Sanguinamento postcoitale: possibili cause

28 Febbraio 2021
Il sanguinamento postcoitale di solito è causato dalla secchezza vaginale, che a sua volta può avere molteplici cause.

Il sanguinamento postcoitale è un fenomeno che si verifica nelle donne dopo aver avuto rapporti sessuali. Il termine medico usato per riferirsi a questa situazione è coitorragia. Si tratta di una situazione piuttosto comune che non è correlata alle mestruazioni.

Molte delle donne che soffrono di sanguinamento postcoitale tendono a farsi prendere dal panico. Tuttavia, si stima che accada a quasi il 10% delle donne. La metà dei casi si risolve spontaneamente perché non ha una causa patologica.

Diverse situazioni possono causare il sanguinamento postcoitale. In questo articolo spiegheremo le più comuni, in modo che sappiate cosa fare se dovesse succedervi. A ogni modo, in caso di dubbi e domande, l’ideale è sempre consultare il medico.

Perché si verifica il sanguinamento postcoitale?

Come anticipato, il sanguinamento postcoitale ha un’eziologia molto varia. In molti casi non ha una causa patologica e si risolve spontaneamente, come una piccola ferita provocata dal rapporto sessuale. Altre possibili cause sono:

  • Secchezza vaginale che può provocare un piccolo strappo durante l’attrito. È molto comune quando non si è abbastanza eccitati o si è nervosi, perché la vagina non è lubrificata a sufficienza. In questi casi, un buon lubrificante può essere la soluzione.
  • Uso di contraccettivi orali che alterano il ciclo ormonale della donna. Gli ormoni hanno un effetto significativo sull’a lubrificazione della vagina, quindi i contraccettivi sono associati alla secchezza vaginale.
  • Infezione alla vagina a trasmissione sessuale, micotica o batterica. Il sanguinamento postcoitale può essere uno dei primi sintomi di malattie sessualmente trasmissibili. È bene effettuare controlli periodici per escludere questa possibilità e, nell’eventualità che si tratti di una malattia, sapere come trattarla.
Donna con perdite da impianto.

Le infezioni sono molto più comuni di quanto pensiamo e, come già detto, non sempre sono di natura sessuale. La maggior parte delle donne soffre di infezioni batteriche o micotiche durante il corso della propria vita perché hanno le difese immunitarie basse o per altri motivi.

Emorragia postcoitale patologica

È anche vero che il sanguinamento postcoitale può avere cause più gravi. Sebbene non sia così comune, il sanguinamento può essere dovuto a un polipo endometriale, un fibroma uterino o persino un tumore della cervice.

Quest’ultimo è la causa più grave del sanguinamento postcoitale. Per fortuna, però, l’incidenza di questa malattia è minore negli ultimi anni perché le donne si sottopongono con maggiore frequenza agli opportuni esami ginecologici.

Molti studi hanno dimostrato che esiste una relazione tra il tumore della cervice e il papillomavirus umano. Ecco che grazie al vaccino contro questo virus, oggi sono diminuiti i casi.

Potrebbe interessarvi: La menopausa: sintomi e caratteristiche

Come diagnosticare il sanguinamento postcoitale?

Ciclo mestruale e ormoni.

Le cause del sanguinamento postcoitale possono variare dalla semplice secchezza vaginale a un problema di salute più grave, come il tumore della cervice. Risulta pertanto essenziale ricevere una diagnosi corretta in merito alla causa del sanguinamento.

Prima di tutto, bisogna capire se l’emorragia è postcoitale o meno e distinguerla da una possibile mestruazione. Allo stesso modo, è fondamentale verificare che non vi siano ferite nell’area che potrebbero causare l’emorragia.

Il ginecologo effettuerà un esame dell’intera area e in genere richiede esami complementari, come il Pap test. In questo modo, è possibile escludere eventuali infezioni o un cancro.

D’altra parte, per formulare una corretta diagnosi sulle cause del sanguinamento postcoitale, bisogna spiegare l’intera situazione al medico, se si soffre di qualche malattia o se si assumono farmaci.

Potrebbe interessarvi: 5 miti sul sesso

Conclusioni

Il sanguinamento postcoitale è una condizione molto comune, che il più delle volte non ha una causa patologica. È tuttavia necessario escludere una  malattia soggiacente, come un’infezione. In caso di dubbi e domande, è importante andare dal ginecologo.

  • 7 razones por las que sangras después del sexo | NOVALIFE. (n.d.). Retrieved October 19, 2019, from https://www.antena3.com/novalife/sexualidad/razones-que-sangras-despues-sexo_201810155bc579c30cf26bfd1f40a2ad.html
  • Coitorragia. Sangrado tras relaciones sexuales. Sangrado postcoital. Hemorragia postcoito. (n.d.). Retrieved October 19, 2019, from https://www.tuotromedico.com/temas/coitorragia.htm
  • Saxena, R. (n.d.). A practical guide to obstetrics & gynecology.
  • Sangrado vaginal después del sexo y sangrado durante el sexo: causas y factores de riesgo. (n.d.). Retrieved October 19, 2019, from https://flo.health/es/tu-ciclo/sexo/salud-sexual/sangrado-vaginal-despues-del-sexo