Trucchi per eliminare la muffa dalla casa

23 giugno 2015

Muffa: Non esiste niente di più fastidioso e poco salutare come questi funghi che crescono negli spazi umidi della casa, in cucina, sulla moquette, sulle pareti e negli angoli meno sospetti dove, improvvisamente, troviamo quelle spiacevoli macchie.

Sono molte le persone che, ogni anno, si recano nelle cliniche per attacchi d’asma e reazioni allergiche che richiedono un trattamento. E non solo, se non si agisce rapidamente, la muffa può danneggiare persino le superfici sulle quali si trova, come il pavimento, il legno o le stoffe.

Per questo è importante pulire periodicamente queste zone, con metodi utili per disfarsi di questo fastidioso nemico quotidiano. Volete sapere come fare? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

Cos’è la muffa e perché appare?

muffa

La muffa è un tipo di fungo. Non appartiene al regno animale, né vegetale. Sono tipi di cellule differenti che crescono in colonie, sempre se esistono le condizioni necessarie per questo, ovvero:

  • Adeguati livelli di ossigeno
  • Elevata umidità
  • Temperature elevate

Ovviamente, non si può stare in casa tutto l’anno a temperature basse. È impossibile, quindi l’unica cosa che possiamo fare è controllare l’umidità e stabilire una pulizia periodica. Ricordatevi inoltre che esistono diversi tipi di muffa e che alcuni di questi sono davvero tossici, come l’aspergillus. Le persone che soffrono di problemi respiratori possono sperimentare reazioni gravi se entrano in contatto con questo tipo di fungo.

Come prevenire ed eliminare la muffa?

A volte, compriamo prodotti chimici nei negozi che, oltre a non garantirci gli effetti desiderati, sono più pericolosi che altro. Esistono alcune soluzioni realmente pratiche ed economiche che ci possono aiutare ogni giorno. Idee abbordabili per eliminare la muffa in maniera efficace. Prendete appunti:

1. Controllo dell’umidità

camera

Come vi abbiamo già detto, non si può tenere la casa a basse temperature tutto l’anno per evitare la presenza di questi funghi poco salutari. Quello che però possiamo fare è controllare l’umidità. Vi spieghiamo come:

  • Alla muffa piacciono gli spazi poco ventilati e caldi. Per questo appare sempre in cantina, sotto il legno, negli angoli della cucina, negli armadi, nei ripostigli. Una soluzione semplice è quella di ventilare regolarmente questi spazi.
  • Aprite le finestre della vostra stanza, della cucina, e lasciate che la brezza fresca rinnovi questi spazi. È quasi lo stesso che succede al letto: sapete già che è bene non rifare il letto subito dopo alzati.  L’ideale è permettere alle lenzuola di prendere aria, per eliminare gli acari. Lo stesso succede con la muffa.
  • Se il problema della muffa in casa vostra è serio, potrete installare piccoli depuratori d’aria. Questa opzione è costosa, ma se con voi vive qualcuno che soffre di problemi respiratori, è davvero consigliabile.

2. Tea tree oil

olio essenziale

Vi abbiamo parlato in diverse occasioni dei grandi benefici dell’olio dell’albero di tè. È il miglior disinfettante naturale esistente e quello che permette di ottenere i migliori risultati. Potete comprarlo in qualsiasi negozio di prodotti naturali, in erboristeria o nei supermercati più forniti. Vi servirà per molte occasioni ed è davvero pratico per eliminare la muffa. Prendete nota di come fare:

Ingredienti

  • 2 cucchiai di tea tree oil (40 gr)
  • 2 bicchieri d’acqua (500 ml)
  • Una bottiglia con vaporizzatore
  • Guanti

Preparazione

Prima di tutto, ricordate di mettervi i guanti per proteggere le mani. La muffa può causare reazioni inaspettate e sarebbe meglio non toccarla con le mani. Una volta pronto il composto, non dovete fare altro che unire nella bottiglia l’acqua e l’olio ed agitare, per poi vaporizzare il composto sulla zona colpita da muffa.

Lasciate agire per 30 minuti e vedrete che risultati. La muffa sparirà da sola.

3. Aceto di vino bianco

aceto

Un trucco tanto semplice quanto efficace. L’aceto di vino bianco elimina il 90% della muffa dalle nostre case. Per questo è una delle risorse più economiche, eccellenti e indicate per quelle zone, per esempio del bagno, che rimangono sempre un po’ nascoste (armadi, la zona dietro il wc o dietro alla porte) e dove solitamente appare questo fungo.

Come possiamo trarre beneficio dall’aceto di vino bianco per eliminare la muffa? Prendete nota:

Ingredienti

  • ½ di aceto di vino bianco (100 ml).
  • Una bottiglia con vaporizzatore

Preparazione

L’idea è quella di riempire una bottiglietta di plastica con dell’aceto di vino bianco e averla sempre a portata di mano per le pulizie quotidiane. Una volta che sarà pronta, è sufficiente spruzzare il liquido sulla zona in cui si presenta la muffa e aspettare che si dissolva. L’ideale sarebbe ripetere questo trattamento almeno due volte a settimana, concentrandosi sugli angoli umidi e poco ventilati dove potrebbe apparire più velocemente questo fastidioso e pericoloso microrganismo.

Perché non iniziare oggi stesso?

Guarda anche