Tè nero per preparare efficaci rimedi naturali

· 7 Gennaio 2019
Il tè nero è una delle bevande migliori da consumare ogni giorno. Unito ad altri ingredienti, aumenta le difese rafforzando così il sistema immunitario.

Il tè nero è una bevanda ancestrale e medicinale molto popolare in diverse culture. Il suo sapore intenso e il suo colore scuro nascondono numerose proprietà curative, tra le quali risaltano i suoi effetti antiossidanti, stimolanti e diuretici.

Vi invitiamo a scoprire in questo articolo alcuni rimedi curativi a base di tè nero.

Unendo diverse piante medicinali, se ne moltiplicano le virtù terapeutiche allo scopo di trattare diversi disturbi lievi. Non esitate a provarli!

Rimedi a base di tè nero

1- Antiossidante con limone

Tè nero e limone

Il tè nero risalta in quanto bevanda dai potenti effetti antiossidanti grazie al suo contenuto di flavonoidi. Questi componenti ci aiutano a prevenire e combattere l’invecchiamento causato dai radicali liberi, dentro e fuori.

Insieme al limone, costituisce una delle combinazioni più comuni sia in termini di sapore sia a livello medicinale. Anche il limone ritarda l’ossidazione cellulare grazie al suo contenuto di vitamina C. Se desiderate addolcire questo infuso, vi consigliamo di aggiungere la stevia in modo da renderlo una bevanda ancora più antiossidante.

Scoprite: 7 alimenti contro l’invecchiamento precoce

2- Digestivo con menta

Bere una tazza di tè nero dopo i pasti è un’ottima abitudine per favorire la corretta digestione. Grazie alle sue proprietà astringenti e antinfiammatorie, è molto efficace per prevenire diarrea e altri disturbi gastrointestinali simili.

Possiamo aggiungere a questo tè qualche foglia di menta fresca, modalità di consumo diffusa in molti paesi arabi. Questa unione, oltre a essere deliziosa, potenzia le proprietà digestive della bevanda.

Tuttavia, sconsigliamo di bere il tè nero ai pasti se si soffre di anemia, poiché può interferire con l’assimilazione del ferro. In questo caso, bisognerà berlo sempre lontano dai pasti.

3- Ipoglicemizzante con stevia

L’insulina-resistenza è un disturbo molto più comune di quello che pensiamo. Tra i suoi sintomi risaltano l’accumulo di grasso addominale, stanchezza, insonnia, caduta dei capelli, etc.

Per prevenire e trattare questa affezione, ma anche il diabete, possiamo consumare alimenti che ci aiutano ad abbassare i livelli di glucosio nel sangue. Tra questi vi è proprio il tè nero, che risalta per il suo potere ipoglicemizzante.

Tuttavia, dovremo evitare di aggiungere lo zucchero, altrimenti peggioreremo la nostra condizione. L’ideale è addolcire la bevanda con la stevia, pianta che abbassa anch’essa i livelli di glucosio.

4- Stimolante con cannella e miele

Tè nero con cannella

Il tè nero è una bevanda stimolante e, di fatto, è la varietà che contiene più caffeina. Per questo motivo, bevendolo attiviamo il corpo e la mente, che saranno più svegli e più attenti. Possiamo assumerlo anche per alzare la pressione arteriosa bassa.

La caffeina, tuttavia, offre un rapido effetto che è però di breve durata. In seguito a ciò, consigliamo di aggiungere cannella di Ceylon e miele al tè nero. Entrambi questi ingredienti sono eccitanti che non nuocciono al sistema nervoso, bensì apportano energie e combattono naturalmente la stanchezza fisica e mentale.

Leggete anche: Abbassare la glicemia con la cannella di Ceylon

5- Energizzante con curcuma e latte di cocco

Possiamo ricorrere al tè nero anche quando abbiamo bisogno di rafforzare il sistema immunitario e aumentare le difese. Tuttavia, consigliamo di unirlo a due ingredienti medicinali molto efficaci: la curcuma e il latte di cocco.

Il risultato di questa miscela è una bevanda energizzante che attiva il metabolismo, aumenta la temperatura corporea e aiuta a prevenire ogni tipo di infezione. Inoltre, ha un sapore delizioso, bevuta fredda o calda.

Ricordiamo di preparare prima di tutto il tè nero con la curcuma in infusione. Dopo qualche minuto, potrete aggiungere il latte di cocco e addolcire a piacere con miele o stevia.

6- Diuretico con anice

L’ultimo rimedio che proponiamo in questo articolo è rivolto alle persone che soffrono di ritenzione idrica, gonfiore, pesantezza, infiammazione e edemi in diverse parti del corpo.

Aggiungendo l’anice al tè nero, oltre a ottenere un delicato aroma, possiamo godere di una bevanda medicinale dalle proprietà diuretiche. In questo modo, aumentiamo la produzione di urina ed eliminiamo i liquidi presenti in eccesso nell’organismo.

Si consiglia di bere questa bevanda a digiuno oppure lontano dai pasti. Possiamo berne due o tre tazze al giorno, una a metà mattina e l’altra a metà pomeriggio, per notarne gli effetti durante le ore successive.

  • Nagao, T., Komine, Y., Soga, S., Meguro, S., Hase, T., Tanaka, Y., & Tokimitsu, I. (2005). Ingestion of a tea rich in catechins leads to a reduction in body fat and malondialdehyde-modified LDL in men. American Journal of Clinical Nutrition. https://doi.org/81/1/122 [pii]
  • Imran, A., Butt, M. S., Arshad, M. S., Arshad, M. U., Saeed, F., Sohaib, M., & Munir, R. (2018). Exploring the potential of black tea based flavonoids against hyperlipidemia related disorders. Lipids in Health and Disease. https://doi.org/10.1186/s12944-018-0688-6
  • Davies, M. J., Judd, J. T., Baer, D. J., Clevidence, B. A., Paul, D. R., Edwards, A. J., … Chen, S. C. (2003). Black Tea Consumption Reduces Total and LDL Cholesterol in Mildly Hypercholesterolemic Adults. The Journal of Nutrition. https://doi.org/10.1093/jn/133.10.3298S
  • Cardona, F., Andrés-Lacueva, C., Tulipani, S., Tinahones, F. J., & Queipo-Ortuño, M. I. (2013). Benefits of polyphenols on gut microbiota and implications in human health. Journal of Nutritional Biochemistry. https://doi.org/10.1016/j.jnutbio.2013.05.001
  • Wang, D., Chen, C., Wang, Y., Liu, J., & Lin, R. (2014). Effect of black tea consumption on blood cholesterol: A meta-analysis of 15 randomized controlled trials. PLoS ONE. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0107711
Guarda anche