Cosa fare quando il naso sanguina?

· 18 ottobre 2014
Anche se d'istinto vi verrà da portare la testa all'indietro, dovrete piegarla in avanti, per evitare di mandar giù sangue. Ricordate di respirare con la bocca.

Vi sarà sicuramente capitato qualche volta di vedere che un vostro amico o un vostro familiare perde sangue dal naso oppure manifestare voi stessi frequenti emorragie nasali. Perché si perde sangue dal naso? A cosa è dovuto? Continuate a leggere l’articolo per saperne di più!

Perché a volte il naso sanguina?

Epistassi

Non preoccupatevi, la maggior parte delle volte che perdiamo sangue dal naso non è nulla di preoccupante. L’epistassi è comune sia negli adulti sia nei bambini. Dovete sapere che nel naso è presente una grande quantità di vasi sanguigni molto piccoli che possono rompersi, ad esempio, in caso di alte temperature o raffreddore.

L’aria che passa attraverso il naso può seccare ed irritare le membrane interne che lo rivestono, formando delle crosticine che possono rompersi e, quindi, sanguinare. Poiché la temperatura è un fattore che può scatenare queste rotture, è normale che durante l’inverno le emorragie nasali siano più frequenti.

La maggior parte di queste emorragie si verifica nella parte frontale del setto nasale e più raramente nella parte più interna del naso. Quest’ultimo tipo di emorragia può essere molto difficile da controllare, ma state tranquilli perché non sono mortali. Vediamo quali sono le principali cause del sangue dal naso:

  • Irritazioni da allergie o raffreddori
  • Aria molto fredda o secca
  • Soffiarsi il naso con troppa energia o mettersi le dita nel naso
  • La presenza di eventuali lesioni oppure avere il setto nasale deviato
  • Agenti chimici
  • Ipertensione arteriosa
  • In casi estremi potrebbe trattarsi di tumore.

Cosa bisogna fare quando esce sangue dal naso?

Epistassi2

 

La prima cosa da fare quando a voi o a qualcun altro esce sangue dal naso è mantenere la calma, soprattutto se si tratta di bambini. Bisogna tranquillizzarli e assicurare loro che non succederà nulla di grave e che passerà tutto in fretta. Cercate di seguire queste semplici indicazioni:

  • Innanzitutto sedetevi ed abbassate la testa in avanti. Perché sempre in avanti? Perché in questo modo eviterete di inghiottire il sangue. Dovete respirare con la bocca. Molto bene.
  • A questo punto, da seduti, stringete delicatamente il naso, non il setto nasale, ma la parte morbida dopo il setto, aiutandovi con il pollice e l’indice, in modo che le cavità nasali siano chiuse. Dopo 2 minuti lasciate la presa, poi stringete ancora e lasciate nuovamente la presa per vedere se l’emorragia si è arrestata. Respirate sempre con la bocca.
  • Ricordate di sporgervi in avanti per evitare di inghiottire il sangue.
  • Ogni cinque minuti controllate se esce ancora sangue dal naso.
  • Se l’emorragia non si ferma, potete applicare un panno imbevuto di acqua fredda oppure un po’ di ghiaccio sul ponte nasale per qualche istante e il sanguinamento dovrebbe arrestarsi.
  • Normalmente le persone hanno l’abitudine di usare dei tamponi o delle garze. Va bene, purché non tappiate completamente le narici. Basta utilizzare una piccola garza morbida che non ostruisca totalmente le cavità nasali.
  • Un’altra cosa da tenere presente è di non distendersi quando avete un’emorragia al naso. A volte si commette questo errore, cioè si chiede alla persona che sta perdendo sangue dal naso di sdraiarsi a terra o sul divano, ma non è una buona cosa perché, come vi abbiamo già detto, c’è il rischio di inghiottire il sangue. L’ideale è sporgere la testa in avanti in modo che il sangue fluisca verso il basso e non tappi le cavità nasali.
  • Ricordate anche che non bisogna aspirare o soffiarsi il naso per diverse ore dopo che l’emorragia si è arrestata, altrimenti potreste scatenare un alto sanguinamento.
  • Se l’emorragia al naso non si ferma, allora chiedete aiuto ad un medico affinché controlli la perdita di sangue. Normalmente si applica un decongestionante nasale da inalare con l’aerosol per sigillare i vasi sanguigni e tenere sotto controllo la fuoriuscita di sangue.

Quando bisogna contattare un medico o andare all’ospedale?

Dovete recarvi in ospedale nei seguenti casi: 

  • L’emorragia non si è ancora arrestata dopo 20 minuti.
  • L’emorragia al naso ha inizio dopo aver ricevuto un colpo in testa. In questo caso il sintomo è piuttosto serio e potrebbe indicare la presenza di una lesione al cranio.
  • Se, a seguito di un colpo al naso, oltre all’epistassi presentate anche una deformazione. Probabilmente avete il setto nasale rotto, una cosa molto dolorosa.

Dovete anche tenere presenti i seguenti aspetti:

Vi sanguina il naso con molta frequenza? Una o più volte alla settimana? Non ha a che fare con raffreddori o cambiamenti di temperatura? Allora rivolgetevi subito al vostro medico.

Guarda anche