Scoprite 5 alternative allo zucchero

5 giugno 2017
Per addolcire i piatti, esistono alternative più sane dello zucchero, le quali, inoltre, apportano maggiori benefici, ma solo se si opta per prodotti biologici e non raffinati

L’eccessiva assunzione di zucchero raffinato è uno dei principali fattori relazionati allo sviluppo di problemi metabolici e coronarici.

Anche se i produttori hanno cercato di occultare per diverso tempo gli effetti negativo di questo alimento, numerosi studi hanno dimostrato quanto può essere pericoloso per l’organismo.

Anche se è delizioso e necessario nella dieta di milioni di persone, la sua presenza nel corpo può causare gravi squilibri nei principali sistemi.   

Il dato più preoccupante è che lo zucchero crea dipendenza ed è presente in un’ampia varietà di prodotti che assumiamo quotidianamente.      

Tuttavia, sono sempre di più le persone che si preoccupano degli effetti negativi causati dall’assunzione di questo prodotto e, dunque, prendono delle precauzioni per ridurne al massimo il consumo.

La buona notizia è che ci sono alternative naturali a questo prodotto che, oltre a contenere meno calorie, fungono da dolcificanti in molte ricette.

Vi piacerebbe scoprirli?

1. Zucchero di cocco

Lo zucchero di cocco è un prodotto naturale che viene utilizzato come dolcificante nella cucina tradizionale asiatica.

Nonostante ciò, da alcuni anni è divenuto famoso anche nei paesi occidentali come alternativa sana agli zuccheri raffinati.

Il suo indice glicemico è di solo 35 e, inoltre, apporta significative quantità di minerali essenziali positivi per la salute.  

I suoi livelli di vitamina C, difatti, sono molto elevati e contribuiscono ad ottenere la quantità quotidiana raccomandata per il corpo.

Come se non bastasse, è uno dei dolcificanti più ecologici al mondo, poiché proviene da un albero benefico per l’ambiente. Le palme di cocco, infatti, proteggono il terreno, richiedono poca acqua e producono più zucchero per ettaro rispetto alla canna da zucchero.

Leggete anche: 6 incredibili benefici dell’olio di cocco

2. Sciroppo della radice del yacon

Lo sciroppo della radice del yacon è un dolcificante naturale che risalta per il suo basso indice glicemico e per il suo elevato contenuto di minerali e nutrienti essenziali.

La sua assunzione non interferisce con i livelli di zuccheri nel sangue e neppure sul metabolismo, dato che apporta poche calorie.

Contrariamente a quanto capita con lo zucchero convenzionale, aiuta a perdere peso e a regolare il transito intestinale.  

Ha un sapore dolce e una consistenza meno densa rispetto a quella del miele; tra l’altro, è un prebiotico molto efficace.

3. Miele

Il miele biologico è una della alternative allo zucchero più conosciute ed utilizzate in tutto il mondo.

Si distingue per il suo elevato valore energetico, oltre che per i suoi nutrienti essenziali e composti antibiotici.

Anche se il suo contenuto calorico è un po’ alto, è una delle migliori opzioni per addolcire le ricette, poiché non influisce sulle funzioni del metabolismo.

Presenta, inoltre, numerosissimi impieghi medicinali che lo portano ad essere utilizzato come prodotto preventivo o curativo di molte malattie.

Tuttavia, è fondamentale verificarne la qualità e la provenienza, dato che alcune industrie lo distribuiscono raffinato o mischiato a zuccheri convenzionali.

4. Stevia

La stevia non è l’edulcorante più popolare sul mercato, bensì uno dei più dolci.

La sua capacità di addolcire supera di gran lunga quella dello zucchero convenzionale, ma non apporta molte calorie e non innalza i livelli di zucchero nel sangue.    

Allo stato naturale è talmente dolce che molti la mescolano con la polvere di cellulosa e altri agenti che ne facilitano il consumo.

Leggete anche: Come preparare diversi tipi di sciroppo fatti in casa

5. Sciroppo d’agave

Questo prodotto naturale è originario del Centro America e, attualmente, è una delle opzioni più popolari per rimpiazzare lo zucchero raffinato.  

Questo si deve al suo indice glicemico, corrispondente a 30.

Questo significa che l’organismo lo assimila più lentamente e, grazie a questo, si evitano i picchi di zuccheri nel sangue.    

Si tratta di una significativa fonte di energia per ottenere un buon rendimento fisico e mentale.

Sul mercato si trovano due varietà, ma è meglio optare per quello scuro, perché è meno raffinato rispetto alla versione leggera.

Il suo sapore dolce è superiore del 25% a quello dello zucchero e viene utilizzato allo stesso modo del miele.

Per concludere, anche se poco conosciute, le alternative allo zucchero sono le opzioni migliori per addolcire le varie pietanze senza mettere a rischio la salute. Bisogna ricordare, però, che la qualità è importante e che a volte questi prodotti sono mischiati a zucchero, sciroppo di mais o altre sostanze chimiche che influiscono sulle loro proprietà.

Optate sempre per soluzioni 100% biologiche anche se più costose.

Guarda anche