Quante uova dobbiamo mangiare alla settimana?

· 12 gennaio 2015

Mangiare uova fa bene? Quante ne possiamo mangiare? Uno ogni giorno? Ogni settimana?

In questo articolo chiariremo tutti i vostri dubbi sulle uova, un alimento naturale, nutriente e molto salutare, che però bisogna imparare a conoscere per sapere come mangiarlo e come trarre beneficio dalle le sue proprietà.

Uova biologiche

Le condizioni in cui vivono e si alimentano le galline di oggi sono davvero deplorevoli, e questo si rispecchia nella qualità delle uova che compriamo. Per questo è raccomandabile scegliere sempre uova biologiche o di allevamento all’aperto, per assicurarci di star comprando il prodotto di galline che sono cresciute in libertà e con delle condizioni minime di salute. Vi basterà fare una prova e comprare due uova, uno normale e uno biologico, per vedere la differenza nel colore,nelle dimensioni e nel sapore.

Uova

Quindi, quante?

Non tutte le persone hanno bisogno della stessa quantità di uova, ma possiamo dire che il numero raccomandato va dalle tre alle cinque uova alla settimana.

  • Per esempio, una persona che mangia poca carne o pesce può mangiare qualche uovo in più per compensare la quantità di proteine di cui il corpo ha bisogno.
  • Chi realizza molta attività fisica può consumare più uova, specialmente l’albume, che è ricco di proteine.
  • Una persona in sovrappeso deve limitare la quantità di tuorli, visto che si tratta della parte più grassa.

Valori nutritivi

L’uovo è un alimento dal grande valore nutritivo.

È ricco di proteine di alta qualità biologica, il che significa che contiene tutti gli amminoacidi essenziali di cui il nostro organismo ha bisogno. Contiene vitamine del gruppo B (B1, B3, B12, acido folico e biotina), A, E e D. Contiene minerali come il magnesio, il potassio, il selenio, lo zonco, il fosforo e il ferro.

La maggior parte dei componenti si concentrano nel tuorlo, anche se l’albume è la parte che contiene più proteine.

Infine, l’uovo è un alimento piuttosto alcalino, e questo è un fattore molto positivo se teniamo in considerazione che in generale tentiamo ad acidificarci. Tuttavia, bisogna ricordare che questa proprietà si perde se lo cuciniamo fritto o lo usiamo per preparare dei dolci.

uova2

In che modo cucinarlo?

L’uovo offre molteplici possibilità in cucina. Potete prepararlo:

  • Sodo: la scelta più salutare è quella di cuocerlo per un minuto e poi lasciarlo riposare in acqua calda, per evitare che il tuorlo assuma un colore grigiastro e il tipico aroma a zolfo.
  • All’occhio di bue (fritto): sempre con olio di oliva o di cocco, di prima spremitura a freddo.
  • In camicia: cottura breve in acqua
  • Frittata: di solo uova o con patate, zucchine, spinaci, ecc.
  • Strapazzate: con funghi, aglio, cipolle, ecc.

Potete anche usarlo come ingrediente per altri alimenti impanati, per preparare dolci, torte salate, ecc. Dovete ricordarvi di tenere in considerazione anche questi piatti quando fate il calcolo delle uova che avete mangiato.

Infine, potete grattugiare un uovo sodo e aggiungerlo in insalate o altri piatti freddi oppure preparare delle uova ripiene con maionese, tonno, gamberetti, ecc.

frittata

Curiosità

  • Il tuorlo dell’uovo è uno dei pochi alimenti che contiene vitamina D, imprescindibile per assimilare il calcio, e che si ottiene anche prendendo il sole.
  • L’uovo contiene diversi elementi nutritivi che aiutano a preservare la salute oculare, in particolare prevengono la cataratta e la degenerazione maculare.
  • Grazie al suo contenuto di selenio e zinco, l’uovo ci aiuta anche nella cosmetica, visto che collabora nella formazione dei tessuti della pelle, dei capelli e delle unghie.
  • In alcuni paesi le uova hanno un codice numerico scritto sul guscio che ci permette di sapere come sono state allevate le galline. In Italia, per esempio, è il primo numero a darci questa informazione: lo 0 corrisponde all’allevamento biologico, l’1 all’aperto, il 2 a terra e il 3 in gabbia. Più il numero è alto e più il prodotto sarà industriale e meno salutare.

Immagini per gentile concessione di cobalt123, Amy Ross y formalfallacy Dublin

Guarda anche