Sintomi influenzali: 3 infusi per alleviarli

· 8 Aprile 2019
L'infuso di zenzero deve essere assunto tenendo conto degli effetti collaterali, perché può interferire con altri trattamenti farmacologici.

Sono molte le persone che preferiscono trattare i sintomi influenzali affiancando i farmaci tradizionali ai rimedi naturali. Nel caso dell’influenza o del raffreddore, il trattamento è sintomatico e il medico sceglierà la cura più adeguata per alleviare il malessere e ridurre la produzione di muco.

In questo senso, sono molto utili gli infusi che stiamo per indicarvi. Ecco i tre migliori per combattere i sintomi influenzali.

Influenza e sintomi influenzali

Donna con sintomi influenzali
L’influenza è accompagnata da febbre, malessere e sintomi respiratori.

L’influenza è una condizione causata da un gruppo di virus noto come virus dell’influenza. Ne esistono di tre tipi: A, B e C.

La maggior parte delle epidemie influenzali sono conducibili al gruppo A. Il virus dell’influenza di tipo B, invece, produce epidemie meno estese e sintomi più lievi; il tipo C, infine, è il meno frequente.

Si trasmette da persona a persona, in genere attraverso le secrezioni respiratorie emesse con i colpi di tosse e gli starnuti. Si tratta di una malattia infettiva acuta che colpisce il sistema respiratorio e che produce sintomi generici, come:

  • Mal di testa.
  • Febbre.
  • Sintomi respiratori come tosse, mal di gola, raffreddore.
  • Disturbi digestivi.
  • Malessere generale.

Sebbene sia una malattia autolimitante, ovvero con risoluzione spontanea, può assumere forme più gravi. Particolare attenzione va prestata ai soggetti anziani o con malattie croniche, respiratorie e di altra natura.

Essendo la sua origine virale, il ricorso agli antibiotici è del tutto controindicato, anzi aumenta il rischio di complicazioni tra cui la resistenza.

Si può prevenire l’influenza?

Gli accorgimenti che aiutano a prevenire questa malattia tanto comune sono vari. Innanzitutto un buon apporto di vitamina C è utile per rinforzare il sistema immunitario. In questo modo il corpo è più preparato ad affrontare l’attacco da parte dei germi patogeni.

È sempre disponibile, inoltre, il vaccino antinfluenzale che viene preparato ogni anno con virus inattivati, a seconda del ceppo o ceppi responsabili delle epidemie nell’inverno precedente.

Il vaccino garantisce una protezione contro il virus tra il 50 e l’80%. Le campagne vaccinali cominciano in genere tra settembre e novembre, in base alla comparsa dei primi casi e dell’evoluzione del virus.

In alcune circostanze si può decidere di trattare l’influenza mediante somministrazione di farmaci antivirali. Questo tipo di farmaco funziona meglio se preso immediatamente dopo il contagio, vale a dire nei due giorni successivi alla comparsa dei primi sintomi.

Potrebbe interessarvi anche: Antibiotici naturali per combattere le infezioni lievi

Come alleviare i sintomi influenzali?

Bambina con febbre e termometro
Il riposo e una buona alimentazione, oltre ai trattamenti sintomatici, sono accorgimenti necessari per contrastare l’influenza.

Oltre alle cure convenzionali, vi consigliamo tre infusi che aiutano a contrastare i sintomi influenzali e a rendere meno difficili i giorni di massima intensità.

1. Infuso di sambuco

Grazie al suo contenuto in vitamina C, l’infuso di sambuco è ottimo per combattere i sintomi influenzali. Come abbiamo detto, la vitamina C rafforza il sistema immunitario e ha proprietà antiossidanti.

Inoltre il sambuco contiene la sambunigrina, un principio attivo dal potere anti-infiammatorio, utile quindi per trattare i sintomi comuni. La sambucina invece, altro principio attivo, stimola l’eliminazione dei liquidi.

Occorre, tuttavia, evitarne il consumo durante la gravidanza e l’allattamento. I fiori e i frutti del sambuco non sono tossici, ma potrebbero esserlo altre parti della pianta come il fusto, la corteccia, le radici, le foglie e i frutti acerbi.

Leggete anche: Oli medicinali: eccone 5 per trattare la congestione nasale

2. Tè al limone

Bicchieri con acqua e fette di limone
Il limone è ricco di vitamina C, utile per rafforzare il sistema immunitario.

Come il sambuco, anche il limone è ricco di vitamina C, utile sia per prevenire che per trattare i processi influenzali.

Oltre ad aumentare le nostre difese, è dotato di proprietà antisettiche. Il suo effetto diuretico, infine, ci aiuta a eliminare le tossine generate durante l’influenza.

Prepararlo è semplice, basta:

  • una tazza di acqua bollente.
  • una bustina di tè al limone.
  • un limone spremuto.
  • miele a piacere.

3. Infuso alla radice di zenzero

Lo zenzero è noto per le sue proprietà curative, antivirali, espettoranti e antinfiammatorie. Aiuta, quindi, ad alleviare la congestione tipica dell’influenza e il mal di gola. È importante però chiedere consiglio al farmacista o al medico prima di decidere di curarsi con lo zenzero, dal momento che potrebbe interferire con alcuni farmaci.

Durante l’influenza o il raffreddore, è essenziale mantenere uno stile di vita sano, con una dieta leggera ma ricca di vitamine e sali minerali, per rafforzare le nostre difese.

Il riposo è altrettanto fondamentale se vogliamo aiutare l’organismo a fare fronte all’infezione. In caso di dubbi, il medico o il farmacista forniscono, come sempre, le soluzioni più indicate.