Perché le relazioni finiscono?

Molte relazioni finiscono perché, dopo un po' di tempo, abbiamo la sensazione che l'altra persona sia cambiata, quando in realtà è cambiato il nostro modo di vederla

Le relazioni sono una parte importante della nostra vita. Prendersene cura, in modo che siano sane e ci rendano felici sempre, è davvero essenziale. Tuttavia, spesso finiscono.

Potremmo rischiare e dire che i rapporti di coppia sono quelli più difficili. In questi casi, infatti, ci consegniamo all’altra persona in tutti i sensi.

Diamo tutto, a volte troppo, fino a svuotarci completamente.


Leggete anche: Le relazioni liquide e la fragilità dei legami

Diamo tutto il nostro amore, tutti i nostri sogni. Permettiamo che una parte della nostra vita sia dell’altra persona, ma alla fine tutto si spezza.

I rapporti non finiscono senza motivo, anzi, ce ne sono diversi e oggi li scopriremo insieme.

Non stiamo parlando di nulla che non conosciate già. È anche vero, però, che spesso cadiamo e commettiamo sempre i soliti errori.

Aspettative, sogni e desideri

Senza dubbio questo è il motivo principale per cui molte coppie si lasciano. All’inizio tutto è nuovi, consociamo una persona che ci ha conquistato.

Vogliamo fare tante cose insieme, conoscere gli ambienti a cui appartiene, condividere i suoi gusti e i nostri…

Man mano che la conoscenza procede, iniziamo a sognare un futuro insieme a questa persona, dove ciascuno realizzerà i propri desideri. Immaginiamo una vita con tanti bambini oppure la casa dove vivremo assieme.

E fino a questo momento, niente ci dà fastidio del partner. Che strano! Sembra perfetto. Non sarà sempre così, però.

Non perdetevi anche: Le 3 leggi della vita: vivere, amare e parlare

Con il tempo certi aspetti ci faranno uscire dai gangheri. Non saranno delle novità. Sono caratteristiche che l’altra persona aveva fin dal primo giorno.


Iniziamo a recriminare al partner il fatto che non è più .come prima, ma non è il partner ad essere cambiato, siamo noi a vederlo diversamente.

Togliersi la benda dagli occhi all’inizio del rapporto è fondamentale perché questo non finisca.

La pigrizia dell’impegno

Ci ricordiamo ancora delle prime sorprese? Di quanto ci sforzavamo per piacere al partner, per fargli piacere e renderlo felice? E dopo averlo conquistato, cosa facciamo?

All’inizio di una relazione vogliamo conquistare l’altra persona. Diamo ogni cosa per riuscirci, mettiamo tutta la carne sul fuoco. Tuttavia, quando finalmente ci riusciamo, la nostra originalità e i nostri sforzi vengono meno.

Sembra che ci adattiamo, ci rilassiamo quando alla fine otteniamo quello che desideravamo. Il partner, però, va conquistato giorno dopo giorno. Altrimenti, si rischia di sprofondare in una noiosa routine.

Questo è un altro motivo per cui i rapporti finiscono. La routine, la mancanza di impegno nel continuare a sedurre e a far innamorare l’altro.

Scoprite anche: 7 errori da evitare nel rapporto di coppia

Non dimentichiamo che l’amore va coltivato. Quando smettiamo di annaffiarlo, magari sopravvivrà per qualche tempo, ma alla fine morirà.

I rapporti non devono avere nulla a che fare con la pigrizia. Se diamo tanto all’inizio, dobbiamo continuare a farlo per evitare un finale infelice.

La tossicità delle relazioni

L’ultimo punto è quello più negativo, ma non per questo il meno frequente. Quando sorgono la gelosia, la manipolazione, il tentativo di cambiare l’altro e la dipendenza, allora stiamo vivendo una relazione tossica.

Non si tratta più di amore, quel sentimento così puro che tiene unita una coppia, ma di bugie, di coazioni, di controllo.

Forse tutto questo dipende da alcuni preconcetti sull’amore. Crediamo che amare significhi possedere: abbiamo paura di perdere qualcosa che crediamo ci appartenga.

Quando siamo ossessionati da questo pensiero, iniziamo a manipolare l’altro in modo che faccia ciò che vogliamo e che crediamo giusto.

Senza rendercene conto, chiediamo al partner di cambiare. All’inizio, però, ci eravamo innamorati di una persona libera, unica ed autentica, non di una persona che agiva secondo il nostro volere.

Prima di andare, leggete anche: Anch’io ho avuto una relazione tossica e dannosa

I rapporti finiscono perché non siamo in grado di essere felici con l’altra persona. Di fatto, possiamo amare senza possedere e questo dovrebbe essere bellissimo, non motivo di tristezza.

Tuttavia, i preconcetti sui rapporti ci perseguitano e ogni volta che cominciamo una nuova relazione, compariranno le aspettative, i timori, il bisogno di possesso e la paura della perdita.

È per tutti questi motivi che i rapporti finiscono.