Le posizioni durante il sonno dicono molto di noi. Scopritele!

· 30 aprile 2017
Anche se ci addormentiamo in un certa posizione, durante il sonno ci spostiamo senza rendercene conto e tale postura può rivelare molto della nostra personalità.

Avete una posizione preferita per scivolare tra le braccia di Morfeo? Non stiamo parlando della postura che si assume in modo consapevole prima di addormentarsi, ma di quella che il corpo raggiunge nel corso del sonno.

Sapevate che la posizione del sonno dice molte cose di noi? Vi raccontiamo tutto in questo articolo.

Dimmi come dormi e ti dirò chi sei

Sono numerose le ricerche che hanno come oggetto il sonno e ciò che accade nel corpo e nella mente mentre dormiamo.

Il professor Chris Idzikowski ha dedicato buona parte della sua carriera a studiare la relazione che intercorre tra la posizione del sonno e la personalità.

Idzikowski ha analizzato sei tra le posizioni più comuni e si è convinto che siano associate ad un determinato modo di essere.

Secondo lo specialista, una cosa è il linguaggio del corpo che utilizziamo durante lo stato di veglia, altra cosa è la postura assunta in maniera subcosciente. 

Leggete anche: 9 alimenti che vi aiuteranno a dormire meglio

Dormire in posizione fetale

Secondo la ricerca condotta da Idzikowski, il 41% di noi dorme come un bambino nel ventre materno. La posizione fetale è adottata da più di metà delle donne.

Chi dorme sul fianco, con le braccia e le gambe raccolte, cerca, inconsciamente, protezione.

Anche di giorno, per quanto si mostri forte e sicuro agli occhi di tutti, chi dorme in questa posizione ha, in realtà, una personalità sensibile e vulnerabile.

La presunta forza di carattere che mostra, dunque, non è altro che una sorta di scudo usato per proteggersi.

Posizione del “tronco”

Il 15% dorme come un tronco. Questa posizione consiste nel dormire sul fianco, con le gambe dritte e le braccia stese lungo il corpo.

Questo modo di dormire sembra corrispondere alle personalità molto aperte e socievoli, con buona predisposizione ad essere leader. In compenso, a volte, tendono ad essere un po’ ingenue.

Sul fianco con le braccia allungate in avanti

Il 13% degli esseri umani dorme di lato, con le braccia stese in avanti a formare un angolo retto con il corpo.

In questo caso, ci troviamo davanti ad una personalità simile a chi dorme in “modalità tronco”, con in più qualche tratto di malizia e diffidenza.

Questa postura denota una visione della realtà più critica e meno ottimista.

Sulla schiena, con il corpo ben disteso

La cosiddetta posizione del soldato è assunta da chi dorme sulla schiena, con il corpo ben steso e le braccia lungo i fianchi.

Sembrerebbe indicare una personalità dominata da timidezza e introversione.

I “soldatini” hanno un carattere molto riservato, con tendenza a fuggire dalle situazioni tumultuose; sono a loro agio nella routine, con le regole e pretendono molto da se stessi.

A pancia in giù, abbracciati al cuscino

C’è anche chi si addormenta in caduta libera (il 7%). Sono le persone che dormono a pancia in giù, cingendo il cuscino con le braccia e con la testa girata di lato.

In questo caso il carattere è inquieto, nervoso, con energia da vendere. Chi dorme in questo modo fa molta fatica ad accettare le critiche.

Come una “stella marina”

Un ristretto 5% si ritrova al risveglio sulla schiena, con le braccia piegate sopra la testa. Spesso piega anche le gambe.

La posizione a “stella marina” corrisponde ad un carattere altruista, capace di ascoltare e aiutare il prossimo.

In genere fa amicizia con facilità, preferisce non stare al centro dell’attenzione e nelle riunioni o nei gruppi assume una posizione di secondo piano.

Leggete anche: Come influisce sul nostro corpo la posizione in cui dormiamo

La posizione durante il sonno: un’abitudine difficile da cambiare

Vi siete riconosciuti in una di queste posizioni? Non sentitevi delusi se non rientrate in nessuno di questi gruppi.

Ricordate che ogni persona è un mondo a sé, con le sue particolarità anche nel dormire e che non si assume sempre la stessa posizione. Ad esempio, chi dorme con una gamba sull’altra sembra avere una personalità decisamente imprevedibile.

In ogni caso, come sostiene Idzikowski, il 5% di noi adotta una posizione diversa ogni notte.

Guarda anche