Quale disinfettante scegliere in caso di infezioni virali?

20 Marzo 2020
Quando si tratta di scegliere un gel disinfettante per prevenire le infezioni virali, è importante prendere in considerazione alcune proprietà del prodotto. Per prima cosa, non va confuso con un antibatterico. Affrontiamo questo argomento.

Per prevenire le infezioni virali, è importante sapere quale disinfettante scegliere. A causa dell’enorme scompiglio provocato a livello mondiale dalla diffusione del Coronavirus, molte persone si sono recate in farmacie e supermercati per acquistare gel e altri prodotti disinfettanti. L’enorme richiesta e la bassa disponibilità di questi prodotti ne hanno fatto crescere il prezzo in maniera vertiginosa. Tuttavia, siamo davvero certi di saper scegliere il disinfettante adatto?

Al giorno d’oggi, il mercato offre una grande varietà di gel antibatterici che rappresentano un’alternativa quando non è possibile lavarsi le mani con acqua e sapone. Come indica il loro nome, hanno la funzione di eliminare o inibire la crescita di batteri.

In seguito a ciò, considerando che il Covid-19 è una malattia virale quando facciamo uso di questi prodotti forse commettiamo un errore. Qual è la scelta migliore? Di quali aspetti dovremmo tenere conto? Affrontiamo nel dettaglio questo argomento nelle righe che seguono.

Quale disinfettante scegliere contro le infezioni virali?

Gel disinfettante per le mani
Nel caso di infezioni virali, quando compriamo un disinfettante per le mani dobbiamo essere certi che eserciti un’azione virucida.

Il mercato offre più tipi di gel disinfettante. Ciononostante, in seguito allo stato di allarme generato in numerosi paesi a causa della diffusione del Covid-19, questo prodotto si trova esaurito in quasi tutti i negozi. Per di più, il suo prezzo di vendita ha raggiunto cifre considerevoli.

L’inconveniente deriva dal fatto che molte persone non sanno che non tutti i disinfettanti sono efficaci contro i virus. La maggior parte dei gel antibatterici sono del tutto inutili come misura preventiva contro questo genere di infezioni. Sia i gel convenzionali sia quelli profumati, brillanti e similari vengono classificati come inefficaci.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Prevenire il contagio da Coronavirus

Quale disinfettante dovremmo scegliere? In un’intervista rilasciata al quotidiano spagnolo La Vanguardia, la farmacista Mar Sieira, anche fondatrice della ditta di prodotti per la cura della pelle Sarah Becquer, spiega che nel caso del Coronavirus l’ideale è impiegare un prodotto ad azione virucida.

Il gel antibatterico ha la funzione di respingere i batteri o impedire che crescano a dismisura. Ne consegue che non costituiscono un’opzione efficace in caso di infezioni virali. Per rendere inattivi i virus, come il Covid-19, è necessario l’uso di gel che contengano almeno il 70% di alcol, il quale possiede proprietà virucide.

Per l’esattezza, per agire con efficacia contro i virus, devono contenere anche etanolo. Questa sostanza, secondo la dottoressa Sieira “presenta un’attività virucida più forte e più ampia rispetto ad altri tipi di alcol, come i propanoli. Il loro spettro di attività virucida è del 95%, ma spesso copre la maggior parte dei virus clinicamente rilevanti”.

Come possiamo scegliere un buon disinfettante?

Quando si tratta di prevenire le infezioni virali, la raccomandazione generale è di dedicare alcuni minuti alla lettura dell’etichetta del prodotto. Questa dovrebbe specificare che il gel ha una doppia azione: antibatterica e virucida.

L’attività virucida può essere verificata se l’etichetta indica che sono rispettati i requisiti minimi garantiti dall’applicazione della norma UNI EN 14476. Se questa informazione non è presente, probabilmente si tratta di un disinfettante batterico, ma non di un virucida. Il suo prezzo oscilla tra i 3,5 e i 5 euro ogni 100 ml.

Vi consigliamo di leggere anche: Virus sempre più forti: per quale motivo?

I disinfettanti rappresentano un’alternativa in caso di assenza di acqua e sapone

Lavare le mani con acqua e sapone
Ci sono disinfettanti utili per lavarsi le mani quando non è possibile disporre di un lavandino. Tuttavia, a patto che sia possibile, la scelta migliore è quella di utilizzare acqua e sapone.

Secondo le indicazioni offerte dal Ministero della Salute, la misura preventiva migliore per frenare la diffusione di infezioni e ridurre il rischio di malattie consiste nel lavarsi le mani con acqua e sapone. Se per qualsivoglia motivo non fosse possibile, è possibile ricorrere a un disinfettante per le mani.

Bisogna tuttavia considerare che questi prodotti non eliminano tutti i tipi di germi e non rappresentano nemmeno l’opzione migliore nel caso in cui le mani sono visibilmente sporche. A ogni modo, utilizzare il prodotto più adatto per ogni caso (battericida o virucida) può essere di aiuto.

Alla luce di quanto affermato nelle righe precedenti, enti come il Ministero della Salute continuano a lavorare per assicurarsi che i disinfettanti per le mani che vengono venduti senza ricetta soddisfano gli standard di qualità imposti dalla legge e possono essere utilizzati con frequenza in maniera sicura.