8 segnali che indicano un problema ai reni

· 13 giugno 2017
Anche se i problemi ai reni in genere non si manifestano con sintomi evidenti se non quando il problema è già in stato avanzato, vi sono alcuni segnali che possiamo interpretare come campanelli d'allarme, come ad esempio la ritenzione idrica o alterazione nell'urina

I reni sono gli organi responsabili di filtrare le scorie presenti nel sangue, per poi espellerle dal corpo attraverso l’urina.

È stato calcolato che la dimensione approssimativa di un rene è pari ad un pugno e che, ogni giorno, arriva a filtrare, in media, 190 litri di sangue per eliminare fino a due litri di acqua.

Questi organi, inoltre, svolgono un ruolo molto importante nella regolazione della pressione sanguigna e sono responsabili della produzione di diversi ormoni fondamentali per la salute generale.

Tuttavia, così come per le altre parti del corpo, una presenza eccessiva di tossine può compromettere le funzioni dei reni e portare, di conseguenza, a gravi problemi di salute.

L’aspetto più preoccupante è che spesso si tratta di malattie silenziose o i cui sintomi vengono scambiati per altri problemi comuni.

La buona notizia, invece, è che ci sono alcuni segnali inconfondibili che possono aiutarci a individuare eventuali anomalie nel funzionamento dei reni.

Siccome siamo consapevoli che molte persone non conoscono questi campanelli d’allarme, nell’articolo di oggi ve ne vogliamo presentare otto, i più importanti.

Scopriteli e imparate a riconoscerli!

1. Cambiamenti nell’attività della vescica

Un cambiamento nell’attività della vescica può presentarsi quando vi è qualche problema ai reni.

Sentire la necessità di andare continuamente in bagno o, al contrario, diminuire il numero di volte, indica che questi organi non funzionano come dovrebbero.

Leggete anche: Tè allo zenzero e curcuma per combattere i calcoli renali

2. Alterazioni dell’urina

Le alterazioni di colore, odore e consistenza dell’urina sono ulteriori segnali molto utili per scoprire un problema ai reni.

Se notiamo che la nostra urina presentano un colore giallo più intenso del solito o sangue o ha un odore sgradevole, dobbiamo subito consultare il nostro medico.

Anche se nella maggior parte dei casi questo cambiamento si deve ad un’infezione delle vie urinarie, è sempre consigliabile sottoporsi ad esami più specifici per scartare eventuali problemi più gravi.

3. Gonfiore e ritenzione idrica

Dal momento che questi organi svolgono un’azione regolatrice dei liquidi dell’organismo, il loro malfunzionamento porta ad avere problemi di ritenzione o alla comparsa di edemi.

Dal momento che la loro possibilità di filtrare liquidi e scorie si vede compromessa, i processi infiammatori vengono alterati e causano gonfiore al viso, ai piedi, alle caviglie e anche ad altre parti del corpo.

4. Affaticamento e spossatezza

I reni producono un ormone noto come eritropoietina, la cui funzione è quella di intervenire nella creazione di globuli rossi.

Ciò significa che, a loro volta, svolgono un ruolo determinante nel trasporto di ossigeno alle cellule del corpo.

Per questo motivo, una disfunzione ai reni può causare anemia, accompagnata da una sensazione continua di spossatezza e fatica.

La riduzione dell’apporto di ossigeno alle cellule provoca vertigini, affaticamento e difficoltà nel mantenere la concentrazione.

5. Mal di schiena o nella regione renale

Nei pazienti con problemi renali, in particolare negli anziani, di solito si manifesta un dolore alla schiena e, nello specifico, nella zona lombare.

Anche se a volte si tratta solo di un problema muscolare, può, tuttavia, essere legato allo sviluppo di una patologia renale.

La presenza di calcoli renali o di infezioni del tratto urinario può causare grave dolore alla schiena che si irradia fino alla zona inguinale.

6. Sapore metallico in bocca

L’accumulo di tossine nel sangue, in conseguenza ai problemi renali, può essere la causa di alito cattivo e di sapore metallico in bocca.

Alcune persone, addirittura, smettono di mangiare carne e perdono l’appetito a causa di questo sgradevole problema.

7. Eruzioni cutanee

Forse non tutti sanno che la salute della pelle dipende anche dalla buona ossigenazione del sangue.

Quando i reni non funzionano come dovrebbero e non riescono a filtrare le tossine, dunque, è frequente la comparsa di eruzioni cutanee e altri disturbi della pelle.

A volte queste alterazioni sono accompagnate da una spiacevole sensazione di prurito o allergia.

Non perdetevi questo articolo: Trattamento al pomodoro per le pelli grasse e con acne

8. Ipertensione

Si tratta di un disturbo che può essere provocato da molteplici fattori che influiscono sulle arterie e sul sistema cardiovascolare.

A questo riguardo, è essenziale ricordare che la ritenzione di acqua e sodio può portare ad un significativo aumento della pressione arteriosa.

Sia l‘insufficienza renale cronica sia la glomerulonefrite aumentano il rischio di soffrire di problemi cardiovascolari.

L’ipertensione può essere causata anche dalla stenosi dell’arteria renale, una patologia provocata da una parziale ostruzione dell’arteria renale, responsabile del trasporto di sangue ai reni.

Avete il sospetto che i vostri reni non funzionino come dovrebbero? Rivolgetevi subito al vostro medico curante per una corretta diagnosi e per evitare possibili complicazioni.

Guarda anche