Lasciar perdere: non darsi per vinti, ma accettare ciò che non si può cambiare

13 ottobre 2016
Anche se all'inizio possa sembrare che vi stia crollando il mondo addosso, dovete allontanare le cose negative se volete che quelle positive vi raggiungano

Nella vita può accadere spesso di lasciar perdere, processo complicato che può provocare molta sofferenza.

La fine di una relazione, la perdita di qualcuno a cui vogliamo bene o cambiare abitudini, lavoro e casa, sono rinunce che potreste dover fare nel corso della vostra vita; è qualcosa alla quale nessuno vi ha preparato e che apprenderete quasi in modo forzato.

Non esiste una formula magica che possa aiutarvi ad affrontare queste situazioni caratterizzate dal distacco e dal dolore emotivo. Se tutto ciò non viene affrontato in modo adeguato, può sfociare, per esempio, in una depressione.

Tuttavia, possiamo offrirvi alcune dritte essenziali sulle quali potete fare riferimento; alcune semplici riflessioni da tenere in considerazione ogni giorno e grazie alle quali riuscirete a vedere un barlume di luce in questi momenti bui.

Lasciar perdere per poter ricevere

Se ci pensate bene per un momento, vi renderete conto che “lasciar perdere” è quella musica eterna che occupa il secondo piano nella vostra vita.

Leggete anche: Vittimismo cronico: persone che si lamentano sempre

Dovete capire che queste parole, “lasciar perdere”, non sono collegate solo al dolore, alla perdita o alla sofferenza. A volte rinunciare vi permetterà di essere un po’ più felici.

  • Rinunciare a ciò che vi fa male significa dare priorità al vostro benessere.
  • Lasciar perdere chi vi ferisce significa guadagnare salute ed equilibrio personale.
  • Liberarvi di alcune abitudini, pensieri e atteggiamenti limitanti significa aprire le porte a nuove opportunità e allo sviluppo.
Vale la pena ricordare sempre che “allentare la presa”, liberare o lasciar perdere è anche un’opportunità per rinnovarsi continuando a crescere come persone. 

Ciò nonostante, come già sapete bene, in altre occasioni questo implica un duro addio che dovrete accettare con consapevolezza. Vediamo quali sono le migliori strategie per affrontarlo.

uomo-sulla-barca-con-le-farfalle

Date tempo al tempo: le cose belle torneranno a farsi vedere

Quando perdete qualcuno o qualcosa e quando lasciate perdere, avete la sensazione che una porta si sia chiusa di fronte a voi e che stia arrivando la fine del mondo.

  • In effetti è quello che si crede per almeno due o tre mesi, ovvero in quel periodo di tempo in cui si manifesta il processo naturale di dolore. Il sollievo emotivo, il supporto e la presa di coscienza della realtà vi aiuteranno pian piano a superare questi momenti di sconforto.
  • È necessario prendere consapevolezza del fatto che “lasciar perdere” è anche un atto di coraggio insuperabile, perché nessuno può vivere pervaso dalla sofferenza e dal dolore
  • Quando perdete qualcuno dovete “lasciarlo andare via” affinché questo processo naturale dell’addio vi permetta di andare avanti, senza dimenticare ciò che vi siete lasciati alle spalle, ma essendo coraggiosi per poter sorridere di nuovo.  

Dovete dare tempo al tempo. È probabile che niente sia più come prima, ma non significa che ciò che ora è cambiato sia necessariamente negativo; al contrario, potete fare spazio a nuove situazioni più belle e felici.

leone-con-farfalla-sul-naso

Dovete lasciar andare ciò che non vuole rimanere, ciò che non resta da solo

Ci sono momenti nella vita in cui siete ossessionati dal fatto che niente cambi o avete paura che la persona che avete accanto vi abbandoni sapendo che già non vi ama più. Questo non è l’atteggiamento adatto!

Leggete anche: Ho smesso di dare spiegazioni a chi non vuole capire

  • Bisogna tenere in considerazione che la maggiore fonte di sofferenza è la negazione, ovvero chiudere gli occhi di fronte ad una realtà che vi sta facendo crollare e che vi state sforzando di nascondere.
  • Dovete lasciar perdere ciò che non riesce a mantenersi da solo, altrimenti finireste per vivere in una bugia dolorosa e incerta che nessuno merita.
  • Dovete essere coraggiosi ed affrontare la realtà: se una persona non vi vuole, non dovete elemosinare amore in quanto sarebbe un attentato alla vostra autostima.

A volte, anche se vi sembrerà incredibile, lasciar perdere ciò che non si riesce a mantenere è un modo per incontrare cose migliori.

La vita vi insegnerà per chi vale la pena lottare e a chi è meglio rinunciare

Quando iniziate a lasciar perdere, a liberarvi di ciò che vi fa male e di chi non vi ama o vi fa soffrire, state anche iniziando a dare spazio ad un interessante processo grazie al quale scoprirete le cose che contano davvero nella vita.

  • Non importa se durante questo percorso rimanete con poco. Non importa se sono solo quattro le persone che avrete al vostro fianco o se avete deciso di concentrarvi solo in due obiettivi nella vostra vita.
  • Se questo è ciò che vi rende felici, se sono queste le persone giuste, se è questo ciò che arricchisce davvero la vostra mente e il vostro cuore, allora la vostra sofferenza ha dato i suoi frutti.

Leggete anche:  A volte, anche se fa male, è meglio dire addio

farfalle-tra-i-capelli

Tuttavia, non dimenticate che tutto ciò che vi siete lasciati alle spalle è stato un tassello fondamentale della vostra vita. Tutto quello che avete provato è stato importante perché, anche se non farà parte del vostro destino, è sempre un pezzo della vostra storia personale.

Guarda anche