Sonniferi: rischi ed effetti collaterali da conoscere

Anche se molti sono facilmente reperibili sugli scaffali di supermercati e farmacie, i sonniferi dovrebbero sempre essere prescritti da uno specialista che valuti il nostro caso specifico

In una società globalmente stressata, sopraffatta e in preda all’insonnia, sembra che i sonniferi vadano di moda.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) osserva con stupore le statistiche, eppure poche persone comprendono gli effetti negativi dell’uso e dell’abuso di questi farmaci.

L’assunzione di sonniferi ha rischi e conseguenze controproducenti.

Depressione e ipertensione arteriosa

Qualche tempo fa il famoso istituto americano Mayo Clinic ha messo in guardia la popolazione mondiale sugli effetti collaterali dei sonniferi.

Con un comunicato ufficiale, l’istituzione ha dichiarato che questi prodotti possono causare depressione e pressione alta.

Ancor più sorprendente l’affermazione che potrebbe causare dolore cronico. Vertigini, sonnolenza incontrollata e stordimento sono ulteriori conseguenze negative a cui ci esponiamo.

Per tutti questi motivi, l’organizzazione medica consiglia a chi soffre di qualsiasi patologia correlata all’insonnia di sottoporsi a controlli medici completi.

Vi consigliamo: Rimedio a base di aglio e zenzero contro l’ipertensione ed il colesterolo alto

Attenzione durante la terza età

Pillole per dormire e persone della terza età

Tutti noi possiamo soffrire degli effetti collaterali dei sonniferi, ma gli anziani devono prestare particolare attenzione quando ne fanno uso.

Alcuni effetti, quali vertigini o sonnolenza, possono avere ripercussioni maggiori in questa fascia della popolazione.

Gli anziani che assumono sonniferi si espongono a maggiori rischi di caduta e pericolosi aumenti della pressione sanguigna.

Inoltre, a partire dai 65 anni il corpo umano inizia gradualmente a perdere la capacità di tollerare questi farmaci. Un organismo più vecchio decompone e smaltisce queste medicine più lentamente. Per questo motivo, l’effetto dei sonniferi potrebbe durare più del previsto.

I sonniferi generano dipendenza

Molti dei farmaci usati per recuperare il sonno creano dipendenza. In aggiunta, la loro assunzione regolare fa sì che nel corpo si crei tolleranza generando, a sua volta, la necessità di optare per formule o dosi più forti.

In alcuni casi, gli insonni finiscono per dipendere da questi prodotti per raggiungere livelli normali di sonno e riposo. Si tratta di una situazione innaturale e affatto positiva.

sonniferi dovrebbero essere assunti sporadicamente, con il solo scopo di calmare crisi specifiche. Non devono sostituire in modo permanente il naturale processo del sonno.

Attenzione agli incidenti stradali

L’abuso di alcool e droghe illegali non è l’unica causa di incidenti stradali. È stato rivelato infatti che molti degli incidenti che si verificano sulle strade sono causati dall’ingestione di farmaci per combattere l’insonnia.

Ciò si deve agli stati di sonnolenza che si estendono oltre il periodo notturno. Alcune persone possono anche soffrire di visione offuscata con conseguente difficoltà a valutare correttamente le distanze tra le auto.

La guida è un’attività che richiede la partecipazione attiva di tutti i sensi in uno stato ottimale.

Leggete anche: 10 effetti immediati dell’alcol sulla salute

Rischio di morte prematura

Secondo una serie di studi effettuati nel 2016, il consumo di pillole sedative potrebbe essere correlato a casi di morte prematura. Lo studio comparativo ha stabilito che il rischio aumenta con l’aumentare delle dosi.

I casi che sono stati analizzati riguardavano farmaci come temazepam, eszopiclon, zaleplon, barbiturici e gli antistaminici che producono sonnolenza.

La ricerca infine avverte che i sonniferi potrebbe promuovere lo sviluppo di alcuni tipi di cancro.

Attenzione ai sonniferi

Pillole per dormire

La composizione di alcuni di questi farmaci può causare depressione e gravi stati d’ansia. Ogni organismo è diverso e non tutte le persone reagiscono allo stesso modo alla somministrazione di determinati farmaci.

La cosa più preoccupante è la facilità con cui chiunque possa acquistare una grande varietà di farmaci di questo tipo.

È molto importante rivolgersi a un professionista affinché esegua tutti i test del caso. Ciò permetterà di effettuare una diagnosi individualizzata per ogni paziente e fornire una prescrizione con le dosi e i farmaci appropriati.

Categorie: Farmaci Tags:
Guarda anche