Pediluvio in acqua fredda: quali benefici?

· 5 giugno 2016
Per ottenere importanti benefici, non è necessario lasciare i piedi nell'acqua fredda a lungo. 15 secondi saranno sufficienti affinché il nostro sistema immunitario reagisca.

Durante l’inverno, pensiamo di tornare a casa, bere qualcosa di caldo ed immergere i piedi in acqua tiepida e oli essenziali. Ciononostante, alcuni studi rivelano che per godere di maggiori benefici, bisogna eseguire un pediluvio in acqua fredda.  

Ebbene sì: questo vale anche quando la temperatura esterna sfiora gli 0°C. Scoprite in questo articolo i benefici di un pediluvio in acqua fredda.

Pediluvio in acqua fredda: risultati meravigliosi

piedi in acqua fredda e petali

Non temete! Dovrete immergere i piedi in acqua fredda per soli 15 secondi (il minimo necessario, per non ammalarsi). Inoltre, dovete sapere che questo rimedio naturale è davvero semplice e benefico.

Perchè fare un pediluvio in acqua fredda? 

Durante l’estate, è un piacere. Ma cosa succede in inverno?

Questa tecnica viene consigliata dalla medicina naturale per i suoi fantastici risultati. Va ripetuta per 15 giorni di seguito per poter godere alla massimo di tutti i suoi benefici.

In una bacinella abbastanza grande da contenere entrambi i piedi, versate abbondante acqua fredda.

Fatto ciò, aggiungete qualche cubetto di ghiaccio, affinché l’acqua si raffreddi ulteriormente. La proporzione è 18 cubetti di ghiaccio ogni 2 litri d’acqua. Quando il ghiaccio comincia a sciogliersi e il volume dell’acqua contenuta nel recipiente aumenta, immergete i piedi.

Leggete anche Punto feng fu: stimolazione con ghiaccio per la salute

Cercate di resistere per 15 secondi (che vi sembreranno un’eternità). Inizialmente l’acqua vi sembrerà insopportabile ma, giusto prima di terminare il trattamento, vi sarete abituati.

Ripetendo questo trattamento tutti i giorni, i vostri piedi non avvertiranno tanto il cambiamento di temperatura.   

Una volta trascorso il tempo consigliato, asciugate i piedi, avvolgendoli con un asciugamano, affinché si scaldino. In ultimo, indossate delle calze di cotone o lana (le più spesse che avete), e andate a dormire.

Ripetete questa tecnica tutte le sere, per due settimane di seguito. Se siete soliti ammalarvi spesso, vi consigliamo di eseguire il trattamento due volte al giorno.

A cosa serve un pediluvio in acqua fredda?

pediluvio in acqua fredda e fiori

Vi abbiamo già fatto intendere uno dei vantaggi di questo trattamento: rafforzare il sistema immunitario. A differenza di quanto potreste credere, per preparare le vostre difese all’attacco di virus e batteri, è bene che si “allenino”.

Come? Esponendole ad una situazione simile (esattamente come succede con i vaccini).

Quando il nostro sistema immunitario sa come far fronte ai cambiamenti di temperatura dei piedi (la prima parte del corpo che prende freddo in inverno o quando piove), è capace di evitare qualsiasi malattia relazionata al freddo.

Ma non è tutto! La tecnica dei piedi immersi in acqua fredda è utile anche alle donne che utilizzano i tacchi o scarpe scomode tutti i giorni, ma anche per le persone che lavorano in piedi o sedute per diverse ore al giorno e, quando arrivano a casa, hanno bisogno di rilassare i piedi.

Le persone che soffrono di gonfiore o di ritenzione idrica alle caviglie noteranno cambiamenti positivi del loro corpo fin dal primo giorno di trattamento, esattamente come chi soffre di vene varicose.

Potrebbe interessarvi anche: Consigli per evitare la ritenzione idrica

La spiegazione in questi casi è la seguente: quando togliamo i piedi dall’acqua ghiacciata, abbiamo bisogno di sangue “nuovo”, o depurato, per aumentare la temperatura il prima possibile. Questa reazione del corpo potrebbe essere ciò di cui abbiamo bisogno per evitare infiammazioni, dolore e altri problemi. 

Il trattamento, inoltre, permette ai muscoli degli arti inferiori di rinvigorirsi facendo il pieno di ossigeno, e alle cellule di funzionare meglio.

A differenza di quanto si pensa, non è l’acqua fredda (o le basse temperatura) a curarci, ma l’attività realizzata dall’organismo per produrre calore e capovolgere questa situazione pericolosa.

Si attiva il metabolismo ed il cambiamento organico, così come le reazioni circolatorie, nervose e muscolari.

E se immergiamo tutto il corpo?

donna fa bagno in acqua ghiacciata

Uno dei rimedi della nonna che si mette in pratica quando qualcuno ha la febbre consiste nel fare una doccia fredda. Si potrebbe pensare che si tratti di una soluzione drastica, ma è il modo in cui in passato si riusciva ad abbassare la temperatura corporea.

Lo stesso effetto di cui vi abbiamo parlato in relazione ai piedi si verifica anche immergendo tutto il corpo in acqua fredda. Ciò nonostante, bisogna sapere che non si può aspettare troppo o finiremo per ammalarci.

La tesi utilizzata per spiegare i risultati che si ottengono con questa tecnica è quella delle “malattie che possono essere curate meglio fuori che dentro”.

L’acqua fredda sulla pelle “risveglia” le funzioni del corpo, combatte la febbre e la congestione degli organi e favorisce l’espulsione delle impurità accumulate nel sangue.

Un bagno aiuta a contrarre i vasi sanguigni, li rende più elastici ed elimina tutti i batteri che si accumulano all’interno del nostro corpo.

Non bisogna immergersi completamente nell’acqua ghiacciata o a bassa temperatura, piuttosto bagnarsi poco per volta, a pezzi. L’immersione violenta potrebbe causare effetti addirittura pericolosi per i polmoni ed il cuore.

Si consiglia, quindi, di iniziare dan i piedi, seguire con le gambe, per poi arrivare al collo. La testa va lasciata sempre fuori dall’acqua. Lo stesso andrebbe fatto quando si va al mare o in piscina.

mamma e bimbo in piscina

Non dimenticate che più fredda sarà l’acqua, maggiore sarà il dispendio calorico che il corpo impiegherà, e più efficaci saranno le reazioni dello stesso.

Provate il bagno ghiacciato, per non ammalarvi e per godere di buona salute.

Guarda anche