di genere”, il quale designa l’esperienza soggettiva e profonda di ogni individuo riguardo al proprio genere. Ovvero, quello con il quale ogni persona si identifica, e che può essere o meno legato al proprio sesso biologico.

Tantomeno si deve confondere l’orientamento sessuale con l’espressione di genere, la quale si riferisce al modo in cui ci esprimiamo con il nostro comportamento e le nostre apparenze. Questa espressione potrebbe non corrispondere a ciò che la società si aspetta da noi (ad esempio, gli uomini etichettati come effeminati).

Simbolo orgoglio bisessuale.
Genere, identità e orientamento non sono sinonimi. Ogni concetto ha una sua specifica definizione.

Tipi di orientamento sessuale

Le diverse preferenze che gli individui manifestano riguardo alla loro sessualità costituiscono i tipi di orientamento sessuale. Alcuni sono noti e accettati, mentre altri non godono ancora del necessario riconoscimento. Vediamo i principali.

1. Eterosessualità

È l’orientamento sessuale più diffuso e anche il più accettato a livello sociale. Le persone eterosessuali sono attratte fisicamente ed emotivamente da individui del sesso opposto. Per cui, gli uomini eterosessuali desiderano legarsi a livello fisico e mentale alle donne e viceversa.

2. Omosessualità

L’individuo è attratto da persone dello stesso sesso o genere. Dopo l’eterosessualità, è il tipo di orientamento sessuale più noto. I termini “gay” e “lesbica” vengono utilizzati per designare rispettivamente gli uomini e le donne omosessuali.

3. Bisessualità

La bisessualità riguarda le persone attratte fisicamente ed emotivamente da individui di entrambi i sessi. Spesso le persone bisessuali sono vittime di pregiudizio, in quanto è comune pensare che si tratti solo di una fase della vita o che siano confusi.

Tuttavia, la bisessualità ha la stessa importanza e validità di un qualsiasi altro orientamento sessuale. Alcuni studi suggeriscono addirittura che la maggior parte della popolazione sia in una certa misura bisessuale.

4. Pansessualità

La pansessualità definisce l’attrazione sessuale o romantica per qualsiasi essere umano, indipendentemente dal sesso, dal genere o dall’aspetto. Per cui, l’individuo pansessuale concentra le sue attenzioni sulle qualità e sulla personalità del soggetto, indipendentemente dal fatto che sia maschio, femmina o che non si identifichi con alcun genere binario.

5. Asessualità

Le persone asessuali, invece, non provano alcun desiderio o attrazione sessuale per nessun genere. Si può affermare che il loro interesse per il sesso e l’attività sessuale sia pari a zero.

Possono tuttavia provare attrazione emotiva, intellettuale o romantica per altri individui. Anche in assenza del desiderio fisico, possono mostrare preferenze per legami a livello emotivo, o su altri livelli, con persone dello stesso sesso, opposto oppure entrambi.

È importante non confondere l’asessualità con il celibato o l’astinenza. Nel primo caso, il desiderio o l’interesse sessuale di fatto non esiste, mentre nel secondo viene controllato o evitato mediante l’adesione a credenze o convinzioni.

Simbolo parità di genere.
Il riconoscimento dei diversi tipi di orientamento sessuale permette alla società di progredire nel rispetto delle differenze.

Altri tipi di orientamento sessuale

Oltre a quelli esposti, esistono molti altri tipi di orientamento sessuale. Per esempio, gli individui demisessuali attratti solo da persone con cui condividono un forte legame emotivo. Oppure i sapiosessuali, i quali provano attrazione in base all’intelligenza delle persone.

In sintesi, le preferenze e i gusti sessuali mostrano uno spettro ampio e vario, tale da non poter essere limitato a poche rigide e inamovibili opzioni. Flessibilità e accettazione sono elementi essenziali per scoprire, vivere e godere della propria sessualità senza giudicare se stessi o gli altri.

Potrebbe interessarti ...
Domande sul sesso che tutti ci siamo fatti
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Domande sul sesso che tutti ci siamo fatti

Quanto dovrebbe durare un rapporto sessuale? Il pene si può rompere? Ecco 5 domande sul sesso che tutti, prima o poi, si fanno.



  • Rieger, G., Savin-Williams, R. C., Chivers, M. L., & Bailey, J. M. (2016). Sexual arousal and masculinity-femininity of women. Journal of Personality and Social Psychology111(2), 265.
  • Prause, N., & Graham, C. A. (2007). Asexuality: Classification and characterization. Archives of Sexual Behavior36(3), 341-356.
  • Savin-Williams, R. C., Joyner, K., & Rieger, G. (2012). Prevalence and stability of self-reported sexual orientation identity during young adulthood. Archives of sexual behavior41(1), 103-110.