8 sintomi che indicano un accumulo di tossine nel fegato

· 28 luglio 2017
Sapevate che il fegato può mandare segnali di eccesso di tossine attraverso la pelle? Se soffrite di irritazioni o acne ricorrente, verificate lo stato della vostra salute epatica.

Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo e le sue funzioni sono essenziali per godere di una buona qualità di vita.

Ha il compito di filtrare il sangue per eliminare i residui di cui l’organismo non ha bisogno e, allo stesso tempo, partecipa alle funzioni metaboliche e alla produzione di alcuni ormoni.

Svolge anche un ruolo importante nella sintesi dei glucidi e dei lipidi e nell’immagazzinare varie vitamine essenziali per la salute.

Esattamente come altri organi, però, viene esposto ad un’ampia varietà di fattori che possono interferire con il suo funzionamento.

Sebbene lavori costantemente per mantenersi pulito, l’accumulo di tossine può impedirgli di compiere le sue funzioni in modo ottimale. Per questo motivo, è importante stare in allerta dinanzi a qualsiasi anomalia, intervenendo quanto prima sui sintomi che indicano che qualcosa non funziona in modo corretto.

In questo articolo vogliamo mettere in risalto gli 8 sintomi più importanti affinché non abbiate dubbi ad intervenire ogni qual volta li identifichiate.

1. Alterazione di urina e feci

Scoprite: 8 segnali che indicano un problema ai reni

Le alterazioni nel colore e nell’odore dell’urina e delle feci possono mettere in guardia da un possibile cattivo funzionamento del fegato.

Sebbene tali fenomeni possano anche dipendere da un’infezione digestiva o urinaria, un grande numero di casi ha a che vedere con problematiche di tipo epatico.

  • L’urina di una persona sana ha un colore giallo pallido, mentre quella di un paziente affetto da ittero presenta un colore scuro.
  • Allo stesso modo, feci dal colore troppo scuro o pallido possono costituire un segnale evidente di qualche problema.

2. Ventre infiammato

Anche se l’infiammazione del ventre può dipendere da vari problemi di salute, non bisogna scartare l’ipotesi di un disturbo al fegato.

Le coliche persistenti, l’accumulo di gas e la sensazione di pesantezza sono comuni tra chi soffre di un accumulo di tossine nel fegato

3. Problemi alla pelle

Le tossine accumulatesi in eccesso nel fegato provocano spesso conseguenze negative sulla salute cutanea.

  • L’irritazione inspiegabile, la secchezza e l’acne sono segnali che devono metterci in allerta sui problemi di cui può soffrire questo organo a causa dell’eccessivo accumularsi dei residui.
  • Anche se alcuni trattamenti topici possono alleviarli o frenarli, è necessario disintossicare il fegato per farli scomparire del tutto.

4. Acidità e reflusso gastrico

L’acidità di stomaco e il reflusso gastroesofageo sono sintomi comuni tra chi è abituato ad ingerire pietanze copiose e irritanti.

Nonostante ciò, in alcuni casi è necessario analizzarne la vera origine, dato che possono anche manifestarsi come reazioni alla presenza di tossine nel fegato.

Non perdetevi: 7 rimedi naturali per trattare l’acidità di stomaco e il reflusso

5. Stanchezza fisica e mentale

La stanchezza fisica e mentale può essere il risultato dello sforzo fisico giornaliero o della pratica di abitudini poco sane.

Tuttavia, quando si presenta in modo ricorrente e senza ragioni apparenti, può indicare problemi al fegato.

Il torpore, le difficoltà di concentrazione e la debilitazione fisica possono dipendere da problemi sanguigno causati dalle tossine in eccesso.

6. Ritenzione idrica

L’eccesso di infiammazione nei tessuti può essere il risultato della ritenzione idrica che si produce a causa di un cattivo funzionamento del sistema epatico.

  • Anche se tale sintomo è piuttosto abituale  tra i pazienti con patologie renali, può anche apparire a causa dell’eccessivo accumulo di tossine nel fegato.
  • La maggior parte dei casi si manifesta con il noto gonfiore degli arti e del ventre.

7. Pelle gialla

La pelle giallognola dipende da un disturbo conosciuto come ittero e la sua origine è l’accumulo di bilirubina.

Questo pigmento prodotto dalla bile, che svolge un ruolo molto importante nel processo digestivo, può essere trattenuto nell’organismo a causa della difficoltà del fegato di filtrare i residui del sangue.

8. Diminuzione o perdita dell’appetito

L’inappetenza è un sintomo che può comparire a causa di varie malattie o circostanze emotive. Tuttavia, conviene prestarle la dovuta attenzione perché in alcuni casi può indicare la presenza di una malattia epatica.

La cosa più preoccupante è che può generare gravi complicazioni dato che conduce allo sviluppo di deficit nutrizionali.

Prima di andarvene leggete: 7 alimenti che agiscono da soppressori dell’appetito

Soffrite di alcuni dei sintomi menzionati? In questo caso adottate una dieta per disintossicare il corpo e aumentate il consumo di acqua e bevande depurative.

Se i disturbi persistono, consultate un medico.

Guarda anche