Spina calcaneare: sintomi e trattamento del disturbo

8 Febbraio 2015
Dovete portare pazienza e seguire alcuni consigli adeguati per potervi riprendere del tutto. In seguito, vi spiegheremo come gestire la spina calcaneare.

Vi è mai capitato di soffrire di spina calcaneare? Si tratta di una condizione molto comune causata da una formazione ossea molto piccola nel tallone. Causa dolore e impedisce lo svolgimento delle attività quotidiane.

Dovete portare pazienza e seguire alcuni consigli adeguati per potervi riprendere del tutto. In seguito, vi spiegheremo come gestire la spina calcaneare.

Perché si soffre della cosiddetta spina calcaneare?

piedi e spina calcaneare

Secondo quanto dicono i traumatologi, in generale ne soffre una persona su quattro, ossia tutti hanno un’alta probabilità di soffrire di spina calcaneare in un dato momento. Avviene a causa della comparsa di una piccola spicola ossea nel tallone.

Perché compare? In pratica compare più comunemente a causa dell’età, seppure sia comune anche tra i giovani che trascorrono molto tempo in piedi. Anche avere dei chili di troppo potrebbe essere un fattore da prendere in considerazione.

Un altro dato da considerare e che è comune tra le persone che hanno il tendine d’Achille poco elastico, non potendo dunque prevenirlo. A seconda dell’anatomia e delle caratteristiche dei vostri piedi potete presentare un maggiore o minore rischio di soffrire della fastidiosa spina calcaneare.

Che sintomi presenta la spina calcaneare?

piedi in punta

  • La spina calcaneare provoca innanzitutto un dolore acuto la cui intensità dipende dallo sforzo fatto.
  • Il dolore è più forte la mattina, soprattutto quando si appoggia il tallone a terra per la prima volta. Stando inattivo per così tante ore, il primo passo è piuttosto doloroso.
  • Il dolore è localizzato in un punto concreto del tallone ed è possibile identificarlo molto bene.
  • Un altro aspetto da prendere in considerazione è che, a causa della pressione esercitata dalla calzatura su questa spicola ossea, è molto comune che la zona sia arrossata e infiammata. Il dolore è molto forte.

Leggete anche come dare sollievo alle gambe.

Esercizi adatti per aiutare a risolvere la spina calcaneare

esercizi per tallone

1. Esercizio con asciugamano a terra

Oltre ai consigli che vi daranno il medico e il traumatologo sarebbe indicato eseguire i seguenti esercizi. Questi tre esercizi sono molto adatti per aiutare a trattare la spina calcaneare, ma bisogna farli con attenzione ed evitando soprattutto di sovraccaricare il piede.

Questo esercizio è molto semplice: sedetevi su una sedia o sul divano per non perdere l’equilibrio. Stendete un asciugamano al suolo di fronte a voi e cercate di afferrarlo con le dita dei piedi. Questi semplici movimenti vi aiuteranno a recuperare la mobilità e ad alleviare la spina calcaneare. Fatelo circa tre volte al giorno.

2. Piccoli allungamenti

È molto semplice: così come potete vedere nell’immagine non dovete far altro che appoggiarvi sul bordo del tavolo e spingere. In questo modo una delle gambe rimane flessa e l’altra crea un leggero allungamento nella zona del tallone. Fate questo esercizio per almeno 5 minuti due volte al giorno. Ecco qualcosa di leggero e per niente stancante.

3. Far rotolare una bottiglia d’acqua

acqua in bottiglia

Si tratta di un altro esercizio semplice e rilassante. Saprebbe appropriato riempire una bottiglia d’acqua e metterla nel congelatore in modo che si solidifichi. Una volta congelata, mettetela a terra sopra un asciugamano.

Leggete anche quali sono i numerosi benefici dell’acqua.

Ora appoggiateci sopra il piede dove avete la spina calcaneare e fate rotolare la bottiglia sotto la pianta del piede. È un movimento ripetitivo che deve durare almeno 5 minuti. Fatelo tre volte al giorno.

Come potete vedere, questo tipo di esercizi basati su semplici allungamenti sono molto efficaci. La notte potete utilizzare delle ferule adatte per trattare la spina calcaneare.

Sono un tipo di benda che potete trovare in farmacia. Con il passare del tempo vi sentirete meglio, sebbene già saprete che in molti casi c’è bisogno di un’operazione chirurgica per risolvere il problema. Dunque, abbiate pazienza e prendetevi cura di voi stessi.

  • Johal, K. S., & Milner, S. A. (2012). Plantar fasciitis and the calcaneal spur: Fact or fiction? Foot and Ankle Surgery. https://doi.org/10.1016/j.fas.2011.03.003
  • Zhou, B., Zhou, Y., Tao, X., Yuan, C., & Tang, K. (2015). Classification of Calcaneal Spurs and Their Relationship With Plantar Fasciitis. Journal of Foot and Ankle Surgery. https://doi.org/10.1053/j.jfas.2014.11.009