Posare la carta da parati: le regole per un lavoro perfetto

La carta da parati offre design unici che rendono lo spazio moderno e accogliente. Inoltre, è ideale per coprire le imperfezioni delle pareti.
Posare la carta da parati: le regole per un lavoro perfetto

Ultimo aggiornamento: 25 ottobre, 2021

La carta da parati è un modo per rivestire le pareti e rinnovare gli ambienti con una tecnica diversa dalla decorazione a pittura. La carta è disponibile in una grande varietà di modelli, che donano agli spazi armonia, appeal estetico e dinamismo. In questo articolo vi daremo degli utili consigli per posare la carta da parati!

Questa tecnica decorativa è nata in Oriente nel XV secolo e da allora non ha mai perso fascino, perché impreziosisce gli ambienti, riflette la personalità di chi li abita e contrasta la monotonia. Inoltre è resistente, lavabile e versatile.

La scelta dipende dalle esigenze e dall’ambiente su cui si va ad intervenire. La carta da parati classica è costituita da fogli stampati dotati di uno strato protettivo che isola dall’umidità o il calore; Il suo maggiore vantaggio è la capacità di coprire le imperfezioni delle pareti.

Come posare la carta da parati, passo dopo passo

La carta da parati è una delle tecniche più consigliate perché è economica, facile da applicare, valorizza l’arredamento e permette di personalizzare gli ambienti.

1. Studiare le pareti

Innanzitutto, il muro deve essere controllato da una persona esperta per verificare se sono presenti condizioni che potrebbero alterare l’effetto finale o danneggiare il lavoro. Quando le pareti presentano irregolarità, occorre individuare le cause e intervenire con una spatola o con la rasatura.

In seguito è indispensabile stuccare in maniera accurata in modo che il muro sia uniforme e senza buchi. Se invece il muro è fondamentalmente sano, è sufficiente portare a livello le zone danneggiate per essere sicuri che, una volta stesa, la carta appaia liscia.

Applicare la carta da parati.
Non tutte le pareti possono essere rivestite subito con la carta da parati. Alcune richiedono ritocchi di preparazione.

2. Pulire il muro

La seconda fase consiste nel pulire le pareti per evitare l’accumulo di particelle di polvere che influiscono sulla resistenza della colla e degli adesivi. Allo stesso modo, eliminare lo sporco è fondamentale per prevenire la proliferazione di muffe che possono causare danni futuri alla carta da parati.

Le pareti vanno pulite con aceto puro per eliminare la presenza di microrganismi. Il risciacquo con acqua calda è l’ideale per combattere i residui e i cattivi odori. Le superfici devono poi essere lasciate asciugare completamente.

3. Misurare il muro

Prima di applicare la carta da parati, occorre misurare la lunghezza e la larghezza delle pareti per determinare quanti rotoli di carta saranno necessari. Occorre preventivare qualche centimetro in più, per tamponare eventuali incidenti di percorso e in seguito di manutenzione.

Allo stesso tempo, è utile fare uno schema delle misure per la carta per iniziare a tagliare tutti i rettangoli che servono e per facilitare il lavoro. Quando si ritaglia, è fondamentale usare una riga liscia che aiuti ad ottenere bordi uniformi.

4. Applicare la colla

Con un pennello pulito, si va a ricoprire di colla la parete. Il pennello permette alla colla liquida di diffondersi in modo uniforme e impedisce la formazione di grumi che ne alterano l’aspetto.

La colla va applicata anche sui supporti decorativi, in quanto ciò conferisce maggiore aderenza e sicurezza. È importante non lasciare grumi che potrebbero stropicciare o rompere la carta.

5. Posare i primi rotoli di carta da parati

Bisogna iniziare a posare la carta da parati dagli angoli e dalle superfici più alte per avere un’immagine chiara del lavoro e muoversi più comodamente. Dopo avere fatto aderire il rotolo, è necessario passare una spazzola dall’alto verso il basso per eliminare eventuali bolle e tenerla in posizione.

Nelle aree intorno agli infissi rifinite la carta solo dopo averla applicata: questi punti presentano delle curvature che devono essere delimitati in modo preciso.

6. Applicare il resto della carta da parati

Nell’affiancare i rotoli, è essenziale fare in modo che non si notino le separazioni. Pertanto, tutti i rotoli di carta devono essere applicati dall’alto verso il basso, facendo coincidere esattamente i bordi e prestando attenzione alla sequenza dei disegni.

Si consiglia di utilizzare una buona quantità di colla in corrispondenza delle giunzioni tra foglio e foglio per evitare che si separino.

7. Tagliare la carta in eccesso

Dopo aver coperto l’intera parete, rimuovete la carta in eccesso e rifinite. Quest’ultimo passaggio deve essere eseguito con un utensile che tagli diritto per evitare effetti antiestetici.

Posare la carta da parati: qualche consiglio in più

Ecco alcuni suggerimenti che aiutano a ottenere e preservare l’effetto decorativo desiderato.

Valutate la resistenza e i colori

Scegliete il tipo di carta adatto all’ambiente, ad esempio resistente all’umidità, al calore o all’intensità dei raggi del sole.

Inoltre, il design della carta da parati deve essere in accordo con gli altri colori e i complementi d’arredo. In questo modo, tutti gli elementi saranno in armonia.

Usate una colla di qualità

Quando si applica la carta da parati, è necessario utilizzare una colla di qualità che garantisca durata e resistenza. Inoltre, bisogna scegliere un prodotto che sia adatto al tipo di parete.

Parete con carta da parati.
Il design deve essere in armonia con i mobili e gli altri elementi della casa, in modo da non entrare in conflitto con l’ambiente.

Attenzione alle prese elettriche

Non dimenticate di lasciare libere le prese elettriche. Questo aspetto è fondamentale per evitare cortocircuiti o rigonfiamenti nel muro.

Il riquadro delle prese non deve essere tagliato prima di posare la carta sul muro: potrebbe essere più piccolo del previsto e rovinare l’estetica della parete.

Ricoprite l’intera area, quindi tagliate la carta seguendo il contorno esatto. Per questo lavoro è fondamentale utilizzare un righello e uno strumento che permetta di effettuare dei tagli precisi.

Eseguite una manutenzione periodica

Una volta messa la carta da parati, seguite le regole di manutenzione consigliate dal negozio. Togliere la polvere che si accumula è fondamentale per evitare macchie e cambiamenti drastici nei colori dei disegni. La carta vinilica può essere pulita con l’aiuto di un asciugamano umido, mentre quella non vinilica con un panno asciutto o con l’aspirapolvere.

Posare la carta da parati: un lavoro che richiede pianificazione

Quando si tratta di carta da parati, pianificare è importante. Questa fase preliminare consente di fissare un budget, chiedere consiglio agli esperti, scegliere il design e il tipo di carta più adatto.

Pianificare permette inoltre di rispettare i tempi opportuni nei lavori di ristrutturazione, un aspetto da non prendere alla leggera.

Potrebbe interessarti ...
Rinnovare le pareti di casa con idee originali
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Rinnovare le pareti di casa con idee originali

Per rinnovare le pareti di casa, non c'è bisogno di modificare la struttura della casa né, di conseguenza, di investire grosse somme di denaro.



  • Resene. Measuring, cutting & hanging wallpaper [Internet]. Australia: (S.E); 2003 [citado 11 de mayo de 2021]
  • Lee V. Guía esencial de decoración [Internet]. Madrid: EDIMAT; 2005 [citado 11 de mayo de 2021]