Perché è bene non rifare il letto la mattina?

· 8 Febbraio 2015
Siamo spesso abituati a rifare il letto di mattina per evitare che la nostra camera abbia un aspetto disordinato. Ci sono validi motivi per non farlo

Rifare il letto è  una delle attività che la maggior parte delle persone realizza ogni mattina, dopo poco essersi alzate oppure in mattinata. Consideriamo che questa attività è imprescindibile affinché la nostra casa sia ben organizzata e la nostra stanza appaia molto confortevole quando vi entriamo.

Tuttavia, e nonostante la maggior parte delle persone sia abituata a rifare il letto ogni giorno, uno studio recente pubblicato dall’Università di Kingston (a Londra, Gran Bretagna), assicura che rifare il letto non è un’abitudine così positiva come sembra e che addirittura possa avere effetti negativi sulla salute.

Perché non rifare il letto?

Per confermare che rifare il letto possa essere nocivo per la salute, i ricercatori rivelano che mettere in modo perfetto le lenzuola e la trapunta renda il letto un luogo perfetto per gli acari e dove essi possano condurre la loro vita.

In concreto, gli studiosi sostengono che quando rifacciamo il letto, copriamo gli acari e gli aracnidi che abitano nelle stesse lenzuola. Questo contribuisce ad aumentare la loro speranza di vita.

Risulta che, anche se non lo notiamo, le lenzuola e le trapunte hanno umidità e calore, che si generano a causa del sudore che produciamo mentre dormiamo. Questa umidità sommata alla scarsa ventilazione favorisce l’habitat perfetto per gli acari. Questi si potranno propagare facilmente e vivere per molto tempo senza che ce ne accorgiamo.

Favorendo la formazione di un ambiente ideale per gli acari, siamo più esposti a soffrire di asma, eczemi o dermatite, raffreddore da fieno, diverse allergie respiratorie e persino insonnia. Di fatto le ricerche dimostrano che un letto rifatto possa ospitare fino a 1,5 milioni di acari. Di conseguenza esiste un elevato rischio di sviluppare una di queste malattie.

Leggete anche: Eliminare un eczema in modo naturale: come fare?

Stephen Pretlove, leader del gruppo di ricercatori che ha pubblicato lo studio, ha affermato che per evitare le malattie causate dagli acari, la cosa migliore è combatterli evitando di rifare il letto non appena ci alziamo.

Quando non rifacciamo il letto, gli acari possono essere eliminati con maggiore facilità, soprattutto se favoriamo la ventilazione della nostra camera da letto.

Come evitare la formazione degli acari

Gli acari possono essere eliminati con aria fresca ed esposizione al sole, ovvero, per evitare che si propaghino nel nostro letto, l’ideale è lasciare le lenzuola in disordine ed aprire la finestra della nostra alcova.

Non rifare il letto per eviatare acari

Pretlove ha dichiarato anche che molti insetti possono essere eliminati con diversi prodotti di pulizia ed utilizzando un aspirapolvere.

Tuttavia, ha chiarito che gli acari non possono essere eliminati allo stesso modo. Per cui si consiglia di ventilare con frequenza la camera da letto, lavare le lenzuola e le trapunte regolarmente e soprattutto di esporle al sole.

Per concludere, il ricercatore sostiene che i risultati ottenuti dalla ricerca possono essere la chiave nella prevenzione di malattie di origine allergica o similari. Ciò potrebbe aiutare nella cura delle stesse.

Scoprite: Rimedi naturali per le allergie nasali

Chi non si dedica in modo particolare a rifare il letto, quindi, adesso avrà un motivo in più per non farlo. Chi lo fa con frequenza, invece, soprattutto dopo essersi alzato, dovrebbe iniziare a prendere in considerazione i consigli offerti per evitare la propagazione e la speranza di vita degli acari, al fine di prevenire le malattie citate.

Guarda anche