Protuberanza sotto l’ascella: quando dovete preoccuparvi?

12 febbraio 2015

Si tratta di qualcosa di molto comune: accorgersi di avere  una protuberanza sotto l’ascella è successo a tutti almeno una volta e non è qualcosa che ci debba spaventare in maniera esagerata. Vi spieghiamo di seguito a cosa sono dovute queste protuberanze e quali precauzioni dovete prendere quando vi accorgete di averne una. 

A cosa è dovuta la comparsa di una protuberanza sotto l’ascella?

ascella 2

Nell’80% dei casi queste protuberanze sono dovute a fattori normalissimi che non devono preoccuparvi. La prima cosa da fare quando vi accorgete di averne una è non spaventarvi e pensare che si tratti di follicolite. A questo punto vi starete chiedendo: cos’è la follicolite? Ve lo spieghiamo di seguito:

Prima causa di una protuberanza sotto l’ascella: follicolite

ascella 3

La causa più comune della formazione di una protuberanza sotto l’ascella è la follicolite. Si tratta di un follicolo infiammato, qualcosa di doloroso che ci può spaventare quando appare. Spunta in seguito ad un’infezione della ghiandola che produce il sudore ed è causata quasi sempre da un pelo incarnito. Essendoci un’infezione, il sudore non può fuoriuscire e i batteri cominciano ad accumularsi, dando vita ad una protuberanza, che può essere più o meno grande e abbastanza dolorosa.

Anche se si tratta di qualcosa di innocuo, può essere davvero fastidioso. Spesso queste protuberanze spariscono da sole, ma a volte può succedere che si aggravino e alcune persone hanno bisogno di trattarle in maniera adeguata. La cosa più semplice è farsi controllare dal medico che vi prescriverà degli antibiotici per risolvere questo problema. Tuttavia, se il problema non accenna a diminuire, avrete bisogno di un piccolo intervento per rimuovere la protuberanza.

E cosa possiamo fare per prevenire la formazione di protuberanze e follicolite sotto le ascelle? La verità è che ci sono persone più predisposte rispetto ad altre a soffrire di questo problema e se vi è già capitato di averne sofferto, è probabile che apparirà di nuovo. In commercio si trovano delle creme apposite antisettiche che ne evitano la comparsa, ma ciò che vi raccomandiamo è che facciate molta attenzione quando vi depilate. Infatti, è proprio quando ci depiliamo e quando i peli ricrescono che si presenta questo problema. Cercate di lavare con costanza la zona delle ascelle, esfoliando affinché i pori si aprano e i peli possano crescere normalmente. Cercate anche di non utilizzare deodoranti aggressivi o chimici, perché irritano e danneggiano questa zona così sensibile.

Un altro motivo molto comune che porta alla formazione di queste protuberanze sotto le ascelle è:

Seconda causa: infiammazione dei linfonodi

ascella 4

Anche in questo caso non dovete spaventarvi. L’infiammazione di un linfonodo non è altro che una linfadenite. Sotto le ascelle, infatti, si ramificano numerosi vasi linfatici e, tramite questi vasi, si sposta la linfa all’interno del sangue, depurandolo e filtrandolo, occupandosi di combattere le infezioni.

Tuttavia, a volte, quando siamo un po’ più deboli oppure quando ci colpisce un determinato tipo di virus, i linfonodi si infiammano e si gonfiano. E così appaiono le protuberanze. La linfadenite è dovuta sopratutto ad infezioni cutanee e ad altre infezioni causate da batteri. Cosa succede quando scoprite  di avere un linfonodo infiammato? Bene, la prima cosa da fare è avvisare il vostro medico e fare analisi sul liquido linfatico per sapere a cosa è dovuta l’infiammazione, ovvero scoprire quale tipo di batterio lo ha causato. Questo si scopre effettuando una puntura sulla protuberanza sotto l’ascella. Vi faranno l’anestesia nella zona dove si farà la puntura è non sentirete quasi niente. Quando vi daranno i risultai, saprete a cosa è dovuta l’infiammazione e come trattare il problema.

Terza causa: linfoma

Si tratta di una delle possibili cause. Quando compare una protuberanza sotto l’ascella, può trattarsi di un linfonodo infiammato e che questa infiammazione sia dovuta ad un linfoma. Esistono linfomi non Hodking e linfomi Hodking. Si tratta di un tipo di cancro, ma sono facili da trattare e nel 80% dei casi spariscono. Questi linfomi hanno origine nei globuli bianchi chiamati linfociti B.

Si tratta di un cancro che va trattato con varie sedute di chemioterapia, ma ogni persona è un caso unico e non tutti abbiamo bisogno dello stesso numero di sedute.

Come accorgersi se la protuberanza sotto l’ascella è dovuta a follicolite oppure ad un linfoma?

ascella 5

La prima cosa da fare è stare calmi quando che ci rendiamo conto di avere una protuberanza sotto l’ascella; è bene avvisare sempre il medico. Solitamente i linfomi sono associati a febbre, problemi di insonnia e sudorazione eccessiva di notte, oltre alla perdita di peso. Tuttavia, in alcuni casi non presentano evidenti sintomi, quindi è sempre meglio rivolgersi al medico. E non preoccupatevi: nella maggior parte dei casi queste protuberanze dipendono da follicolite!

Guarda anche