Eliminare il cattivo odore dagli armadi con il riso

20 Febbraio 2020
Alcune persone usano mettere dei sacchetti di riso negli armadi per contrastare l'umidità e il cattivo odore.

Avete mai provato ad eliminare il cattivo odore dagli armadi con il riso? Se c’è una cosa che dà fastidio, è prendere un vestito dall’armadio e sentire che emana odore di muffa o di chiuso. Anche se il capo d’abbigliamento è nuovo, questo odore impregna il tessuto in modo persistente.

Per evitare i cattivi odori nell’armadio esistono diversi trucchi da mettere facilmente in pratica. C’è chi mette delle mele con i chiodi di garofano, altri mettono un sacchetto di stoffa con erbe essiccate (come la lavanda, ad esempio) e altri ancora, scelgono di eliminare il cattivo odore con dei sacchetti di riso.

Umidità nell’armadio: a cosa è dovuta?

L’umidità nell’armadio è dovuta principalmente a due cause:

  • Mancanza di ventilazione.
  • Infiltrazioni nella stanza.

Bisogna anche tenere conto che alcuni legni o agglomerati sono maggiormente soggetti allo sviluppo di muffa e funghi.

Per questo motivo è importante ventilare gli ambienti tutti i giorni, per almeno 15-20 minuti. In questi casi, l’ideale è aprire le finestre e le ante degli armadi.

Sebbene non sia sempre necessario estrarre tutto il contenuto dell’armadio per fargli prendere aria, è consigliabile farlo almeno 2 o 3 volte al mese.

Vi consigliamo di leggere: 5 trucchi per disinfettare la casa in modo naturale

Il riso per eliminare il cattivo odore dagli armadi

Ciotole di riso

Sembra strano che un ingrediente così comune nelle nostre case possa aiutarci a eliminare il cattivo odore dagli armadi. La chiave della sua efficacia sta nella capacità di assorbire l’umidità.

Per disfarci del cattivo odore, dovreste:

  • Riempire un sacchetto di stoffa (pulito) con del riso crudo. (Potete anche mettere il riso in una ciotola in un angolo dell’armadio o dei sacchetti in più punti dello stesso).
  • Posizionare il sacchetto in un angolo dell’armadio o su una gruccia.
  • Cambiare il riso ogni 15 giorni. 

Vi consigliamo di leggere anche: Consigli per una casa a prova di allergia

Altri accorgimenti per eliminare il cattivo odore dagli armadi

ragazza-e-armadio-500x375

  • Fate asciugare bene i vestiti, gli asciugamani e la biancheria prima di riporli nell’armadio. Non mettete mai dei vestiti umidi, soprattuto d’inverno.
  • Evitate di riporre scarpe o altri oggetti sporchi, perché contribuiscono alla proliferazione di funghi e muffa.
  • Evitate, inoltre, di sistemare negli armadi biancheria molto compressa. Per evitare il cattivo odore e la comparsa della muffa, la biancheria deve avere un po’ di spazio per “respirare”.
  • Aprite gli armadi e le finestre della camera tutti i giorni per almeno 15-20 minuti per fare entrare un po’ di aria.
  • Gli scaffali compatti agevolano la proliferazione dei funghi: meglio usare i ripiani a griglia.

Altre linee guida per contraste il cattivo odore negli armadi

  • Al posto dei sacchetti di riso, si possono anche posizionare dei sacchetti con bicarbonato di sodio in un angolo dell’armadio, per deodorare i mobili e ridurre al minimo l’umidità nell’ambiente.
  • Si può lasciare una lampada accesa (con una lampadina a basso consumo) all’interno dell’armadio di tanto in tanto. Il calore farà dissipare l’umidità.

Nel caso in cui il problema persista, è consigliabile lavare e asciugare tutto per bene e lasciare il mobile vuoto per qualche tempo.